Cerca

Chieri-HSL Derthona Serie D: uno strepitoso Rosti salva i bianconeri, Spoto firma il gol vittoria

Chieri-Hsl Derthona Serie D img_0771

Colpo esterno dell’HSL Derthona nell’anticipo della 36esima giornata di Serie D: i bianconeri di Giovanni Zichella vincono in casa del Chieri grazie alla rete realizzata da Michele Spoto. Ritmi altissimi per le due formazioni che si dividono di fatto i due tempi: se nella prima frazione è stato il Chieri a mostrare un atteggiamento più propositivo, nella seconda frazione è emersa la forza e il carattere dell’HSL Derthona che, con la classe e la fantasia di Mutti e il fiuto del gol di Spoto, ha trovato una vittoria che permette di guardare al futuro con un ottimismo maggiore.

Chieri all’attacco, Rosti tiene in vita il Derthona. Avvio a rilento da parte delle due formazioni, che provano con il giro palla a scardinare la difesa avversaria: la manovra del Chieri sembra essere più fluida e veloce, ma arrivati sul fondo gli uomini di Didu non riescono a concretizzare a dovere le possibili palle gol. Al quarto d’ora prima occasione per i padroni di casa: Ravasi impatta di testa dall’interno dell’area di rigore, ma la sua deviazione termina alta sopra la traversa della porta difesa da Rosti, senza creare particolari grattacapi all’estremo difensore della formazione ospite. Con il passare dei minuti aumenta il pressing del Chieri, che stringe l’HSL Derthona all’interno della propria metà campo senza concederle possibilità di sviluppare la propria manovra. Al 21’ Della Valle recupera in scivolata un bel pallone e calcia dai 30 metri con il sinistro trovando la respinta di Rosti: sulla ribattuta Bianco trova la deviazione vincente, ma la sua posizione di partenza irregolare fa sì che il suo gol venga giustamente annullato dal direttore di gara. Piovono occasioni per il Chieri, che nel giro di pochi minuti crea altre due nitide occasioni da gol. La prima ha origine da un traversone dalla sinistra ben raccolto da Ravasi, che gira di testa e non centra per poco lo specchio della porta. La seconda ha come artefice Ravasi che, arrivato sul fondo, offre un ottimo traversone a Pedrabissi che conclude di prima intenzione verso la porta: un super intervento di Rosti salva l’HSL Derthona. Il Chieri cresce dal punto di vista del gioco, della velocità e delle occasioni. L’HSL Derthona, che prova ad avanzare solo con imprecise e sporadiche offensive individuali, porta il prezioso risultato di parità all’intervallo.

Spazi interessanti, Mutti e Spoto ne approfittano. Il secondo tempo si apre con un Chieri che riparte con la stessa grinta e attenzione con cui aveva chiuso la prima frazione. Al 10’ di gioco Pedrabissi prova a rendersi pericoloso con una conclusione dalla distanza: Rosti si allunga e devia la sfera sulla traversa. L’HSL Derthona risponde con una bella triangolazione di squadra. Grande invenzione di tacco di Mutti che trova in area di rigore Spoto: il numero 9 della formazione ospite viene murato da un super intervento in scivolata al momento della sua conclusione verso la porta. L’HSL Derthona insiste e trova la rete del vantaggio: altro lancio da parte di Mutti per Spoto che, a tu per tu con Marenco, non può fare altro che depositare la sfera in fondo al sacco. Il Chieri, accusato il colpo in una delle primissime offensive da parte della formazione ospite, prova a rialzare la testa affidandosi ancora una volta all’estro di uno scatenato Pedrabissi: la sua punizione calciata in maniera perfetta dal limite trova sulla traiettoria un super Rosti che, allungandosi, devia ancora una volta la conclusione dell’attaccante del Chieri sul palo. Nei minuti finali del match il Chieri sembra aver perso lucidità, attenzione e grinta rispetto a quanto mostrato nel corso dei primi 45 minuti. Il forcing abbozzato negli ultimissimi minuti da parte della formazione allenata da Didu non porterà ai risultati sperati per il Chieri: gli ospiti sebbene abbiano tremato in occasione della traversa colpita in pieno recupero da Ferrandino, che da calcio di punizione ha sfiorato la rete del pareggio disegnando una stupenda traiettoria con il suo sinistro su cui questa volta niente avrebbe potuto Rosti, riescono a non farsi scappare tre punti molto importanti.

