Cerca

Casale-Legnano Serie D: Lewandowski nega i playoff al Legnano all'ultimo respiro

Il calcio a volte sa essere crudele, lo sa bene il Legnano da oggi, che si vede negare l’accesso ai playoff da un gioiello a recupero inoltrato di Marc Lewandowski, uomo simbolo di questa seconda parte di stagione del Casale. 2-2 finale con in precedenza Gasparri e Bingo che han risposto al vantaggio momentaneo di Cocola. Squadre in campo con motivazioni molto diverse, infatti i lilla dovevano a tutti i costi battere i nerostellati o sperare in un passo falso della Sanremese col Chieri, mentre gli uomini di Buglio sentivano l’obbligo di chiudere bene la stagione tra le mura amiche dello stadio Natale Palli. Il Casale vuole dire la sua. Il Casale parte subito forte, con l’idea di non regalare nulla ai lombardi. Al 10’ i nerostellati passano in vantaggio: Lewandowski dà il via al contropiede, palla a Romeo che serve Poesio, ulteriore filtrante per Cocola, il quale scarta facilmente Russo e deposita in porta il pallone dell’1-0. Dopo due minuti il numero 10 francese ci prova su punizione ma Russo è bravo ad opporsi nonostante un rimbalzo ingannevole del pallone. Il primo vero pericolo per il Casale arriva al 22’, bello slalom in area di Beretta che vince un rimpallo su Raso e dribbla Bettoni, ma il tiro termina fuori di poco, con Drago che era comunque sulla traiettoria. I padroni di casa hanno però tanto spazio e al 38’ sfiorano il raddoppio: bellissimo triangolo tra Raso, Lewandowski e Franchini. Il 11 tira da buona posizione ma Russo è attento e respinge bene. Al 41’ arriva un po’ a sorpresa il pareggio del Legnano grazie ad una bella azione tutta di prima culminata con un bellissimo pallonetto di Gasparri che sorprende l’incolpevole Drago. Si va al riposo sull’ 1-1. Legnano all’arrembaggio. Negli spogliatoi Sgrò striglia un po’ i suoi visto il primo tempo opaco dove l’unica giocata di squadra è arrivata al 41’ ed ha portato al gol del pareggio. Drago è attento su Beretta al 10’ ma al 15’ tuttavia l’estremo difensore nerostellato si fa sorprendere da un tiro apparentemente debole di Bingo che porta il Legnano sul 2-1. I lombardi tuttavia non premono più e anzi, fanno rientrare in partita il Casale per colpa della sciocchezza di Luoni che stende in una zona del campo non pericolosa Cocola; secondo giallo e rosso seguente. A riequilibrare il numero di giocatori in campo ci pensa Poesio, venendo espulso in modo ingenuo per proteste rovinando cosi la sua partita che era stata eccellente fino al minuto 38. Al 40’ il Casale va vicinissimo al gol con l’uomo che non ti aspetti, ovvero Todisco, il quale tenta una mezza rovesciata complicatissima su sponda di Colombi, palla di un soffio alta. Nei minuti finali è assedio nerostellato, ci pensa superman Russo a togliere la palla diretta all’incrocio dei pali per ben due volte. Prima al 45’ su una punizione di Lewandowski, poi in pieno recupero su colpo di testa a botta sicura di Colombi. Il recupero viene giustamente allungato per l’infortunio a Nava. All’ultimo respiro, prolungato fino al 53’, il Casale pareggia: punizione di Lewandowski, palla sulla barriera, il francese riprende il pallone e di controbalzo col piede debole (il destro) scarica un tiro micidiale che termina dritto sotto l’incrocio dove stavolta Russo non può davvero arrivare. Un pareggio finale amarissimo per i lilla, che dopo il gol del vantaggio si son chiusi troppo esponendosi a rischi che non avrebbero dovuto correre, pagandone cosi le conseguenze che significano: 1 punto e mancato accesso ai playoff vista la vittoria della Sanremese sul Chieri.

IL TABELLINO

CASALE-LEGNANO 2-2 RETI (1-0, 1-2, 2-2): 10' Cocola (C), 41' Gasparri (L), 15' st Bingo (L), 53' st Lewandowski (C). CASALE (4-3-3): Drago 6, Mullici 6.5, Fabbri 6 (42' st Nouri sv), Raso 6.5 (25' st Todisco 6), Guida 6, Bettoni 6, Romeo 6 (36' st Nnadi Tochukwun sv), Poesio 5.5, Franchini 5.5 (25' st Colombi 6), Lewandowski 8, Cocola 6.5 (36' st Lanza sv). A disp. Tarlev, Fontana, Vicini, Esposito. All. Buglio. LEGNANO (4-3-3): Russo 7, Barbui 6 (15' st De Stefano D. 6), Diana 6 (34' st Pellini sv), Di Lernia 6, Nava 6.5, Luoni 5.5, Beretta 6, Bingo 6.5 (23' st Ortolani 6), Braidich 6.5, Ronzoni 5.5 (15' st Tunesi 6), Gasparri 6.5 (30' st Brusa sv). A disp. Colnaghi, Todaj, Febbrasio, Cocuzza. All. Sgrò 6. ARBITRO: Campagni di Firenze 6.5 COLLABORATORI: Ingenito di Piombino e Giannetti di Firenze. AMMONITI: 5' Nava (L), 35' Luoni (L), 7' st Franchini (C). ESPULSI: 28' st Luoni (L), 38' st Poesio (C).

