Cerca

Vis Nova-Virtus Ciserano Bergamo Serie D: Colleoni blinda e aiuta i rossoblù a sigillare i tre punti, lucertole sprecone e sfortunate

matteo colleoni virtus ciserano bergamo serie d
La salvezza passa da queste partite, gli scontri diretti, insegna la storia, sono fondamentali. Lo sanno bene Vis Nova e Virtus Ciserano Bergamo che al Borgonovo di Giussano si giocano tanto, quasi tutto. Una squadra in campo la partita la gioca e la perde, l’altra la mette sugli episodi e la vince 0-2 grazie a un blitz per tempo. Se ci fosse bisogno di una dimostrazione, nella gara tra lucertole e rossoblù emerge pienamente un discorso: nel calcio le statistiche e i numeri non sempre contano e a far la differenza non sempre vince chi domina.   Energia cinetica. Ne spende moltissima la Vis Nova che attacca per quasi tutta la prima frazione ma non riesce a superare un Colleoni in stato di grazia. L’inizio di gara è combattuto, le due squadre si dispongono bene in campo e si limitano a vicenda. Al 5' è però la squadra ospite a passare subito in vantaggio: la sgroppata sulla sinistra di Pellegrini è vincente, con il traversone accurato sul secondo palo a pescare Muchetti, che di testa fredda Ragone e porta avanti i suoi. Le lucertole a gol subito provano ad accelerare, ma gli uomini di Del Prato nel primo quarto d’ora sono insuperabili e non crollano. Al 17’ vanno vicinissimi al pari i neroverdi di Mastrolonardo, che penetrano in area con Fall, il quale non riesce a chiudere verso la porta e trova la deviazione decisiva di Colleoni. La partita è frizzante e due minuti più tardi ad andare vicino al bersaglio è Ricozzi, che su calcio di punizione sfiora il palo alla destra di Ragone. Le percussioni di Pellegrini sono un’arma letale per i bergamaschi che al 27’ scappano ancora sulla sinistra ed è solo un salvataggio miracoloso di Fossati in scivolata ad evitare un pericolo. Il match continua ad essere molto aperto e al 37’ è più che provvidenziale Colleoni: Schingo penetra in area e prova a concludere col mancino ma trova sui suoi passi l’estremo difensore rossoblù, che con grande reattività prima respinge e poi salva sulla linea il pallone del possibile pareggio. Al 43’ è ancora lo stesso Colleoni a opporsi a una doppia conclusione del Vis Nova, che attacca costantemente: prima è Fall a provarci con un destro potente e angolato, poi è Schingo ad avventarsi sulla respinta e a concludere ancora una volta contro il portiere. Allo scadere l’occasione è però di marca ospite: Muchetti prova la conclusione dalla distanza, col pallone, che carambola in area, a finire tra le braccia di Ragone.   Un blitz è decisivo. La ripresa è subito in discesa per i brianzoli che dopo soli 4'  sono in area avversaria con Fall, che prova a destreggiarsi ma finisce a terra in area. Per il direttore di gara tutto è regolare e così Cazzaniga prova a riappropriarsi della sfera e a concludere ma il pallone termina alto sopra alla traversa. Due minuti più tardi ed è un’azione manovrata a portare alla conclusione Tranquillini, che in diagonale trova la deviazione in corner di Pellegrini, un minuto ancora dopo è Fall su cross di Gnaziri a trovare un’altra deviazione di un difensore rossoblù: è assedio Vis Nova, ma il castello bergamasco non crolla. La Virtus Ciserano Bergamo, come nella prima frazione, rimane quasi sempre nella propria metà campo, schiacciata dal palleggio brianzolo ma al 27’ rischia seriamente di raddoppiare con il blitz di Spini, che trova a centro area in contropiede Pellegrini, che chiude sul secondo palo di testa ma colpisce solo l’esterno della rete. La risposta neroverde arriva nel minuto successivo, quando un velo di Tremolada libera sulla destra Tranquillini, che prova la conclusione ma non centra lo specchio. La partita vive una storia a sé perché alla mezz’ora arriva il clamoroso raddoppio ospite con Leonardo Pozzoni, che contrasta Fossati e batte Ragone in un solitario tu per tu. Al 37’ fallisce il match point la Virtus, ancora una volta con Pellegrini, che chiude sul secondo palo su un ribaltamento di fronte e colpisce il palo esterno. Le lucertole mollano la presa nel finale, complice l’immensa energia messa in tutta la gara: nonostante ciò, va ancora alla conclusione Fall, che stacca di testa su cross di Valtulina ma non inquadra lo specchio. Finisce così 0-2: la Vis Nova crea e mantiene il dominio per quasi tutta la gara, la Virtus Ciserano Bergamo, invece, fa due blitz, porta a casa bottino pieno e avvicina la salvezza.  

