Cerca

Casale - Sanremese Serie D: l'asse Convitto-Gagliardi funziona, colpo esterno dei liguri

Sanremese - Gagliardi

Sanremese - Gagliardi

In un Natale Palli in versione calderone bollente è andato in scena un grande classico della Serie D, ovvero Casale – Sanremese, due società ambiziose e storiche, accomunate da un’agguerrita rivalità tra le tifoserie. A portarsi a casa i tre punti sono meritatamente i liguri, bravi ad imporsi per 2-1 contro un Casale che ci ha comunque provato ma che è sembrato molto in debito di ossigeno a differenza dei ragazzi di Andreoletti, i quali han giocato un primo tempo di altissimo livello e una ripresa di intelligenza tattica da grande squadra. Convitto in giornata La Sanremese parte subito determinata e nei primi minuti è Convitto a creare scompiglio nella difesa nerostellata, prima con un tiro senza alcuna pretesa al 4’ e poi al 9’ con un bello slalom in area culminato con una conclusione con la punta del piede deviata bene in angolo dall’attento Drago. Il Casale non si fa intimidire ed è il 15’ quando lo stadio Palli assiste alla prima perla stagionale di Marc Lewandowski: punizione da circa 30 metri, il fantasista francese lascia partire un sinistro micidiale che non lascia scampo al giovanissimo portiere (2005) Bolhi. Grande la gioia sia del numero 10 sia dei tifosi nerostellati che aspettavano da tanto un suo gol. La Sanremese non ci sta e reagisce subito, prima Mikhaylovskiy (palla alta sopra la traversa in girata) e poi Convitto (murato da Drago) non trovano la via del gol che tuttavia arriva comunque al 26’ con Gagliardi bravo a sfruttare un errore della difesa nerostellata nel posizionamento e a infilare l’incolpevole Drago. La partita è bella e le squadre non risparmiano energie nonostante il caldo torrido di Casale. Al 30’ è ancora Lewandowski a rendersi pericoloso: Colombi scippa il pallone a Bregliano sulla fascia e serve in mezzo il francese tutto solo, ma Mikhaylovskiy ci mette una pezza e devia in angolo di piede. I liguri giocano un calcio meraviglioso e meriterebbero il vantaggio, che non arriva per poco sul finale di primo tempo, prima ancora con Convitto che calcia di poco a lato e poco dopo con Murgia, il quale scarta Drago ma tira clamorosamente fuori ad un metro dalla porta. Calo Sanremese ma Poesio sbaglia Nella ripresa il ritmo inevitabilmente cala e la Sanremese sembra in debito di ossigeno per quanto riguarda l’intensità e il Casale prova sin dai primi minuti ad approfittarne. Al 5’ un cross velenosissimo di Fabbri coglie la difesa della Sanremese di sorpresa, sulla palla si avventa Romeo, il quale tuttavia non aggancia e la sfera termina a lato. Purtroppo per il Casale però, la sfortunata giornata di Poesio è testimoniata al 10’ da una palla velenosissima  a metà campo, palla persa e via al contropiede di Convitto, il quale sfugge troppo facilmente alla leggera marcatura a uomo di Guida e serve Gagliardi tutto solo che non può sbagliare il tap-in. I liguri passano cosi in vantaggio nel momento peggiore della loro partita, grazie ad un regalo che non ti aspetti da parte di un giocatore del calibro di Poesio. Cala il ritmo ma non gli animi delle due squadre che vogliono vincere la partita, tanti infatti sono i contrasti di gioco duri che contribuiscono ad aumentare il nervosismo. Buglio è costretto a sostituire Lewandowski visto l’alto rischio di un secondo giallo, riducendo di fatto ogni possibilità di creare pericoli dalle parti di Bolhi. La fantasia dei nerostellati infatti cala inevitabilmente e solo una reazione di cuore e orgoglio può portare al pareggio, che però non arriva. Nei minuti finali la Sanremese regge senza patemi e si porta a casa altri 3 punti fondamentali, con i quali ipotecano probabilmente un posto meritato nei playoff nonostante i due punti di penalizzazione. Un pizzico di rammarico per il Casale, incapace di reagire al vantaggio della Sanremese.

IL TABELLINO

CASALE – SANREMESE 1-2 Reti: 15’ Lewandowski (C), 26’ e 10’ st Gagliardi (S) CASALE (4-3-3): Drago 6, Nouri 6 (23’st Bettoni 6), Fabbri 5.5, Raso 5.5 (23’st Mullici 6), Guida 5.5, Todisco 6, Romeo 5.5, Poesio 5.5, Colombi 6 (37’st Nnadi sv), Lewandowski 7.5 (23’st Cocola 6), Lanza 5.5 (30’st Franchini sv). A disposizione: Tarlev, Moolenaar, Vicini, Esposito. All: Buglio 6 SANREMESE (4-3-3): Bohli 6, Ponzio 6 (10’st Pellicanò 6), Bregliano 6.5, Mikhaylovskiy 6.5, Murgia 6 (26’st Castaldo sv), Demontis 6.5, Gagliardi 7.5, Miccoli 6 (1’st Doratiotto 6), Gemignani 6.5, Danovaro 6.5 (26’st Managò 6), Convitto 7 (30’st Fenati sv). A disposizione: Dragone, Coccoluto, Bastita, Elettore. All: Andreoletti 7. Ammoniti: 29’ Bregliano (S), 13’st Lewandowski (C), 13’st Mikhailovksiy (S), 34’st Poesio (C) Arbitro: Gambuzzi di Reggio Emilia 6.5 Collaboratori: Mauriello di Bologna, Melnychuk di Bologna 6.5    