LE PAGELLE

CASALE Drago 6 Risponde presente ogni volta che viene chiamato in causa, tranne sul tiro velleitario di Bingo, dove un portiere come lui non può sbagliare. Mullici 6.5 Gioca in un ruolo non suo, parte con timidezza, poi acquisisce coraggio e spinge di più. Fabbri 6 Se la cava con i pericoli che arrivano dalle sue parti, riuscendo a non andare mai in difficoltà. 42’st Nouri sv. Raso 6.5 Dopo la prestazione sottotono vista con la Sanremese torna finalmente ai suoi livelli, tanta qualità e tanta quantità a centrocampo. 35'st Todisco 6 Si improvvisa attaccante tecnico e per poco non trova il gol in mezza rovesciata. Guida 6 Fa il suo guidato dall’esperienza di Bettoni al suo fianco, il quale lo supporta e lo appoggia nei movimenti. Bettoni 6 Partita solida, con tante chiusure e una lotta continua con Braidich. Il suo temperamento in queste partite fa la differenza. Romeo 6 Pochi palloni toccati nonostante la continua corsa in tutte le zone del campo per recuperare palloni. (36’st Nnadi sv.) Poesio 5.5 Partita di alto livello, da giocatore maturo ed esperto che sa quello che deve fare in campo in ogni occasione. Rovina tutto con un’espulsione diretta evitabilissima. Franchini 5.5 Partita complicata per lui, di fatto gli arriva solo una palla giocabile ma la sciupa. Sarebbe stato il gol del 2-0. 25'st Colombi 6 Russo gli nega la gioia del gol. Lewandowski 8 Il primo tempo è uno dei suoi soliti, classe da vendere e lanci perfetti. Nella ripresa scompare dai radar fino al 45’ dove non trova la via del gol su punizione per merito di Russo, ma al 53’ ha lui la meglio con un destro di controbalzo da antologia del calcio dritto all'incrocio. Cocola 6.5 Tanti squilli dovuti alla sua rapidità, potrebbe essere ancora più devastante in certi frangenti ma a volte gioca col freno a mano tirato. (36’ st Lanza sv). All: Buglio 6.5 Un pareggio meritato, arrivato nel più bel modo possibile, contro un avversario molto forte. LEGNANO Russo 7 Parata importante sul finale di primo tempo che permette ai suoi di non andare sotto 2-0 e di trovare il pareggio qualche minuto più tardi. Sul finale di partita toglie la palla dall’incrocio ben due volte sulla punizione di Lewandowski e sul colpo di testa di Colombi. Soccombe all’ultimo respiro al gioiello del numero 10 francese. Barbui 6 Cocola non è un cliente facile da marcare specialmente nello stretto, sul gol infatti se lo perde, poi si riprende. 15’st De Stefano 6 Entra con diligenza e attenzione. Diana 6 Tanta spinta nel primo tempo, forse anche troppa, nella ripresa ne ha meno per poter dare un apporto importante all’attacco lombardo. (35’st Pellini sv) Di Lernia 6 Torna da ex nello stadio che lo ha consacrato, gli viene affidato come sempre il ruolo di play che non è propriamente il suo preferito, ma il suo apporto alla causa c’è. Nava 6.5 Prende un’ammonizione stupida in fase offensiva ma non si risparmia negli interventi difensivi, tutti impeccabili. Luoni 5.5 Anche lui prende un’ammonizione evitabile ma a differenza del compagno non si gestisce bene e atterra Cocola in una zona del campo poco pericolosa, doppio giallo e rosso. Beretta 6.5 Una spina nel fianco per tutta la partita, gli manca solo il gol, ma l’apporto dato è quello di un gran leader tecnico. Bingo 6.5 Ha guizzi decisivi, riesce anche ad arrivare al gol grazie alla complicità evidente di Drago, nonostante meriti il gol per impegno e dedizione. Braidich 6.5 Fa tante sponde ai compagni sacrificando magari movimenti che gli permetterebbero di trovarsi solo e smarcato. Ronzoni 5.5 Parte in sordina, poi prende una botta e non riesce più a incidere come dovrebbe. 15’st Tunesi 6 Prova sufficiente da subentrato. Gasparri 6.5 Un gol strepitoso, tanto movimento e tanto sacrificio, partita da capitano vero. 30’st Brusa sv. All: Sgrò 6 Tanta amarezza per i suoi, il mancato accesso ai playoff non cancella comunque una bella annata. ARBITRO: Campagni di Firenze 6.5 Dirige bene gestendo ancor meglio i cartellini, corretti entrambi i rossi.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400