Cerca

Caronnese-Castellanzese Serie D: una doppia magia di Chessa ipoteca i playoff, Roberto Gatti non vestirà rossoblù il prossimo anno

caronnese-castellanzese serie d
Caronnese per chiudere al meglio la propria stagione, Castellanzese per ipotecare un posto nei playoff: a imporsi per 2-0 sono i neroverdi che ringraziano Chessa - giunto a 33 gol in campionato e fresco di firma per un'altra stagione con la Castellanzese - che nella prima frazione e nel giro di soli 5' di gioco mette a segno una doppietta strabiliante; Mazzoleni & Co. ipotecano così quel sogno playoff, e ora cercheranno di proseguire il cammino per provare ad ottenere il miglior piazzamento in classifica. Per la Caronnese un finale amarissimo di campionato: partita con il favore dei pronostici (almeno per quanto riguarda la disputa dei playoff), la squadra di Roberto Gatti nelle ultime uscite ha sempre deluso le aspettative, tanto che lo stesso tecnico rossoblù in sala stampa ha affermato che la sua avventura in maglia Caronnese finirà con il termine del campionato.


Caronnese e Castellanzese in campo prima del fischio d'inizio

Doppi Chessa in 5'. Solo al 2' di gioco la Castellanzese conquista un corner: sul punto di battuta si presenta Ghilardi, che opta per il passaggio corto per Fusi che calcia di potenza ma non trova lo specchio. Pochi istanti dopo ancora neroverdi insidiosi con Chessa che libera il destro, ma la risposta di Angelina è provvidenziale. La risposta della Caronnese arriva all'8': Bernocchi galoppa sulla destra calciando potenza, deviazione di Ghilardi, ma è miracolosa l'uscita bassa di Indelicato. Due giri di orologio dopo brutta regola per la Castellanzese: Talarico non riesce a continuare, dentro Negri. Al 13' Corti sprinta sulla destra, cerca Colombo e trova Chessa che calcia la botta, ma ancora una volta Angelina è attento e mura. Al quarto d'ora la Castellanzese trova il vantaggio con Chessa: Corti si invola a rete, trova Colombo che non riesce a girarsi, ma il numero 7 neroverde arriva dalle retrovie e con un missile angolatissimo supera Angelina. La Caronnese risponde subito con la splendida azione di Putzolu e Rocco che vanno alla ricerca di Siani, il numero 7 non riesce ad agganciare la sfera per un soffio. Al 20' arriva il raddoppio della formazione ospite: Ghilardi recupera il pallone, serve Chessa che di precisione dai 30 metri batte nuovamente l'estremo difensore di casa. Brividi a metà prima frazione: Siani offre l'assist al bacio per Siani che incorna, la la sfera termina di poco sopra la traversa. Alla mezz'ora Gatti opta per il primo cambio: fuori Gualtieri dentro Costa. Al 32' Rocco prova ad accorciare le distanze, ma Indelicato risponde presente con i pugni. Equilibrio e poche occasioni. In avvio ripresa Gatti effettua il secondo cambio, fuori Siani dentro Gargiulo. All'8' ghiotta occasione per Banfi che però si allunga un po' troppo il pallone che termina sul fondo. La risposta della Castellanzese arriva pochi istanti dopo con Perego, che dopo aver ricevuto la sfera da Chessa, calcia di potenza, ma il tiro è fuori dallo specchio. Al quarto d'ora errore di Indelicato che esce dai pali, sul pallone di avventa Siani, l'ampio i neroverdi ci mettono una pezza. Al 26' Vernocchi cerca e trova Becerri che riesce a girarsi e a innescare Calí: destro potente ma di poco alto sopra la traversa. Alla mezz'ora ancora Caronnese che prova ad accorciare con Torino, ma Indelicato nuovamente risponde presente. Allo scadere ci prova anche Gargiulo, ma è ancora un nulla di fatto. Nonostante i 5' di recupero assegnati dal fischietto di Nola il risultato resta fisso sul 2-0 per la Castellanzese, che ipoteca definitivamente i playoff.