IL TABELLINO

VIS NOVA-VIRTUS CISERANO BERGAMO 0-2 RETI: 5’ Muchetti (VCB), 30’ st Pozzoni (VCB). VIS NOVA (4-4-2): Ragone 6, Tranquillini 6.5, Gnaziri 6 (35’ st Migliavacca sv), Molteni 5.5 (35’ st Caruso sv), De Lisio 6 (31’ st Della Torre sv), Fossati 7, Schingo 5.5 (24’ st Valtulina 6), Tremolada 6, Fall 6.5, Orellana Cruz 5.5, Cazzaniga 6 (40’ st Redaelli sv). A disp. Stropeni, Venier, Dugnani, Giandinoto. All. Mastrolonardo 6.5. VIRTUS CISERANO BERGAMO (4-3-3): Colleoni Mat. 8, Moioli 6 (22’ Chiarparin 6), Pellegrini 7.5, Ricozzi 6.5, Del Carro 7, Bonfanti 7, Pozzoni D. 6.5 (9’ st Capitanio 5.5), Muchetti 6.5, Ambrosini 5.5 (24’ st Pozzoni L. 6.5), Careccia 5.5, Spini 6 (42’ st Jaouhari sv). A disp. Colleoni Mau., Nessi, Galdoune, Haoufadi. All. Del Prato 7. ARBITRO: Di Reda di Molfetta 5. ASSISTENTI: Patruno di Bari e Di Dio di Caltanissetta. AMMONITI: Spini (VCB), Fossati (VN).

