Cerca

Serie D

Brianza Olginatese-Brusaporto: Redaelli e Gaeta rispondono a Sokhna e Iori per un pareggio esplosivo

È un punto rocambolesco quello conquistato dai lecchesi che nel finale vanificano il doppio vantaggio messo a referto dagli uomini di Carobbio

Olginatese-Brusaporto

Le due formazione poco prima del fischio d'inizio

Termina con un rocambolesco 2-2 la partita che vede confrontarsi la Brianza Olginatese e il Brusaporto nella 9a giornata del girone D. Il pareggio, conquistato dai padroni di casa all’ultimo minuto dei tempi regolamentari grazie alla rete del subentrato Redaelli, segna una rimonta miracolosa dei bianconeri che fino a mezz’ora dalla conclusione si vedono sotto di ben due reti siglate nella prima frazione dalle ali del Brusaporto Sokhna e Iori. Gli ospiti - a lungo in controllo della gara -  iniziano poi a concedere qualche iniziativa di troppo ai Lecchesi che riescono ad approfittare delle incertezze  degli ospiti per accorciare con Gaeta e trovare L’aggancio con Redaelli sul filo del rasoio, evitando quella che sarebbe stata una pesantissima sconfitta casalinga. 

Brusaporto avanti. La partita si avvia con ritmo deciso da parte di entrambe le squadre. L’Olginatese alla prima sessione offensiva conquista un calcio d’angolo che però non trova la concretizzazione sperata e al 3’ Duguet viene atterrato in area ma l’arbitro giudica il contatto non falloso. Imperversa la squadra di casa che conquista subito un altro calcio d’angolo, mostrando ottimo piglio e maggior sicurezza rispetto agli avversari che fanno più fatica a organizzare il gioco. All’8’ Guidelli prova ad attivare il proprio fronte offensivo con un lancio lungo ma la linea non sale e il pallone finisce facile preda della difesa di casa. Al 10’ prima grande occasione per gli ospiti: una bella triangolazione tra Consonni e Galelli mette in condizione il numero 10 di aprire con un buon cross per il centro area. La palla arriva direttamente sui piedi di Sokhna che però solo davanti al portiere sbaglia a coordinarsi e tira il pallone fuori dallo specchio. Gli uomini di Carobbio però stanno trovando la quadra e infatti dopo solo due minuti arriva la rete che sblocca il risultato: con un’azione simile alla precedente è ancora Sokhna a scattare per far suo un pallone spiovente e segnare con un destro al volo l’1-0. Il gol carica gli ospiti e intorpidisce i lecchesi che calano in prontezza difensiva: al 14’ il Brusaporto ha la possibilità di portarsi sul 2-0 e solo la bella parata in estensione di Colnago nega la rete del raddoppio a Iori. L’inerzia a questo punto pende totalmente dalla parte dei bergamaschi che attaccano con cinismo e sicurezza. L’Olginatese cerca di restare aggrappata alla partita aumentando la pressione sul lato offensivo cercando di mandare fuori fase la difesa avversaria, non sempre precisa nel pulire gli ultimi quindici metri. Al 30’ bella occasione per l’Olginatese con un cross di Guanziroli che, attivato da Duguet, apre per il centro area ma nessun compagno arriva all’appuntamento con il pallone. Al 39’ ancora Duguet prova un’acrobazia per sbloccare la partita e Nozza rischia il pasticcio ma in qualche modo la palla termina fuori.  Pochi minuti dopo è sempre il numero 10 - fin’ora assoluto leader tecnico dei suoi - a provare a guidare l’offensiva mettendosi in proprio calciando però troppo alto sopra la traversa. Il ribaltamento di fronte è fatale per gli ospiti che ancora faticano a mettere una pezza alle scorribande offensive del tridente ospite: al 44’ Sokhna si apre largo con la palla e pesca il taglio preciso di Iori, che brucia la linea difensiva e trovandosi davanti al portiere insacca con un bel destro permettendo ai suoi di chiudere la prima frazione con un doppio vantaggio. 

