Cerca

Villa Valle-Brusaporto Serie D: Iori mattatore, Valsecchi e Asnaghi sugli scudi, De Meio e Ghisa per l’orgoglio giallorosso

Una sconfitta dolce. Questo è ciò che potrebbe descrivere il pomeriggio del Villa Valle, che disputa un primo tempo troppo brutto per essere vero, chiuso sotto di tre reti e andando addirittura sullo 0-4 a inizio ripresa. Poi, scatto d’orgoglio firmato De Meio e Ghisalberti che permettono di ridurre un gap che sarebbe stato demotivante. La sconfitta, però, assume un sapore diverso grazie alla contemporanea sconfitta della Tritium in casa contro il Fanfulla che sancisce la retrocessione della squadra di Trezzo sull’Adda, evitando uno spareggio che sarebbe stato insidiosissimo e festeggiando la salvezza. Dall’altra parte, il Brusaporto chiude con un bel successo e al settimo posto in coabitazione col Breno: un campionato assolutamente soddisfacente. Protagonista indiscusso Iori, autore di una tripletta e davvero eccezionale sotto tutti i punti di vista. A completamento della grande prestazione odierna la rete di Valsecchi, gli assist di Galelli e di Seck e, ancora, il rigore parato da Ansaghi che suggella in particolare una grande prima frazione di gioco. Iori immarcabile. La partita si apre nel ricordo di Giuseppe Baretti, anima e cuore del calcio dilettantistico lombardo, a cui viene dedicato un minuto di silenzio prima dell’incontro. È il succitato Iori a regalare un primo sussulto al 4’, creando apprensione alla difesa avversaria con una bella iniziativa sulla sinistra conclusa con un tiro-cross che si spegne sul fondo, ma è tre minuti più tardi che il numero 11 ha la grande occasione di sbloccare l’incontro con un piatto sinistro a seguito di un rimpallo in area di rigore che lambisce il palo mancino difeso da Pisoni: sono solo le prime avvisaglie di un primo tempo pazzesco. Villa Valle poco brillante e che deve ricorrere spesso al lancio lungo; Brusaporto, di contro, che gioca con la mente libera che riesce a concretizzare la superiorità iniziale al 13’: triangolazione splendida tra Iori e Galelli, con quest’ultimo che serve in modo preciso l’esterno che si infila in area e colpisce a rete da pochi passi. L’autore del gol è incontenibile e la qualità del palleggio nei duetti con l’assist-man della prima rete è tangibile. Il Villa Valle è inesistente, anzi, sono ancora gli ospiti a dominare: sulla sinistra è un continuo assedio, ma stavolta non è il solito Iori bensì Seck a crossare in mezzo per l’accorrente Valsecchi che è lasciato libero di colpire e raddoppiare al 26’. La squadra di Mussa è in confusione e la dimostrazione è il clamoroso errore al 33’ di Cavagna in impostazione che permette a Iori di involarsi in area di rigore e concludere con un diagonale che porta il punteggio su proporzioni pesantissime. Cenni di reazione al 36’: ci prova capitan Crotti con un tiro da fuori area che chiama Asnaghi a un grande intervento in deviazione. È il preludio all’iniziativa di Ghisalberti al 38’ che viene atterrato in area da un avversario e conquista il tiro dagli undici metri, ma la giornata è nera, in quanto Cavagna si fa stregare da Asnaghi e vanifica la possibilità di accorciare le distanze prima dell’intervallo. Tris Iori, reazione Villa Valle. Si comincia da dove si era finito: su un errore di Granillo in attacco, Valsecchi recupera e lancia in modo perfetto uno scatenato Iori che in progressione arriva a pochi passi da Pisoni e lo batte con un tocco comodo. Stavolta, però, si assiste ad una reazione d’orgoglio del Villa Valle, che con De Meio di testa riporta la distanza tra le due compagini a tre reti. Gli uomini di Mussa sono più carichi: Lleshaj ci prova al 10’ con il sinistro ma la sua conclusione non trova lo specchio. Il Brusaporto cala il ritmo e, di conseguenza, la squadra padrona di casa ne approfitta per affacciarsi con maggior frequenza dalle parti di Asnaghi e soci. L’innesto di Castelli si fa sentire: lavora un bel pallone in area di rigore e dopo un batti e ribatti Ghisalberti colpisce e scavalca l’ex di giornata, dimezzando lo svantaggio. Al 25’ Castelli, ben servito da Lleshaj, sfiora il gol del 3-4 con un sinistro che viene parato. Il Brusaporto si fa rivedere avanti con un’azione personale di Seck, che si fa 70 metri palla al piede concludendo alto al momento del tiro. Il cronometro scorre e le notizie da Trezzo sull’Adda anticipano l’esito finale: il Villa Valle è salvo.  

