Cerca

Nazionali Coppa Serie D

Vis Nova-Brianza Olginatese: La doppietta di Fall ribalta lo svantaggio e permette ai suoi di passare il turno di Coppa

Grazie a una straordinaria rimonta gli uomini di mister Caddeo trovano una grande vittoria a fronte di una combattiva Olginatese. La squadra di casa soffre molto nel primo tempo ma la ripresa vede i padroni di casa protagonisti

Vis Nova-Brianza Olginatese

Guanziroli della Brianza Olginatese impegnato in uno scontro di gioco (FOTO CASTAGNA)

Vittoria per la Vis Nova, che in rimonta riesce a recuperare lo svantaggio con la Brianza Olginatese, che nel primo tempo era passata in vantaggio con Caraffa. Gli uomini di Caddeo si sono assestati su binari completamente differenti durante l'intervallo e sono riusciti prima a pareggiare e poi a mettere in ghiaccio la partita con due allunghi che hanno steso gli avversari ed hanno regalato il successo alla Vis Nova. Game changer del match sicuramente Fall, che con il suo ingresso ha completamente cambiato il volto all'andamento della partita e portando a casa il passaggio del turno.

Ospiti in vantaggio. La partita si apre dando dimostrazione di un concreto spirito combattivo da parte di entrambe le squadre, impegnate a conquistare l’unico risultato di valore in uno scontro a eliminazione diretta: il passaggio del turno. Al 3’ minuto il primo squillo dell’Olginatese ha l’aspetto di un bel colpo di testa di Crema che cerca di concretizzare una punizione da posizione vantaggiosa, ma la palla termina di poco a lato del palo destro. Al 6’ altra occasione per gli ospiti che si ripresentano in area  con una palla spiovente dopo un efficace cross, azione che tuttavia non viene sfruttata. La Vis Nova dal canto suo nei primi minuti fatica a trovare una via concreta per la porta e sembra essere maggiormente in affanno. Al 12’ ecco la prima grande occasione per l’Olginatese: Gaeta fa sponda sulla propria trequarti e il pallone, raccolto da Crema, viene verticalizzato per Caraffa che buca abilmente la difesa. Ferrara riesce a sporcare il pallone che però rimane nei pressi del numero 7 ospite, il quale tuttavia non riesce a calciare con la forza necessaria e la sfera viene spazzata via dalla difesa a ridosso della linea di porta, evitando complicazioni maggiori. I padroni di casa provano a scuotersi e dopo un’altra incursione avversaria iniziano a tessere delle trame più ordinate, come in occasione della salita collettiva al 15’ che permette a Orellana Cruz di calciare da buona posizione un sinistro preciso che finisce facilmente preda di Colnago grazie a un intervento sicuro. Solo due minuti più tardi però altro brivido per la Vis: il portiere di casa è costretto agli straordinari coordinandosi bene per proteggere di nuovo la propria porta da una battuta avversaria ravvicinata. All’alba della metà del primo tempo l’inerzia del match pende a favore degli ospiti, ancora senza gol ma più cinici e meticolosi degli avversari. Al 23’ la continua pressione permette finalmente ai brianzoli di ottenere il risultato sperato: un’altra brillante sponda di Gaeta mette in ritmo Citterio, che riesce a individuare il giusto corridoio e, una volta allargatosi, serve il pallone in centro area dove Caraffa arriva a rimorchio tramutando il passaggio nel gol che apre le marcature. La Vis Nova cerca di reagire ma la buona volontà messa in campo non trova riscontro nei meccanismi ancora poco fluidi. Al 33’ buona occasione per i padroni di casa con una punizione battuta bassa da Valtuina che però si infrange contro la barriera, a cui segue due minuti dopo un calcio d’angolo che vede Dugnani impattare di testa con la palla che supera la traversa: due azioni che, sebbene infruttuose, testimoniano il desiderio degli uomini di Caddeo di tornare in partita. Al 40’ brivido per la Vis Nova con Ferrara che smanaccia un pallone spiovente grazie a un cross del solito Citterio: la sfera resta pericolosamente in area ma nessuno degli ospiti riesce ad arrivarci. Al 41’ Caraffa cerca il raddoppio provando a scavalcare dalla lunga distanza Ferrara in uscita, alzando però troppo la traiettoria del pallone. Sul finale  miracolo di Colnago a proteggere il risultato: prima resta vigile respingendo il tiro da fuori area di Orellana Cruz, e subito dopo mette una pezza parando a una mano sul vicinissimo rimpallo.  

