Cerca

Fanfulla-NibionnOggiono Serie D, le pagelle: Tremolada sontuoso, Pascali Re di Lodi, Boni e Antonini insuperabili

FANFULLA Cizza 7 Si prende qualche rischio in uscita ma viene premiato in più di un’occasione. Splendida la deviazione sulla botta di Romano al 38’ che evita lo svantaggio subito dopo il cartellino rosso di Fabiani. Gelato nel finale da Tremolada. Baggi A. 6.5 Non riesce a trovare la giocata offensiva nel primo tempo, tiene però bene sulla sua fascia di competenza in difesa. Copertura fondamentale a inizio ripresa su un’azione collettiva avversaria. Spunto clamoroso al 27’ della ripresa, con una bella fuga a seguito di un’occasione ospite con Tocci. (48’ st Comi sv). Bernardini 6.5 Instancabile, ci mette sempre impegno e gamba. Sulla fascia sinistra prova spesso l’affondo e ingaggia il duello più interessante del match con il capitano avversario Premoli. Bertelli 6 Serpentina al 2' che avrebbe potuto avere uno sbocco migliore. Partita di sacrificio. (32’ st Laribi sv). Pascali 7.5 Capitano, è come al solito la guida del reparto. Riesce sempre a fare la cosa giusta anche quando la palla scotta: non è una novità. La conclusione da centrocampo allo scadere dei tempi regolamentari ha rischiato di farlo entrare nella storia del club più di quanto non lo sia già: unico. Un peccato per l’epilogo della partita. Fabiani 4.5 Prestazione da dimenticare: prima causa il potenziale rigore in avvio per gli ospiti evitato grazie alla segnalazione di fuorigioco dell’assistente; poi, al 36’, si fa prendere il tempo da Calmi e commette una clamorosa ingenuità che lascia in inferiorità numerica i suoi. Qeros 6 Qualche spunto interessante grazie alle sue note doti tecniche, ma in finale era lecito attendersi dei colpi migliori. Guerrini 5.5 Soffre la pressione avversaria in qualche circostanza. Le migliori occasioni degli avversari nella prima frazione di gioco arrivano per vie centrali. Da rivedere.

15’ st Serbouti 6 Predica la calma a centrocampo scaricando palloni sui compagni più vicini permettendo di ordinare le idee. De Angelis 6 Al 23’ sfiora un gol pazzesco: stop volante e girata dal limite dell’area che lambisce il palo alla destra di Guarino. Lo prende in consegna Boni e questo gli impedisce di avere tanti palloni giocabili ma riesce comunque a cavarsela.

7’ st Anastasia 6 Lotta e sgomita contro una difesa avversaria impegnativa e col vantaggio dell’uomo in più. Palmieri 5.5 Perde qualche pallone sanguinoso, primo tempo con il freno a mano tirato. Nella ripresa generoso, cerca di dare una mano arretrando il raggio d’azione di diversi metri. Cirigliano 5.5 Qualche movimento discreto, ma in una serata come questa serviva qualcosa di più. L’espulsione di Fabiani lo costringe a uscire anzitempo.

38’ Spaneshi 6 Prova a spezzare il ritmo degli avversari. All. Ciceri 5.5 Squadra che “sente” l’importanza della finale. L’espulsione di Fabiani lo costringe a ridisegnare la squadra perdendo la potenza a tre offensiva e dovendo per forza di cose rimodulare le giocate d’attacco, lanciando Anastasia in luogo di De Angelis. Nel finale viene espulso: comprensibile il nervosismo ma purtroppo la macchia del rosso pesa.

 

NIBIONNOGGIONO Guarino 7 I suoi compagni di difesa gli consentono di vivere una serata senza pericoli. Tempestivo in uscita bassa al 40’ della ripresa. Intervento allucinante a un minuto dal novantesimo sul tiro da centrocampo di Pascali che tiene a galla la squadra. Premoli 6.5 Leader, prova a spingere sulla destra, sebbene Bernardini sia un avversario ostico. Non manca mai di far mancare il suo apporto sulla trequarti offrendosi largo sulla destra. Assist per Tremolada nell’acuto in pieno recupero. Tocci 6 Mette la serratura sulla corsia mancina, e infatti A. Baggi incontra diverse difficoltà nel trovare spazi. Ha una bella chance al 27’ del secondo tempo ma il suo tiro viene murato dalla retroguardia bianconera. (33’ st Donadio sv). Fumagalli 7 Fonte del gioco, si prodiga in tutte le zone del campo. Gestisce il pallone benissimo e riesce sempre ad essere lucido. Boni 7 Primo tempo preciso e senza sbavature. Meravigliosa l’apertura per Tremolada in avvio di ripresa: grande visione di gioco. Antonini 7 Legge molto bene le azioni avversarie, bravo in anticipo. Una diga, si avventura nel finale di tempo anche in avanti dimostrandosi efficiente anche in progressione. Calmi 6.5 Si fa notare in pressione, è uno dei più mobili. Bello lo stacco alla mezz’ora del primo tempo che difetta in precisione. Il suo dinamismo permette alla squadra di giocare dal 38’ in 11 contro 10.

8’ st Idrissi 6 Entra bene in partita, prende immediatamente le misure e si inserisce negli schemi dei suoi. Romano 7 La chiusura su Qeros al 15’ è da manuale. Splendida la conclusione al 38’ che chiama Cizza ad un intervento superlativo. Giganteggia nella zona nevralgica del campo, replica il tentativo dalla distanza a metà ripresa. Bravo anche nei cambi di gioco. Tremolada 8 Si muove moltissimo. Ammonito per simulazione al 43’, si riscatta parzialmente un paio di minuti più tardi con una bella azione personale che chiama Cizza ad una parata in due tempi. Inizia la ripresa svariando su tutto il versante offensivo: prezioso. Poi, in pieno recupero, arriva il colpo che vale la finale: glaciale, è il gol più importante della sua carriera. Barzotti 5 Al 19’, sugli sviluppi di una punizione e servito da Premoli, buca clamorosamente la conclusione da pochi passi. Perde qualche pallone di troppo a centrocampo: pericolosissimo quello al 27’ che innesca una pericolosa controffensiva dei lodigiani. Nella ripresa, al minuto 12’, si divora una rete praticamente fatta: errore che pesa tantissimo nella valutazione e che per sua fortuna non è decisivo ai fini del risultato finale. Fognini 6 Gioca molto spalle alla porta, riesce a girarsi spesso bene e a far distendere la squadra. Spende molte energie. All. Commisso 7 La tensione dovuta alla posta in palio è palpabile e infatti rimedia un giallo nel primo tempo. La squadra si dispone con un 4-3-3 che all’occorrenza si trasforma in 4-2-4. Cerca di non dare punti di riferimento davanti. Difensivamente primo tempo eccezionale. Nella ripresa ottiene il successo grazie al colpo di Tremolada.

 

ARBITRO Pezzopane de L’Aquila 5.5 Episodio al 5' controverso: fischia un rigore per gli ospiti ma l’assistente segnala una posizione di fuorigioco prima del fallo da massima punizione. Restano dubbi. Espulsione di Fabiani sacrosanta. Nel complesso gestisce comunque bene: la partita è ovviamente nervosa e lui ha saputo tenerla in pugno, ma quella azione iniziale impedisce di avere la sufficienza piena, sebbene la responsabilità sia da condividere con il guardalinee.

CLICCA QUI PER LA CRONACA

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400