IL TABELLINO

VILLA VALLE-BRUSAPORTO 2-4 RETI: 14’, 33’, 4’ st Iori (B), 26’ Valsecchi (B), 6’ st De Meio (V), 20’ st Ghisalberti (V). VILLA VALLE (4-3-3): Pisoni 5, Brioschi 6, Crotti 6.5, Micheli 5 (26’ Granillo 6.5, 6’ st Castelli 6.5), Cavagna 5 (22’ st Bonfanti sv), Ghisalberti 7, Lleshaj 6, De Meio 6.5 (36’ st Tarchini sv), Rondelli 5, Austoni 5 (16’ st Albani 6), Meregalli 5.5. A disp. Cristini, Picozzi, Lapadula, Sogno. All. Mussa 5. BRUSAPORTO (4-2-3-1): Asnaghi 7.5, Ippolito 6.5, Seck 7.5, Alvitrez 6.5, Suardi 7, Beduschi 7, Valsecchi 7.5 (30’ st Rondi sv), Consonni 6.5 (40’ st Allegrini sv), Vitali 6.5 (24’ st Grandi sv), Galelli 7.5 (11’ st Sokhna 6), Iori 9 (11’ st Vertua 6). A disp. Gavazzeni, Ondei, Iovine, Franchini. All. Carobbio 7.5. ARBITRO: Mori di La Spezia 6.5. ASSISTENTI: Manni di Savona e Pasquini di Genova AMMONITI: Meregalli (V), Austoni (V), De Meio (V), Asnaghi (B), Lleshaj (V), Consonni (B).  