Remuntada. Il secondo tempo si apre con entrambe le squadra decise a chiudere anzitempo la partita. Gli ospiti ci provano subito con un buon tiro di Gaeta e i movimenti dei giocatori sembrano confermare l’andamento della prima frazione di gara. Ma Caddeo all’8’ opera la sostituzione che cambia la gara: entra Fall e la partita si capovolge. Il classe 94 fa il suo ingresso su un calcio d’angolo battuto dai suoi e, leggendo al meglio la traiettoria della palla, insacca subito di testa riaprendo i giochi. Il gol da una grande iniezione di fiducia ai padroni di casa che iniziano a giocare con maggior scioltezza e sicurezza, attitudine testimoniata dal fatto che - dopo soli 8 minuti – si procurano un rigore fondamentale con l’intervento sconsiderato di Ruggeri. A incaricarsi del rigore è ancora Fall che spiazzando Colnago sigla il vantaggio dei suoi e una doppietta personale in meno di dieci minuti dal proprio ingresso. L’inerzia adesso pende a favore della Vis Nova che si ripropone poco dopo con una bella punizione di Ballabio che costringe il portiere avversario a un dinamico intervento per evitare il peggio. L’Olginatese non ci sta a soccombere e cerca di riproporre nuovamente il proprio gioco mediante la freschezza dei subentranti ele incursioni degli esterni, ma la lucidità messa in campo non è quella dei primi 45 minuti. Ed ecco che il traccolo avviene al 30’, quando su una disattenzione di troppo Bernacchi stende goffamente Ballabio che procura ai suoi il secondo rigore: a incaricarsi della battuta stavolta è Calmi ma il risultato è lo stesso del piazzato precedente. La palla finisce in rete e la Vis Nova si porta sul 3-1. Al 47’ Eukban prova a sfruttare un’incomprensione della difesa calciando bene da  fuori area ma la palla viene sporcata dalla difesa e il calcio d’angolo che ne segue non trova la concretizzazione sperata. Sul finale rischio del traccolo per gli ospiti con Colnago che salva su un gran tiro di Cazzaniga, tra i migliori subentranti della gara. Termina così una gara disputata con grande carattere da entrambe le squadre che procurano al pubblico una dinamica altalena di emozioni e che vede la forza d’animo degli uomini di Caddeo trionfare.

IL TABELLINO

VIS NOVA-BRIANZA OLGINATESE 3-1
RETI (0-1, 3-1): 23’ Caraffa (B), 8’ st Fall (V) , 16’ st rig. Fall (V), 31’ st rig. Calmi (V)
VIS NOVA (4-3-3): Ferrara 6, Tranquillini 6.5 (35’ st Cioaza sv), Gambazza 6.5 Molteni 6.5 (16’ st Arrigoni 6), Dugnani 6, Frigerio F. 6, Ballabio 7, Proserpio 7, Calmi 7.5 (42’ st Schingo sv) , Valtuina 6 (8’ st Fall 8), Orellana Cruz 6.5 (25’ st Cazzaniga 6.5). A disp. Cella, Bartoli, Fossati, Della Torre. All. Caddeo 7.5
BRIANZA OLGINATESE (4-4-2): Colnago 6, Brini 6.5 (5’ Ruggeri 5.5) Guanziroli 5.5, Bernacchi 6, Cavagna 6, Viganò M. 5.5, Caraffa 7 (14’ Corbetta 6), Panzetta 6, Gaeta 6.5 (32’ st Del Re sv) , Crema 6 (18’ st Eukban 6), Citterio 7. A disp. Colombo, Ruggeri A., Tarasco, Fischetti, Rada, Redaelli. All. Arioli 6
ARBITRO: Colaninno di Nola 6
ASSISTENTI: Morotti di Bergamo e Arizzi di Bergamo
AMMONITI: Dugnani (V), Gambazza (V), Cavagna (B), Caraffa (B), Ballabio (V), Proserpio (V), Arrigoni (V), Panzetta (B)

