Cerca

Serie D

Leon-Castellanzese: Bonseri gelido dagli 11 metri, Motta sorride

Alla neopromossa Leon basta il rigore realizzato da capitan Bonseri per mettere in saccoccia i primi tre punti stagionali, mentre i neroverdi si interrogano

Leon-Castellanzese

Uno scatto della sfida fra Leon e Castellanzese

Nella prima giornata di Serie D a trovare il primo sorriso stagionale è la Leon. Se l'Ac Leon che ha coronato la scorsa annata con la promozione in Serie D – battendo nello spareggio a Ponte San Pietro il Lumezzane – la Castellanzese ha voglia di ripetere una stagione importante culminata con la vittoria dei playoff del girone A. A regalare la gioia al tecnico Motta e a tutti i tifosi arancioneri è capitan Bonseri, proprio lui aveva segnato il gol decisivo nello spareggio contro il Lumezzane. Moduli speculari all'inizio con i tecnici che schierano il 3-5-2, ma già nel corso del primo tempo Motta opta per il quarto difensore. Per Ardito assenze importanti (Chessa squalificato, Pisan acciaccato), mentre la Leon si presenta praticamente con la rosa al gran completo.


Bonseri gelido dal dischetto. Il primo squillo della gara è a tinte neroverdi, con Baldan che prova il tiro, presa sicura da parte dell'estremo difensore della Leon Pulze. All'8 angolo in favore dei neroverdi: Ferrandino cerca e trova Colombo, il tiro termina di poco fuori dallo specchio. Dopo una decina di minuti di stand-by si vedere nuovamente la Castellanzese: Colombo recupera la sfera e crossa per Braidich, l'attaccante neroverde si appoggia a Baldan che però calcia troppo centralmente, non destando problemi a Pulze. Squillo Leon a metà prima frazione con Paparella che prova l'imbucata ma è provvidenziale la chiusura di Alushaj. Al 27' Baldan entra male su Achenza e per il fischietto di Roma 2 non ha dubbi: rigore. Sul dischetto si presenta Bonseri che non sbaglia, 1-0. Al 35' è ancora la Leon a far tremare la Castellanzese: Ronchi cerca e trova Paparella, tiro che però si spegne sul fondo. Dopo aver trovato il vantaggio è la formazione arancionero ad alzare i ritmi, mentre la squadra di Ardito sembra aver accusato fin troppo il colpo. Nonostante la pioggia battente, mista a grandine, il primo tempo viene portato a termine.


Regge l'equilibrio. La ripresa cominicia dopo più di 30 minuti, causa pioggia torrenziale e campo completamente allagato. Appena il sintetico della Leon Arena drena completamente l'acqua, alle 16.30 si rientra in campo. Dopo soli 4' di gioco è la Leon a spingere: incornata di Venza, ma Cincilla si supera e respinge la conclusione. Pochi istanti dopo sono ancora i padroni di casa a spingere con Paparella, Meregalli però intuisce e copre a dovere. Al quarto d'ora proteste a tinte neroverdi: Scaccabarozzi stende in area Colombo, per il direttore di gara non c'è nulla. Passano una manciata di minuti e la Castellanzese prova ad affondare il colpo: cross al bacio di Piran, Colombo prova la mezza rovesciata ma è in posizione di fuorigioco. La formazione ospite prova diverse opizioni per acciuffare il pari, ma è un nulla di fatto. La risposta della Leon arriva al 26' quando il neo entrato Andrea Ferrè prova la conclusione dalla distanza che si spegne di un nonnulla a lato della porta difesa da Cincilla. Al 35' Ferrandino prova a pareggiare i conti, tiro debole e centrale, facile preda per Pulze. Nei 4' di recupero Ferrandino è velenoso da calcio piazzato, ma è un nulla di fatto: la sfera termina sopra la traversa. Al triplice fischio la Leon sorride e mette in saccoccia i primi tre punti stagionali, mentre la Castellanzese si interroga su cosa non abbia funzionato.