LE PAGELLE

VILLA VALLE Pisoni 5 Responsabilità collegiali sulle reti subite, ma qualche intervento sarebbe stato gradito e avrebbe potuto tenere a galla i suoi. Brioschi 6 Nel marasma generale anche lui smarrito, cresce di tono nella ripresa. Crotti 6.5 Il capitano si fa sentire in pressione, regala un sussulto con una sassata al 36’ deviata da Asnaghi. Il migliore dei suoi in un primo tempo da dimenticare. Micheli 5 Soffre il furore di Iori nella prima fase di partita. Il compito odierno è davvero arduo, ma sulla sua zona di competenza il Brusaporto ha fatto il bello e il cattivo tempo per i primi 26 minuti. 26’ Granillo 6.5 Ci mette passione e verve, contribuisce con tanta corsa e impegno. Sostituzione a inizio ripresa sorprendente. 6’ st Castelli 6.5 Bell’impatto, gioca molto spalle alla porta e consente ai suoi di salire e trovare nuovi sbocchi. Cavagna 5 Smista qualche pallone, ma l’errore che spiana la strada a Iori per lo 0-3 pesa tantissimo. Prova a rimediare, ma si fa ipnotizzare da Asnaghi al momento del tiro dal dischetto. Giornata no. (22’ st Bonfanti sv). Ghisalberti 7 Punto di riferimento offensivo, mostra perlomeno impegno e foga agonistica, guadagnandosi un calcio di rigore. Nella ripresa qualche spunto apprezzabile prima della rete meritatissima. Delizioso anche il pallonetto tentato al 26’ del secondo tempo dopo una bella azione personale insistita. Lleshaj 6 Cercato costantemente nei primissimi istanti, sparisce anche lui nel brutto primo tempo offerto dal Villa Valle. Graziato dal direttore di gara per un fallo da cartellino arancione al 16’ della ripresa su Ippolito. Nel secondo tempo si vede comunque molto di più e recupera meritando la sufficienza. De Meio 6.5 La sua rete serve a dare una scossa alla squadra. Macina chilometri nella ripresa offrendo qualche pallone invitante. (36’ st Tarchini sv). Rondelli 5 Responsabilità da condividere con i colleghi di reparto, soprattutto sulla rete dello 0-2 in cui Valsecchi si ritrova solissimo per battere a rete e sul poker di Iori lasciato libero di colpire indisturbato. Austoni 5 Medesime considerazioni che valgono per il compagno Rondelli. Difesa troppo scoperta. 16’ st Albani 6 Entra e aiuta nella costruzione delle azioni. Meregalli 5.5 Fallo di frustrazione su Iori per cui si becca il cartellino giallo che è il manifesto del primo tempo dei suoi. All. Mussa 5 Atteggiamento contratto, la squadra nel primo tempo è praticamente invisibile. Ghisalberti è l’unico riferimento, ma sono mancati tutti in fase di costruzione. Granillo stava giocando bene, avrebbe meritato qualche minuto in più.   BRUSAPORTO Asnaghi 7.5 Ex di turno, bravo nelle uscite alte. Pregevole il volo al 36’ sul tentativo di Crotti, si esalta sul rigore di Cavagna. Ippolito 6.5 Partita solida, di temperamento e sicurezza. Seck 7.5 Assist preciso per la rete del raddoppio, è bravissimo nel non lasciare campo agli avversari. Strepitosa azione personale al 32’ della ripresa con una progressione pazzesca. Alvitrez 6.5 Da manuale l’uscita al 24’ in uno dei rari momenti di difficoltà della difesa nel primo tempo. Suardi 7 Presente, non molla mai. Rimane sul pezzo e mantiene lucidità anche quando il punteggio è larghissimo. Beduschi 7 Leader, è una costante. Preciso, non si lascia sorprendere. Bravo anche nell’impostazione. Valsecchi 7.5 Superlativo negli anticipi, è anche la principale fonte di impostazione della squadra. Si fa trovare pronto per la rete dello 0-2 che lo porta a timbrare il cartellino. (30’ st Rondi sv). Consonni 6.5 Vivace, si muove bene tra le linee. (40’ st Allegrini sv). Vitali 6.5 Diligente, bella l’intuizione al 17’ per l’innesto di Iori in profondità. (24’ st Grandi sv). Galelli 7.5 Recupera i palloni vaganti gestendoli con eleganza e facendo salire la squadra. Bellissima la combinazione che porta alla rete del vantaggio di Iori: il suo servizio è eccezionale. 11’ st Sokhna 6 Lavora bene per cercare di distendere la squadra. Iori 9 Spina nel fianco della difesa di casa, tanti bei tagli oltre, ovviamente, alla splendida tripletta che corona una prestazione maiuscola. Chiude come meglio non poteva: a mani basse, migliore in campo. 11’ st Vertua 6 Sostituire un calciatore che ha segnato tre reti non è semplice, ma riesce a garantire quanto richiesto. All. Carobbio 7.5 La squadra gioca benissimo il pallone, lavorando tanto sul settore mancino approfittando della giornata di grazia di Iori. Molto bene in profondità, non male le doti nel palleggio.   ARBITRO Mori di La Spezia 6.5 Rigore per i padroni di casa ineccepibile, cartellini gialli corretti. Grazia Lleshaj per un intervento ai limiti dell’espulsione.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400