LE PAGELLE

Vis Nova
Ferrara 6 Non esce bene sul primo gol ma poi si fa trovare sempre preparato e attento sulle incursioni avversarie.
Tranquillini 6.5 Dà presenza e vigore alla propria fascia contribuendo ogni volta che può alla manovra offensiva (35' st Cioaza SV).
Gambazza 6.5 L'inizio è piuttosto timido ma con il tempo prende le misure e regala una grande prestazione.
Molteni 6.5 Attento e metodico, autore di diversi interventi di qualità che puliscono l'area.
16' st Arrigoni 6 Partita con alti e bassi ma il bilancio è comunque positivo.
Dugnani 6 Buona performance del centrale, che oltre a chiudere bene è anche protagonista in un paio di sortite offensive.
Frigerio 6 Lavora molto bene con il compagno di reparto e dopo un iniziale sbandamento si ritrova.
Ballabio 7 Non solo si procura il rigore con una buona entrata ma regala anche preziosa presenza e letture ai compagni. 
Proserpio 7 Partenza incerta nel primo tempo, poi cresce in sicurezza e nella seconda metà di gara diventa uno dei migliori in campo.
Calmi 7.5 Suo il gol che suggella il risultato. La rete è il giusto riconoscimento per una partita giocata con intensità anche nei momenti più bui.
Valtuina 6 Partita costruita sul sostegno ai compagni e sull'esperienza, oltre a diverse buone intuizioni (42' st Schingo sv).
8' st Fall 8 Largamente il miglior giocatore in campo. Entra, sigla una doppietta in meno di dieci minuti e cambia totalmente il volto della partita. Fuoriclasse.
Orellana Cruz 6.5 Non segna ma anche nel primo tempo è uno dei giocatori che ci crede maggiormente. Partita di spessore imperniata sulla forza di volontà.
25' st Cazzaniga 6.5 Nonostante l'esiguo minutaggio si distingue ampiamente, giocando con qualità e andando anche vicino al gol nel finale.
All. Caddeo 7.5 La partita inizia subito nel peggiore dei modi, con una squadra poco attenta e il primo tempo chiuso in svantaggio. Poi all'intervallo scuote i suoi, inserisce Fall e la gara cambia totalmente volto regalandogli una vittoria di personalità.

Brianza Olginatese
Colnago 6.5 La doppia parata è senza dubbio il momento saliente della sua partita, sui rigori subiti è tendenzialmente incolpevole.
Brini 6.5 Terzino di spinta estremamente efficace, quando apre gli spazi è un’arma offensiva aggiunta. Lotta fino a quando è in campo.
5’ st Ruggeri 5.5 Entra con un buon piglio ma presto perde lucidità, procurando anche uno dei due rigori fatali.
Guanziroli 5.5 Partita altalenante per il terzino che alterna buone idee a una presenza in campo non sempre vigile.
Bernacchi 6 Buona lettura sugli interventi avversari, fin quando la partita è in bilico gioca con ordine.
Cavagna 6 Cerca di portare leadership nel proprio centrocampo anche quando la partita si complica.
Viganò 5.5 Nel primo tempo regge bene il confronto con gli avversari, poi le rinnovate geometrie della Vis Nova gli rendono la partita complicata
Caraffa 7 Non solo autore del gol che apre le marcature ma anche giocate di qualità. Sulla fascia è sempre pericoloso.
14’ st Corbetta 6.5 Si impegna da subito e nonostante il momento poco favorevole della gara contribuisce fino all’ultimo per riaprire i giochi.
Panzetta 6 Prova a lavorare  al meglio in mediana anche se con la progressiva stanchezza incappa in qualche errore di lettura.
Gaeta 6.5 Le sue sponde sono una delle armi vincenti sui cui Arioli costruisce il temporaneo vantaggio. Proseguendo perde un po’ di quella essenziale lucidità (32’ st Del Re sv).
Crema 6 Parte bene e cala progressivamente, è il meno brillante dell’assetto offensivo ma l’impegno è indiscutibile.
18’ st Eukban 6 Cerca di contribuire al meglio e riesce anche a mettersi in mostra con un paio di buone incursioni.
Citterio 7 Nel primo tempo fa da padrone ed è un vero problema per la difesa avversaria. Nel secondo, complice l’inerzia generale, è meno efficace.
All. Arioli 6 Prepara bene la gara e infatti i suoi partono alla grande e chiudono il primo tempo con un vantaggio ampiamente meritato. Poi qualcosa si rompe al ritorno in campo e il resto della gara gli scivola via dalle mani.

ARBITRO
Colaninno di Nola 6
Partita gestita con autorità e sicurezza, specialmente nei momenti cruciali come l'assegnazione dei calci di rigore.

LE INTERVISTE 

Ampiamente soddisfatto il tecnico di casa Marco Caddeo: «Credo si possa senz'altro dire che abbiamo fattoun brutto primo tempo dal punto, specialmente dal punto di vista tecnico. Era la nostra prima gara e spesso l’emozione può tradire. Poi però siamo entrati con un piglio totalmente diverso, mostrando maggior sicurezza e determinazione. Fall è un giocatore così, di quelli in grado può determinare il risultato. La partita è fatta di momenti e noi siamo stati bravi a cogliere quelli giusti e capitalizzare buona parte delle occasioni che siamo poi andati a creare in un secondo tempo di indubbia alta caratura».

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400