IL TABELLINO


LEON-CASTELLANZESE 1-0

RETE: 27' rig. Bonseri (L)

LEON (3-5-2): Pulze 6, Venza 7.5, Veneruso 6.5, Aldè 6, Concina 6.5, Scaccabarozzi 7, Ronchi 7.5 (24' st Ferrè A. 6), Achenza 6.5, Bonseri 7 (32' st Marinoni sv), Ferrè J. 6.5 (20' st Leotta 6), Paparella 6.5 (24' st Villa 6). A disp. Martignoni, Barchi, Bonsi, Nicoletti, Romanini. All. Motta 7.5.

CASTELLANZESE (3-5-2): Cincilla 6, Perego 5.5, Alushaj 6, Micheli 6.5, Colombo 5.5, Ferrandino 5.5, Braidich 5, Meregalli 6, Gazzetta 5 (19' st Nicastri 5.5), Piran 6 (34' st Manfrè sv), Baldan 5 (19' st Mandelli 6). A disp. Asnaghi, Compagnoni, Sestito, Mazzola, Nicastri, Manfrè, Mandelli, Tramutoli, Signorella All. Ardito 6.

ARBITRO: Ghinelli di Roma 2 5.

ASSISTENTI: Cardona di Catania e Gambino di Nocera Inferiore

AMMONITI: Perego (C), Bonseri (L), Aldè (L), Manfrè (C), Colombo (C)


LE PAGELLE


LEON

Pulze 6 Non troppo impegnato, ma se chiamato in causa risponde presente. Classe 2002 che sa già il fatto suo.

Venza 7.5 L'ex Rhodense (fra le altre) sulla destra è straripante. Corsa, difesa, copertura: non manca nulla. Se poi quell'incornata fosse finita alle spalle di Cincilla...

Veneruso 6.5 Buona la sua prestazione; sempre attento in ogni fase della gara, cerca di dare profondità ai compagni del reparto avanzato.

Aldè 6 In mezzo al campo mette ordine quando serve. Esegue a dovere il proprio compitino.

Concina 6.5 L'ex di turno si conferma grande. Visione, posizione perfetta e quando c'è da saltare lo fa più dell'avversario.

Scaccabarozzi 7 Detta i tempi ai compagni della retroguardia; sempre pronto ad andare in sovrapposizione, segue Braidich come un'ombra e non lo fa girare mai.

Ronchi 7.5 Certamente uno dei migliori in campo. In fase di marcatura tiene a bada il suo uomo, recupera una quantità esorbitante di palloni e se la sfera è fra i suoi piedi raramente la perde. (24' st Ferrè A. 6)

Achenza 6.5 L'esperienza e la furbizia nel conquistarsi il calcio di rigore che regala la prima gioia stagionale ai suoi. In mezzo al campo è bravo nel contrastare l'attacco neroverde, e a fermarlo prima del tempo.

Bonseri 7 Eccellenza, Serie D, cambia la categoria ma lui resta ancora una volta giocatore imprescindibile per la Leon. Glaciale dagli 11 metri. (32' st Marinoni sv)

Ferrè J. 6.5 Offre ottimi suggerimenti a Paparella e a Bonseri, che cerca sempre di servire con assist al bacio. Ha qualità nei piedi e dimostra grande intelligenza tattica. (20' st Leotta 6)

Paparella 6.5 Qualche buona occasione per andare sul raddoppio, ma Meregalli è un brutto cliente. Classe 2001 che appare veterano della categoria. Chapeau. (24' st Villa 6)

All. Motta 7.5 Neopromossi a chi?! Partita preparata perfettamente, la matricola batte una rivale che sulla carta avrebbe potuto fare molto male. Tre punti in saccoccia e chi ben comincia...


CASTELLANZESE

Cincilla 6 Sul rigore indovina anche la traiettoria del tiro, ma non ci arriva per poco. Compie diversi interventi, il più importante su Venza. Garanzia fra i pali.