 

IL TABELLINO

CHIERI-HSL DERTHONA 0-1 RETI: 18' st Spoto (H). CHIERI (4-3-3): Marenco 6.5, Pezziardi 7, Pautassi 7, Sangiorgi 5.5 (25' st Castelletto 6), De Letteriis 7, Benedetto 6, Della Valle  6.5 (32' st Ozara sv), Gerbino 6 (38' st Pompilio sv), Bianco 6 (29' st Valenti 6), Ravasi 6, Pedrabissi 7 (25' st Ferrandino 6.5). A disp. Finamore, Dalmasso, Spera, Rossi. All. Didu 6.5. HSL DERTHONA (4-2-3-1): Rosti 8, Brumat 5.5, Gualtieri 6.5, Tordini 6.5, Emiliano 6, Lipani 6, Zerbo 6 (44' st Akouah sv), Cardore 5 (30' Mutti 7, 41' st Magnè sv), Spoto 7 (37' st Mingiano sv), Manasiev 6, Gueye 5.5. A disp. Parodi, Gjura, Maggi, Andriolo, Casagrande. All. Zichella 7.5. ARBITRO: Costa di Catanzaro 6. COLLABORATORI: Antonicelli di Milano e Annoni di Como. AMMONITI: 24' Brumat (H), 38' Lipani[01] (H), 21' st Mutti[00] (H), 46' st Manasiev (H).

 

LE PAGELLE

CHIERI

Marenco 6.5 Spettatore non pagante nel corso del primo tempo, nella ripresa incassa una rete su cui poco di più avrebbe potuto fare. Pezziardi 7 Brillante lungo la fascia di sua competenza, spinge e corre durante tutto l’arco della partita. Pautassi 7 Sforna cross molto interessanti, ottimi i suoi ripiegamenti sugli attaccanti della formazione bianconera lanciati verso la porta avversaria. Sangiorgi 5.5 Rischia di perdere qualche pallone velenoso in mezzo al campo, è autore di qualche entrata in ritardo che costa al Cheri rischiosi calci di punizione. 25’ st Castelletto 6 Discreto lavoro in fase difensiva, più timido quando è il Chieri a provare il disperato assalto al pareggio. De Letteriis 7 Fa valere tutto il suo fisico nelle palle alte, limita più volte le incursioni degli attaccanti dell’HSL Derthona. Benedetto 6 Tiene bene la linea difensiva insieme al compagno di reparto De Letteriis. Poche le sbavature all’interno del suo match. Della Valle 6.5 Recupera ottimi palloni e prova in qualche circostanza la conclusione da fuori con risultati più che sufficienti (32’ st Ozara sv). Gerbino 6 Si abbassa per ricevere il pallone e avviare l’azione dal basso, svolge un ottimo lavoro di raccordo tra attacco e difesa (38’ st Pompilio sv). Bianco 6 Poco nel vivo dell’azione nel corso del primo tempo, con il passare dei minuti è sempre più presente all’interno della manovra del Chieri. 29’ st Valenti 6 Un quarto d’ora abbondante in cui prova a guidare la propria squadra verso un disperato pareggio. Ravasi 6 Non temporeggia quando un atteggiamento di questo tipo era altamente consigliato, ci prova di testa e con qualche conclusione palla a terra ma non è preciso. Pedrabissi 7 Palo e traversa per lui, tra le sue conclusioni e il gol si frappone sempre un super Rosti. Nella ripresa sfiora un gol capolavoro dalla distanza, ma ancora una volta il numero 1 ospite gli nega la gioia del gol. 25’ st Ferrandino 6.5 Si muove molto bene tra le linee, conquistandosi ottimi calci di punizione utili a far rifiatare i compagni. Ingresso molto positivo. All. Didu 6.5 Atteggiamento molto propositivo da parte della sua formazione in avvio, l’ottima spinta dei terzini sulle due corsie è un’arma che torna sempre molto utile ai padroni di casa. Nella ripresa i suoi uomini finiscono anzitempo la benzina e sono incapaci di reagire.