LE PAGELLE

VIS NOVA Ragone 6 Leggendo il risultato potrebbe sembrare strano, ma paradossalmente non viene impegnato quasi mai: non può nulla sui due gol. Tranquillini 6.5 Solita prestazione di sacrificio per lui, gioca con la consueta grande intensità che lo porta ad attaccare in costante proiezione offensiva. Gnaziri 6 Leggermente timido, nel complesso guadagna la sufficienza mostrando buone geometrie. (35’ st Migliavacca sv). Molteni 5.5 Non la sua migliore prestazione, rimane ingabbiato dal metodista avversario e non riesce ad illuminare. (35’ st Caruso sv). De Lisio 6 Come sempre uno degli ultimi ad alzare bandiera bianca: difende con veemenza e si protrae spesso in avanti. Unica sbavatura l’errore sullo 0-1. (31’ st Della Torre sv). Fossati 7 Prestazione perfetta del capitano neroverde, forse l’unica pecca è la leggerezza con cui gli scappa Pozzoni, ma i demeriti non sono suoi. Schingo 5.5 Fisicamente e tatticamente gioca la solita buona partita, dal punto di vista delle occasioni fallisce con leggerezza parecchie occasioni. 24’ st Valtulina 6 Il suo ingresso doveva dare la scossa, lo fa ma parzialmente. Tremolada 6 Cerca diverse soluzioni ma non trova sempre la misura giusta. Lotta come un leone su ogni pallone, si salva per questo. Fall 6.5 L’arma più pericolosa è sempre lui, affila la lama ma non riesce a portare a casa nessun gol. Orellana Cruz 5.5 Un po’ fumoso, da un giocatore della sua classe ci si aspetta sempre qualcosa in più. Un po’ più confusionario del solito. Cazzaniga 6 Sottotono ma sempre sul pezzo: sprinta, corre, crossa e cerca sempre la soluzione migliore, senza successo. (40’ st Redaelli sv). All. Mastrolonardo 6.5 I suoi giocano la solita grande partita mostrando personalità e fantasia in fase di costruzione: alla fine del match si contano almeno una decina di palle gol nitide. A far la differenza in negativo sono la sfortuna e il letale cinismo ospite che paradossalmente rende nulla un’ottima gara.   VIRTUS CISERANO BERGAMO Colleoni Mat. 8 Audace e leggiadro, vola tra i pali e difende il risultato per tutti i 96 minuti: se i suoi compagni vincono gran parte del merito è suo. Moioli 6 Costretto a chiedere il cambio dopo soli 22 minuti, un problema fisico lo costringe al ko. 22’ Chiarparin 6 Si vede solo nel finale con una conclusione dalla distanza che impegna Ragone, nei restanti minuti fatica. Pellegrini 7.5 Viaggia su un binario parallelo: prodigiosa la discesa che consegna il pallone a Muchetti, stratosferiche le potenzialità che ha vedendo come gioca il resto della partita. Ricozzi 6.5 Si abbassa sulla linea dei difensori e distribuisce palloni con sapienza, sul tappeto verde di Giussano fa una bella figura. Del Carro 7 Partita perfetta la sua, chiude ogni giocata con eleganza e decisione: non sbaglia nulla. Bonfanti 7 Rozzo e autentico, ogni pallone vagante viene spazzato e gli attaccanti avversari trovano un muro davanti a loro. Pozzoni D. 6.5 Lotta su ogni pallone con lo strapotere fisico che lo contraddistingue, per i giocatori neroverdi difficile contrastarlo. 9’ st Capitanio 5.5 Non riesce ad incidere, non influisce sull’andamento dell’incontro. Muchetti 6.5 La testa che sblocca il match dopo una manciata di minuti è la sua, con esperienza aiuta in ogni fase del gioco. Ambrosini 5.5 Non trova mai lo spunto vincente, un cross e tanta nebbia: è giovane, ha moltissimo talento e può sicuramente fare di più. 24’ st Pozzoni L. 6.5 Sfrutta alla perfezione l’unica palla gol a disposizione, elegante e cinico al punto giusto. Careccia 5.5 Cerca di legare centrocampo e attacco ma non trova mai la giocata decisiva, in ombra complice l’assedio avversario. Spini 6 Complice la tattica adottata da Del Prato rimane isolato e poco produttivo, solo uno spunto nella ripresa per lui. (42’ st Jaouhari sv). All. Del Prato 7 Basa tutto il gioco sul contropiedismo e porta a casa tre punti pesantissimi. I suoi interpretano la partita attendendo nella propria metà campo e cercando di colpire nel momento giusto, risultato? I neroverdi non hanno aspetti negativi ma hanno zero punti, i suoi ragazzi senza bel gioco ne portano a casa tre.   ARBITRO Di Reda di Molfetta 5 Direzione di gara sicuramente al di sotto degli standard: non tiene in pugno il match e diverse scelte sono incomprensibili.  

LE INTERVISTE

Le parole di Colleoni (Virtus Ciserano Bergamo) [video width="848" height="480" mp4="https://www.sprintesport.it/upload/sp/wp-content/uploads/2021/04/WhatsApp-Video-2021-04-25-at-17.32.47.mp4"][/video]   Le parole di Mastrolonardo (All. Vis Nova) [video width="848" height="480" mp4="https://www.sprintesport.it/upload/sp/wp-content/uploads/2021/04/WhatsApp-Video-2021-04-25-at-17.32.46.mp4"][/video]
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400