IL TABELLINO

CARONNESE-CASTELLANZESE 0-2 RETI: 15' Chessa (Cas), 20' Chessa (Cas). CARONNESE (4-3-1-2): Angelina 6.5, M'Zoughi 6.5, Gualtieri 5 (27' Costa 6), Cosentino 5.5, Travaglini 6, Vernocchi 6.5, Siani 5.5 (1' st Gargiulo 6), Putzolu 5.5 (12' st Torin 6), Banfi 5.5 (43' st Battistello sv), Rocco 6 (18' st Becerri 5.5), Calì 6. A disp. Marietta, Arcidiacono, Galletti, Yamba. All. Gatti 6. CASTELLANZESE (3-5-2): Indelicato 7, Concina 6.5, Perego G. 6.5, Alushaj 7, Chessa 8 (27' st Perego A. 6), Colombo 6.5 (31' st Tagliamonte 6), Fusi 6.5 (31' st Molinari 6), Corti 7 (24' st Bigotto 6), Mecca 6, Talarico sv (10' Negri 6.5), Ghilardi 6.5. A disp. Porro, Ornaghi, Gulinelli, Sestito. All. Mazzoleni 7.5. ARBITRO: Angelillo di Nola 6. ASSISTENTI: Brizzi di Aprilia e Di Bartolomeo di Campobasso. AMMONITI: 12' Gualtieri (Car), 38' Ghilardi (Cas), 14' st Chessa (Cas), 34' st Becerri (Car).

LE PAGELLE

CARONNESE Angelina 6.5 L'estremo difensore resta uno dei migliori in campo. Nella prima frazione compie due mezzi miracoli prima su Chessa e poi su Corti. La qualità c'è e anche i tempi di uscita, i due gol sono un fulmine a ciel sereno su cui non ha grandissime colpe. M'Zoughi 6.5 Parte sulla destra, poi l'uscita di Gualtieri lo porta sulla sinistra, e regge bene. È uno dei pochi che cerca di attaccare la profondità e di portare l'attacco di casa in zona Indelicato. Bene in fase di spinta, e non dimentica mai quella di non possesso. Gualtieri 5 Mezz'ora assolutamente sottotono. Rimedia un'ammonizione e fatica a contenere un giocatore come Chessa e anche Colombo. 27' Costa 6 Meglio rispetto al compagno; entra e si posiziona sulla destra, e se nella prima frazione non compie grandi azioni, nella ripresa cercare di spingere in avanti i suoi andando alla ricerca di Putzolu e Calì. Cosentino 5.5 Parte nel migliore dei modi, frenando in diverse circostanze il duo Chessa-Colombo, cala notevolmente nella seconda frazione di gioco, dove commette errori un po' grossolani. Travaglini 6 In difesa è forse uno dei pochi che si salva. Cerca di mettere ordine quando non c'è e prova a far ripartire la squadra. Corti gli dà un po' di noie, ma tutto sommato riesce quasi sempre ad arginare il pericolo. Vernocchi 6.5 Il giocatore più pericoloso dei rossoblù. Arriva alla conclusione in diverse circostanze, ma davanti a sé trova un Indelicato in grandissima forma. Resta comunque la mina vagante della Caronnese, capace di creare diversi grattacapi alla retroguardia avversaria. Siani 5.5 Tanta tecnica, ma poca sostanza. Viene completamente annichilito da Alushaj e da Negri che lo contengono alla perfezione. Qualcosa di buono si vede in avvio gara, ma non basta. 1' st Gargiulo 6 Mette pulizia in mezzo al campo e prova a proporsi con tiri potenti da fuori area. Sufficienza piena, soprattutto per l'atteggiamento in campo. Putzolu 5.5 La precisione nel passaggio c'è tutta, ma manca lo spirito del leader, e la fascia sul braccio la ha proprio lui. Pecca in atteggiamento e in cattiveria agonistica e non riesce a rendersi mai insidioso. 12' st Torin 6 Entra e cerca di proporsi in avanti, la sufficienza è piena perché ci prova fino allo scadere. Banfi 5.5 Discorso analogo a quello fatto per Siani. Il numero 9 rossoblù parte discretamente, poi non rientra mai nel vivo della partita. Poche occasioni per lui, vero, ma nessuna viene finalizzata. (43' st Battistello sv). Rocco 6 Il classe '98 è uno dei pochi che prova a far male all'avversario. Arriva anche al tiro in un paio di circostanze, ma Indelicato è sempre pronto a dirgli no. Premiata la grinta. 18' st Becerri 5.5 Non riesce a svoltare la partita e troppo spesso perde palla sull'attacco di Alushaj e Concina. Calì 6 Un altro che almeno ci prova. Gli manca concretezza e precisione, però arriva a calciare in porta. Ha tecnica e qualità, manca quel pizzico di cattiveria in più. All. Gatti 6 I suoi ragazzi peccano in atteggiamento. Lui li sprona dal 1' di gioco al 90' ma la squadra non sembra rispondere. Vero, la Caronnese aveva poco da chiedere a questo finale di stagione, ma le attenuanti in questo frangente servono a poco. CASTELLANZESE Indelicato 7 Quando viene chiamato in causa lui c'è. Il classe 2002 resta una pedina inamovibile, donando sicurezza a tutto il reparto arretrato. Bene anche nei rinvii con i piedi. Concina 6.5 Esegue il suo compitino alla perfezione, riuscendo a contenere un giocatore come Putzolu e senza andare mai in affanno. Nella ripresa segue come un'ombra Becerri e non lo lascia mai girare. Perego G. 6.5 Tante, tantissime palle recuperate in mezzo al campo. Il classe 2001 è forse uno dei giocatori che nel corso della stagione è maturato di più. Non teme il pericolo ed è bravo ad arginare le giocate di uno come Cosentino. Alushaj 7 Il solito faro neroverde della retroguardia. Sempre attento in ogni fase di gioco, Siani e Banfi con lui vengono assolutamente annichiliti. Ottimo anche nei contrasti aerei. Chessa 8 33 gol stagionali dovrebbero bastare come spiegazione al voto. Super Mario continua a regalare gioie ai tifosi neroverdi, e la vittoria importantissima sulla Caronnese porta la sua doppia firma. Sempiterno. (27' st Perego A. 6). Colombo 6.5 Non trova la via del gol, ma dei varchi assolutamente interessanti. Il capitano è quello che fa il lavoro sporco fra le linee e serve sempre al bacio i compagni di squadra. Leader.(31' st Tagliamonte 6). Fusi 6.5 Nel primo tempo parte a spron battuto e mette in difficoltà tutta la retroguardia rossoblù con giocate intelligenti e precise. Cala un po' nella ripresa, ma la performance è assolutamente positiva. (31' st Molinari 6). Corti 7 L'attaccante neroverde ha fame e si vede; arriva alla conclusione in un paio di situazioni, ma Angelina gli dice no. Prezioso il suo apporto là davanti, dove fa a spallate con chiunque. (24' st Bigotto 6) Mecca 6 Non brilla come suo solito, ma il recupero di tante palle passa dai suoi contrasti. Qualche inserimento è da rivedere, ma tutto sommato la prova è sufficiente. Talarico sv 10 minuti e poi un risentimento muscolare. Peccato. 10' Negri 6.5 Entra praticamente a freddo, ma si fa subito trovare pronto. In fase di non possesso sbaglia poco o nulla, bene anche in quella di spinta sulla destra. Ghilardi 6.5 Solito grande lavoro sulla fascia di competenza, con buone intuizioni anche in fase offensiva. Fiato e corsa da vendere, che mettono in difficoltà l'avversario. All. Mazzoleni 7.5 I neroverdi coronano il sogno playoff. Il suo modulo e le sue idee si adattano alla perfezione alla Castellanzese. Ora il tecnico ha due partite per provare ad ottenere il miglior piazzamento possibile. ARBITRO Angelillo di Nola 6 Poche sviste commesse, forse solo qualche errorino sul fuorigioco. Ma ha personalità e frena ogni polemica sul nascere.

