Cerca

Vis Nova-Sona Serie D: Cazzaniga riacciuffa Rossi ma non basta, solo un punto per le lucertole che ora rischiano davvero

Cazzaniga Vis Nova
I tre punti oggi erano d'obbligo, avrebbero rappresentato una boccata d’ossigeno per avvicinare la salvezza. Ci prova in ogni modo la Vis Nova di Mastrolonardo, che però contro un tranquillo ma agguerritissimo Sona non riesce ad andare oltre l’1-1 e rimanda necessariamente qualsiasi verdetto agli ultimi due incontri, con le bergamasche e la Tritium che dietro si avvicinano pericolosamente. Studio. Nella prima frazione di gioco la partita è piuttosto equilibrata e priva di grandi e lampanti occasioni. La prima infatti, arriva solo al 26’ quando su azione di rimessa, Gerevini prova a concludere dalla distanza, e di controbalzo col mancino impegna seriamente Ragone, costretto all’intervento plastico. La partita si accende timidamente e la risposta casalinga arriva al 30’, quando è Schingo a combinare con Migliavacca e a provare la conclusione potente dal limite dell’area, ma il suo tiro termina alto sopra la traversa. È il preludio all’occasione più importante del primo tempo, che è di marca neroverde: corner di Molteni e stacco imperioso di Dugnani che centra a botta sicura Dal Bosco, che respinge e si vede allontanare il pallone dalle braccia da Boccalari che salva miracolosamente il risultato. Termina così un primo tempo piuttosto opaco e privo di grandi emozioni. Sostituzioni e forcing finale. Nella ripresa, inevitabilmente, la partita cambia registro soprattutto grazie a delle sostituzioni azzeccate, e i padroni di casa attaccano incessantemente alla ricerca di punti. Nei primi minuti sono però gli ospiti a partire forte con una doppia occasione: prima ci prova prima Vaudagna con un tiro-cross dalla destra che impegna Ragone, poi Belem con una staffilata dalla distanza che non centra però lo specchio. La Vis Nova riaccende la miccia al 57’ con lo strappo di Cazzaniga, che serve sulla sinistra Migliavacca ma la conclusione di quest’ultimo è debole e termina sull’esterno della rete. Serve una scossa, che arriva all’ora di gioco, con l’ingresso in campo di Valtulina, Fall e Tremolada. e il primo prodotto è l’ennesima occasione da piazzato che vede protagonisti Molteni, Dugnani e Dal Bosco. Il primo batte alla perfezione un corner ben indirizzato sulla testa del secondo, che schiaccia ancora una volta a terra ma si vede negare il gol dall’ennesima prodezza del portiere. Qualche istante ed è prima Cazzaniga a trovare un salvataggio sulla linea di Belem e poi Molteni, che conclude contro Dal Bosco. Sembra davvero essere stregata la porta di Dal Bosco e paradossalmente, al secondo affondo, a passare in vantaggio sono gli ospiti, con Gerevini che scatta sulla sinistra su un ribaltamento di fronte, scarica per il neo-entrato Rossi che conclude di prima intenzione e trova una risposta non troppo efficace da parte di Ragone, che non trattiene e lascia sfilare il pallone alle sue spalle. È una doccia gelida per le lucertole che provano subito a farsi avanti e riacciuffano il risultato al 76’, quando Valtulina dialoga con Fall e mette al centro una palla deliziosa per Cazzaniga, che anticipa Lavarini e punisce Dal Bosco. Il finale di gara è tutto di marca neroverde con ben quattro nitide occasioni da gol cestinate: il sinistro sull’esterno della rete di Valtulina all' 81', la testa di Fall respinta da Dal Bosco all'87', la serpentina di Orellana e il destro a lato, e infine la clamorosa conclusione alta di Tremolada da due passi in pieno recupero, occasioni che vengono intervallate da un brivido proprio allo scadere, con la traversa piena di uno scatenato Gerevini. Finisce, dunque, in parità la sfida tra Vis Nova e Sona, che si dividono la posta in palio: per i primi decisive le ultime due partite contro NibionnOggiono e Ponte San Pietro, per i secondi un punto innocuo vista l’aritmetica salvezza già conquistata.  