HSL DERTHONA

Rosti 8 Si fa trovare sempre pronto e sicuro quando viene chiamato in causa. Parate sicure e importanti, è spettacolare sui due tentativi di Pedrabissi, allungando la sua conclusione una prima volta sulla traversa e la seconda sul palo. Brumat 5.5 Non è sempre preciso negli interventi, rimedia un’ammonizione evitabile e commette qualche errore in impostazione. Gualtieri 6.5 Risulta impreciso in qualche appoggio in mezzo al campo, chiude bene tutti gli spazi sulla fascia sinistra in fase di non possesso. Tordini 6.5 Ottimo lavoro in fase di interdizione, si mostra sempre sicuro dei propri mezzi e nelle entrate sui portatori di palla avversari. Emiliano 6 Imposta sicuro dalle retrovie, chiude bene tutti gli spazi senza concedere campo agli attaccanti avversari. Lipani 6 Gira saggiamente la sfera quando questa transita dai suoi piedi, a volte ha un atteggiamento eccessivamente aggressivo. Zerbo 6 Si presenta subito molto mobile in mezzo al campo, svaria senza dare punti di riferimento ai difensori avversari (44’ Akouah sv). Cardone 5 Gioca soltanto mezz’ora di gioco in cui non riesce ad essere utile per la sua squadra. 30’ Mutti 7 Buon lavoro in entrambe le fasi, è dinamico e molto spesso propositivo. È suo l’assist per il vantaggio dell’HSL Derthona (41’ st Magne sv). Spoto 7 Non pervenuto nel corso della prima frazione, nella ripresa apre il match con un preciso tocco di destro su cui nulla può Marenco. La sua prestazione lievita notevolmente da quel momento in poi (37’ st Mingiano sv). Manasiev 6 È spesso costretto ad abbassarsi per trovare palloni giocabili, perdendo però parecchi metri per la costruzione del gioco. Nella ripresa lievita la sua prestazione. Gueye 5.5 Ottimo lavoro in fase di copertura, fatica notevolmente quando è la sua squadra a proporre gioco. All. Zichella 7.5 Baricentro troppo basso e troppi pericoli corsi nel primo tempo, serve un super Rosti a salvare il suo Derthona. Nella ripresa è tutta un'altra squadra quella che scende in campo: un atteggiamento diverso che coincide con la vittoria dei bianconeri.

ARBITRO Costa di Catanzaro 6 Buona la gestione della partita: sono rare le sue sbavature all’interno di un match che è sempre stato sotto il suo controllo. Opportuna e saggia anche la gestione dei cartellini.

 

LE INTERVISTE

A fine partita l’allenatore del Chieri Marco Didu ha commentato così la sconfitta della sua squadra contro l’HSL Derthona: «Fa male perdere delle gare di questo tipo perché mi dispiace innanzitutto per i ragazzi dopo tutto ciò che fanno durante tutta la settimana e per quello che mettono in campo ogni domenica. Nel primo tempo abbiamo fatto un’ottima gara, sia dal punto di vista atletico sia dal punto di vista della circolazione della palla. Era impensabile tenere quel ritmo anche nel corso di tutto il secondo tempo: nella seconda frazione abbiamo fatto comunque una buona gara, colpendo due legni e proponendo il nostro gioco. Oggi c’è sicuramente molto rammarico per una partita che alla fine non ci ha premiato. Queste sono sconfitte che fanno male ma che devono fare riflettere: la strada da seguire è questa ed è sicuramente quella giusta. Nell’arco di tutto l’anno abbiamo alternato momenti migliori ad altri peggiori: dobbiamo migliorare tutti sotto l’aspetto della continuità. Abbiamo avuto una buona mentalità e un buon approccio alla gara e probabilmente un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto».

  https://youtu.be/ujluflfeDKE
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400