LE INTERVISTE

Roberto Gatti, tecnico della Caronnese è amareggiato e annuncia il suo addio alla società: « Siamo stati forse un po' presentuosi a usare il solito modulo e abbiamo lasciato troppo spazio a Chessa che ha legittimato una vittoria assolutamente meritata. Il nostro campionato è cambiato con la sosta e quando abbiamo "perso" Scaringella e Corno; non abbiamo più avuto la concretezza sotto porta. Credevo che questi ragazzi potessero crescere molto di più e abbiamo pagato le assenze di giocatori più esperti. Questo è il momento di dire che per me l'avventura a Caronno finisce. Senza polemiche perché la società è assolutamente ben strutturata e mi ha regalato tutto ciò che volevo, ma parlo proprio dell'atteggiamento dei giocatori, quindi mi faccio da parte». Achille Mazzoleni, allenatore della Castellanzese è soddisfatto dei suoi: « Non so ancora tutti i risultati, ma con questi tre punti ci troviamo con entrambi i piedi nei playoff. L'abbiamo indirizzata subito e sono contento, però abbiamo sbagliato qualcosina nel secondo tempo, dove abbiamo rischiato qualcosa di troppo. La prestazione di oggi visto le temperature è assolutamente positiva. Il primo obiettivo era fare come nel girone d'andata, ovvero raccogliere 34 punti e ci siamo riusciti, aggiungendo la ciliegina, la conquista dei playoff. Sicuramente un traguardo strameritato, ora cercheremo di giocarci la miglior posizione possibile per dire la nostra».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400