IL TABELLINO

VIS NOVA-SONA M.MAZZA 1-1 RETI (0-1; 1-1): 25’ st Rossi (S), 31’ st Cazzaniga (V). VIS NOVA (4-3-1-2): Ragone 5, Tranquillini 6.5, Gnaziri 6, Molteni 6.5, Dugnani 6.5, Fossati 6, Proserpio 6 (16’ st Tremolada 5), Giandinoto 6 (25’ st Orellana Cruz 6), Migliavacca 5 (16’ st Fall 7), Cazzaniga 7 (41’ st Fadda sv), Schingo 5.5 (16’ st Valtulina 7). A disp. Foresti, De Lisio, Fossati, Della Torre. All. Mastrolonardo 6.5. SONA (4-3-3): Dal Bosco 8, Maicon 6 (19’ st Lavarini 6), Belem Nacarato Lucas 7, Boccalari 6.5 (37’ st Belfanti sv), Frinzi 7, Dellafiore 7, Marchesini 7, Vaudagna 6.5, Torri 6 (23’ st Rossi 7), Numerato 6 (19’ st Valbusa sv (42’ st Fazio sv), Gerevini 7.5. A disp. Rosa, Multari, Caldeo, Bentivoglio. All. Damini 6.5. ARBITRO: Verrocchi di Sulmona 6.5. ASSISTENTI: Carchesio e Chiaravoli. AMMONITI: Tranquillini (V), Proserpio (V), Marchesini (S).  

