Cerca

Mercato Serie D

Sangiuliano City, Ferrario ha firmato: sarà lui a guidare l'attacco gialloverde nel prossimo campionato

Il bomber comasco suona la carica: «Le pressioni non mi spaventano, anzi sono lo stimolo per fare ancora meglio»

Carlo Ferrario Sangiuliano City

Anche il Sangiuliano City adesso ha il suo Re. Nel pomeriggio, infatti, è arrivata la firma sul contratto del bomber Carlo Ferrario, che proverà a trascinare a suon di gol l'esordiente formazione di Ciceri verso l'alta classifica della Serie D. Non si conosce ancora la composizione dei gironi, che dovrebbe essere resa nota in settimana, ma chiunque capiterà nel girone dei milanesi è avvisato: questa squadra sarà la mina vagante del campionato e ai tifosi non è precluso sognare in grande.

Questo il comunicato diffuso dalla società del presidente Luce: «Carlo Ferrario è un nuovo giocatore del Sangiuliano. L’attaccante comasco, classe 1986, ha infatti firmato per il club gialloverde e da oggi è a disposizione di Andrea Ciceri. Un nome che è una vera garanzia quello del “Re”, basti guardare i suoi numeri. Cresciuto nel settore giovanile del Milan ha quindi giocato in Serie C con le maglie di Torres, Monza, Cuneo, Bra, Prato, Varese, Lecco e Giana e in Serie D con Modena, Pergolettese, Monza, Bra e Argentina Arma. Detiene il record di reti in un campionato di Serie D con il Bra quando nella stagione 2015/2016 segnò 33 reti in 35 partite. Sempre in Serie D ha contribuito a riportare il Modena tra i professionisti nel 2018/2019 con 23 reti stagionali. Complessivamente ha messo a segno 111 reti in D e 52 in C. Ha inoltre vinto lo scudetto di Serie D con la maglia del Monza nella stagione 2016/2017 e due campionati di D e uno di C. Considerato da tutti elemento che cambia radicalmente gli equilibri di una squadra, Carlo Ferrario è quel tipo di attaccante che ogni allenatore vorrebbe con sé».

Oggi pomeriggio la firma del contratto e il primo allenamento con la squadra di Andrea Ciceri: «Avevo tante richieste, alcune in C e molte in D – commenta Ferrario – ma ho scelto il Sangiuliano perché è stata la società che ha mostrato maggior interesse nei miei confronti e inoltre è una realtà nuova, ma con grandi ambizioni. Conoscevo poi mister Ciceri e so che il suo calcio è anche fatica, ma con la fatica si ottengono i risultati. Le pressioni? Non mi spaventano, anzi sono lo stimolo per fare ancora meglio. Sono davvero molto felice di essere qui, ho fatto il mio primo allenamento e ho trovato una squadra battagliera come piace a me. Ringrazio la famiglia Luce per questa importante opportunità e farò di tutto per ripagare la fiducia che hanno avuto nei miei confronti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400