Perego 5.5 Fatica più del previsto. Non sempre è pulito nelle giocate e spesso e volentieri non riesce a servire nella maniera corretta il compagno. Troppe palle perse, da lui ci si aspetta ben altro.

Alushaj 6 La squadra dietro funziona, quello è indubbio. Tiene a bada un attaccante come Bonseri ed è sempre pronto a dare man forte ai compagni in difficoltà. Nella ripresa prova anche a salire per dare profondità.

Micheli 6.5 Forse il migliore in campo per i neroverdi. Sulla destra sbaglia poco o nulla a livello di interventi e i suoi cambi di gioco sono ottimali.

Colombo 5.5 Le palle giocabili là davanti sono poche, il sacrificio è tantissimo. Prova a inventarsi qualcosa, ma non basta per arrivare alla sufficienza.

Ferrandino 5.5 Ragionamento analogo a quello fatto per Colombo, corre a più non posso, ma non riesce a lasciare l'impronta impressa. Da rivedere.

Braidich 5 Bisogna invertire il senso di marcia. Davanti fatica più del previsto e troppo spesso appare lento anche nello scegliere la soluzione migliore. C'è da carburare.

Meregalli 6 La retroguardia si salva tutta, lui compreso. Tiene a freno il proprio uomo e prova a lanciare in avanti la squadra. Qualche palla lunga di troppo, ma tutto sommato sufficiente.

Gazzetta 5 Sul rigore ha qualche colpa, non entra mai veramente in partita e fatica notevolmente nel portare palla. (19' st Nicastri 5.5)

Piran 6 Il classe 2003 non sfigura assolutamente, anzi. È uno dei pochi che ingrana la marcia corretta, crossa al bacio e si spende decisamente. Sufficienza piena. (34' st Manfrè sv)

Baldan 5 Quel fallo su Achenza che costa il penalty era assolutamente evitabile. Da un giocatore esperto come lui ci si aspetta ben altro. In completo affanno in diverse occasioni.

19' st Mandelli 6 Prova a dare qualità con spunti interessanti. Sufficienza piena.

All. Ardito 6 La squadra parte bene, ma dopo aver subito il gol si disunisce del tutto. Manca un po' di carattere, perché le qualità ci sono; avrà da lavorare più sulla parte mentale che su quella fisica.


ARBITRO

Ghinelli di Roma 2 5 Le sviste ci sono e sono molteplici. Poca personalità da parte della terna e poca comunicazione con gli assistenti, che mostrano grandi difficoltà sull'offside.

LE INTERVISTE


Sorriso a trentadue denti per Alberto Motta, tecnico della Leon: «Siamo stati bravi a reagire, nei primi minuti eravamo un po' contratti ma dopo il rigore abbiamo avuto anche la possibilità di chiuderla più volte. È un buon inizio, oggi ha funzionato tutto. Sono veramente contento, sappiamo che è un campionato tosto, ma oggi devo fare un applauso ai ragazzi».

Rammaricato Andrea Ardito, allenatore della Castellanzese: «Cosa non ha funzionato? Domanda difficile, sarebbe bello perché riusciresti immediatamente a cambiare la situazione. Nei primi minuti avevamo il gioco in mano e abbiamo provato a cercare il vantaggio con conclusioni pericolose. Dopo il rigore ci siamo completamente disuniti e abbiamo perso un po' di lucidità. L'interruzione di 30/45 minuti dopo la fine del primo tempo ha forse accentuato il tutto; è la prima di campionato quindi è normale non avere tutti gli automatismi perfetti. Pensiamo subito alla partita di mercoledì con il Legnano di Coppa che sicuramente ci dà l'opportunità di scendere in campo subito, per Castellanza è una gara che ha un fascino diverso, quindi ci concentriamo già da domani. Questo risultato non va cancellato, anzi, il campionato è questo, è difficile e tutti hanno qualcosa da dire, nessuno va sottovalutato».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400