LE PAGELLE

  CASALE All. Buglio 6 Poche le energie dei suoi contro una squadra tecnicamente superiore. Drago 6 Due interventi straordinari su Convitto, nulla può sui gol. Salva comunque il salvabile. Nouri 6 Il migliore della difesa nerostellata, attento in fase difensiva alle scorribande di Murgia, che trova il modo di rendersi pericoloso solo una volta. 23’ st Bettoni 6 Entra con decisione e attenzione in una partita nervosa. Fabbri 5.5 Convitto lo fa diventare matto, non lo prende mai nel primo tempo. Nella ripresa migliora e si fa vedere anche in fase offensiva ma non basta a salvare la prestazione. Raso 5.5 Dai suoi piedi dovrebbe partire la costruzione dell’azione ma il numero 4 nerostellato non sembra particolarmente ispirato. 23’ st Mullici 6 Entra per svolgere compiti diversi da quelli di Raso. Guida 5.5 Qualche imprecisione di troppo, specialmente sul gol del vantaggio dei liguri, dove è troppo soft in marcatura su Convitto. Todisco 6 Tiene in piedi la difesa in qualche modo, ma anche per lui le energie scarseggiano. Romeo 5.5 Troppo spesso corre a vuoto senza mai recuperare realmente palloni importanti. In calo rispetto alle ultime uscite. Poesio 5.5 Fisicamente stanco e lo si nota dai pochi guizzi che ha. Nella ripresa perde una palla banalissima che dà il via al vantaggio Sanremese. Colombi 6 Lotta come un leone contro i difensori della Sanremese che gli rendono la vita complicatissima per 83'. 37’ st Nnadi sv Lewandowski 7.5 Semplicemente monumentale, finalmente trova il primo gol con la maglia nerostellata, ma viene quasi da dire che il gol è marginale visto tutto il lavoro che fa per la squadra. Sostituito perché troppo nervoso. 23’ st Cocola 6 Qualche guizzo ma poca incisività. Lanza 5.5 Praticamente assente per tutto il primo tempo, Bregliano e Danovaro lo annullano. 30’ st Franchini sv SANREMESE All. Andreoletti 7 Primo tempo da grande squadra giocato con ottime trame, nella ripresa il ritmo cala ma i biancoazzurri non subiscono nulla. Bohli 6 Sul gol forse poteva fare meglio, specialmente nello slancio. Ponzio 6 Amministra senza troppi patemi le discese sulla destra dei giocatori del Casale. 10’ st Pellicanò 6 Poco presente nel gioco dei liguri, ma se la cava. Bregliano 6.5 Difensore esperto e lo fa vedere gestendo con lucidità l’ammonizione presa nel primo tempo, da li non commette più errori. Mikhaylovskiy 6.5 Partita solida e rocciosa con poche sbavature e tante ottime chiusure su Colombi e Poesio. Murgia 6 Si muove bene ma sotto porta sciupa un gol clamoroso che per sua fortuna non è determinante per la partita. 26’ st Castaldo sv Demontis 6.5 Lotta a centrocampo senza risparmiarsi, e quando il ritmo cala sale ancora più di livello. Gagliardi 7.5 Sembra avere 4 polmoni, corre in ogni zona di campo per prendersi il pallone o farsi servire in posizione ottimale come sui due gol. Doppietta da incorniciare. Miccoli 6 Partita di attenzione e giocate intelligenti senza forzare nulla. 1’ st Doratiotto 6 Entra con il giusto piglio chiesto da Andreoletti. Gemignani 6.5 Una diga a centrocampo in fase difensiva, ottima gestione del pallone anche in zone che gli competono di meno. Danovaro 6.5 Non ha problemi ad arginare Lanza che dalle sue parti è inesistente. 26’ st Managò 6 Dà il suo contributo nella fase nevralgica del match. Convitto 7 Letteralmente devastante sulla fascia destra. Ci prova in tutti i modi a trovare il gol che meriterebbe ma è sfortunato. In compenso serve il pallone del 2-1 a Gagliardi. 30’ st Fenati sv Arbitro: Gambuzzi di Reggio Emilia 6.5 Partita diretta alla perfezione, non gli sfugge mai di mano anche quando gli animi si scaldano.  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400