LE PAGELLE

VIS NOVA Ragone 5 Leggero su Rossi, presente nelle altre poche occasioni. Tranquillini 6.5 Autorevole, prestazione di assoluta sostanza per lui, ormai una certezza. Gnaziri 6 Nel primo tempo fa moltissima fatica, nella ripresa si esalta in dribbling. Molteni 6.5 Uno dei migliori dei suoi, lotta su ogni pallone e in cabina di regia si fa sentire. Dugnani 6.5 Solo uno strepitoso Dal Bosco gli nega la gioia di ben due reti, in occasione del gol di Rossi è un po’ in ritardo. Fossati 6 Pienamente sufficiente, nel parco difensivo neroverde fa il suo intercettando diverse possibili occasioni. Proserpio 6 Giocare da ammonito quasi tutta una partita non è facile, solita sostanza. 16’ st Tremolada 5 Legge grandi traiettorie ma quell’errore al 92' pesa come un macigno. Giandinoto 6 Alti e bassi per lui, dà l’impressione di poter osare di più. 25’ st Orellana Cruz 6 Non ha molti minuti a disposizione ma prova a metterci lo zampino, ci va vicinissimo. Migliavacca 5 Dopo la tripletta di settimana scorsa arriva una giornata no, troppi errori in fase di impostazione, ci mette il cuore ma non basta. 16’ st Fall 7 Cambia completamente volto alla partita, la sua velocità mette in crisi la retroguardia rossoblù. Cazzaniga 7 Come sempre ci mette la faccia, dimostrandosi letale e cinico davanti alla porta. (41’ st Fadda sv). Schingo 5.5 Un po’ avulso alla manovra quest’oggi, fatica a lasciare il segno e va poco vicino al bersaglio. 16’ st Valtulina 7 Al pari di Fall stravolge l’andamento dell’incontro, delizioso l’assist per il pari di Cazzaniga, non dà punti di riferimento. All. Mastrolonardo 6.5 I suoi devono fare i conti con loro stessi: le occasioni da gol fioccano, l’interpretazione della gara, come spesso accade, è quasi ottimale. Viene spontaneo chiedersi “cosa manca?”. La risposta? I gol.   SONA M.MAZZA Dal Bosco 8 Abbassa la saracinesca e si trasforma nel supereroe di giornata: si arrende solo al tap-in di Cazzaniga, per il resto salva almeno quattro gol fatti. Maicon 6 L’uomo più atteso di giornata dopo la Partita del Cuore di qualche giorno fa: solido e con una grande esperienza, ma leggermente in sofferenza quando Cazzaniga lo punta. 19’ st Lavarini 6 Si addormenta in occasione del pareggio giussanese quando si perde Cazzaniga, nel restante tempo spinge con costanza. Belem Nacarato Lucas 7 Il Sona ha già un nuovo Maicon in casa: fisico, progressioni e tanta, tantissima pericolosità. Boccalari 6.5 Quadrato e tattico, nell’impostazione della manovra dal basso c’è sempre il suo zampino, salva un gol già fatto sul colpo di testa di Dugnani. (37’ st Belfanti sv). Frinzi 7 Prestazione autorevole, legge qualsiasi traiettoria di marca neroverde e non lascia spazio. Dellafiore 7 Esperienza da vendere e tanta intelligenza, uno dei migliori in campo. Marchesini 7 Cinismo, atletismo e pericolosità: manda in affanno spesso sulle ripartenze rossoblù. Vaudagna 6.5 Tanto sacrificio ma anche qualità, copre moltissime zolle, si impegna e non poco. Torri 6 Tanto movimento ma poco spazio per incidere, si fa male e viene sostituito. 23’ st Rossi 7 Ci impiega solo due minuti per sbloccarla, crea ulteriori minacce. Numerato 6 Prova sempre ad inventare qualcosa di nuovo, sbatte sui difensori neroverdi. (19’ st Valbusa sv) (42’ st Fazio sv). Gerevini 7.5 Trascinatore dei suoi, disegna l’assist per Rossi e si ferma solo sulla traversa, giocatore completo. All. Damini 6.5 I suoi non avevano più nulla da dire ma interpretano la gara con personalità e proseguono la striscia di imbattibilità, come? Difendendo con una linea difensiva che regge alla perfezione, complice la grande giornata di Dal Bosco e con delle ripartenze micidiali.   ARBITRO Verrocchi di Sulmona 6.5 Direzione di gara equilibrata, nel complesso non prende decisioni ad alto coefficiente di rischio.  

LE INTERVISTE

VIS NOVA Difficile commentare un periodo negativo fatto di soli 2 punti nelle ultime 6 partite ed una situazione di classifica che ora si fa davvero preoccupante, soprattutto se a buone prestazioni vengono abbinati così pochi punti. Appare molto sconfortato Agostino Mastrolonardo, tecnico della Vis Nova, che al termine della gara commenta così: «Lo stato d’animo, in questo momento, è sotto ai piedi, mi rendo conto che se, nonostante le opportunità avute, non vinci queste partite, la situazione si complica. Loro erano molto sereni vista la situazione in classifica e con un tiro solo hanno portato a casa tre punti, per l’ennesima volta abbiamo sciupato una grande occasione e siamo qui a ripeterci le stesse cose». Nell’equilibrio del match incidono soprattutto i cambi, che portano alla rete del pareggio e ad un gioco marcatamente più offensivo, cambi spiegati così dal tecnico delle lucertole: «Il Sona oggi ha fatto un buon primo tempo e poi è calato, noi invece siamo cresciuti d’intensità soprattutto con l’ingresso dei “vecchi”. Finché non si vedono gli allenamenti esternamente si fa fatica a capire: Valtulina e Tremolada non erano pronti e si sono allenati poco, Fall ha dovuto fare i conti con un lungo stop per Covid e dunque non potevo rischiarli dall’inizio. Il caldo, poi, mi ha fatto optare per i giovani, che hanno molta più gamba e quindi ho voluto provare a fare dei cambi per vincerla, purtroppo non ci siamo riusciti».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400