Remuntada bianconera. L’apertura del secondo tempo vede una doppia sostituzione per il tecnico Arioli che tenta da subito di rimettere i suoi in carreggiata. La squadra però stenta a rispondere “presente” e il Brusaporto cerca di tenere il possesso del match con un gioco basato su gestione e passaggi calibrati. Al 13’ grande occasione propiziata da Iori che prima ruba palla su un disimpegno lezioso dell’Olginatese e poi apre un tiro potente disinnescato da un pronto Colnago. Al 16’ buona sessione offensiva dei bianconeri che cercano di riaprire la gara: il pallone arriva sui piedi di Caraffa che calcia forte ma trova l’opposizione di Guidelli. Al 23’ Guanziroli tenta con un buon tiro da fuori area che, nonostante venga neutralizzato, evidenzia la volontà dell’Olginatese di provare a riaprire la gara, come testimoniato dal tentativo in solitaria di Gaeta subito dopo. Il momento di svolta arriva la 32’, quando un incertezza di Nozza su respinta favorisce Gaeta che da distanza ravvicinata può appoggiare in rete. La perseveranza dei padroni di casa trova la sperata ricompensa al 44’, quando sullo sviluppo di un corner conquistato a ridosso dell’area piccola Redaelli svetta e insacca la rete del pareggio mandando in delirio i compagni e il pubblico di casa.  Al 47’ Citterio avrebbe addirittura la possibilità di portare i suoi in vantaggio con un bel tiro a giro che però finisce a lato del palo. Al termine del recupero Il triplice fischio consegna così alle squadre un rocambolesco pareggio e un punto a testa che tuttavia non soddisfa davvero le due parti in gioco. 

IL TABELLINO 

BRIANZA OLGINATESE-BRUSAPORTO 2-2
RETI: 12’ pt Sokhna (B), 44’ pt Iori (B), 32’ st Gaeta (O), 44’ st Redaelli (O)
BRIANZA OLGINATESE (4-4-2): Colnago 6.5, Brini 6 (29’ st Ruggeri 6), Guanziroli 6.5 Tarasco 6 (17’ st Redaelli 7), Cavagna 6, Viganò 6.5, Belingheri 5.5 (1’ st Citterio 6.5), Panzetta 6.5, Ekuban 5.5 (1’ st Gaeta 7), Duguet 6.5 (8’ st Corbetta 6), Caraffa 6.5. A disp. Colombo, Bernacchi, Fischetti, Crema. All. Arioli 6.5.
BRUSAPORTO (4-3-3): Nozza Bielli 5.5, Ippolito 6.5, Menni 6, Guidelli 6.5, Beduschi 6, Ondei 6, Forlani 6 (41’ st Apollonio sv), Consonni 6.5, Sokhna 7.5 (26’ st Cortinovis 6), Galelli 6.5 (40’ st Travellini sv), Iori 7. A disp. Gavazzeni, Rondi, Suardi, Rodolfi, Del Fiore, Ventura. All. Carobbio 6.5.
ARBITRO: Totaro di Lecce 6.
ASSISTENTI: Russo di Nichelino e Mititelu di Torino.
AMMONITI: Consonni (B), Corbetta (O).

LE PAGELLE

BRIANZA OLGINATESE
Colnago 6.5 Poco colpevole sulle reti, si prodiga anche in diversi salvataggi di qualità per evitare il tracollo.
Brini 6 Buona presenza in campo. La giornata per la difesa di casa è molto difficile ma lui prova comunque a dire la sua.
29' st Ruggeri 6 Cerca di portare forze fresche in una linea difensiva molto provata.  
Guanziroli 6.5 Si prodiga in un paio di sortite offensive di qualità, anche se non sempre è attento quando ripiega. 
Tarasco 6 Coadiuva bene il compagno al centro della difesa anche se paga un po’ il lungo utilizzo.
17' st Redaelli 7 Entra per aiutare i compagni a riaprire la gara e segna il gol vittoria sul filo del rasoio. Difficile fare meglio.
Cavagna 6 Lavora bene come interno di centrocampo, anche se più di una volta sbaglia il passaggio in apertura. 
Viganò 6.5 Chiude spesso sulle linee più pericolose distinguendosi per il buon tempismo. 
Belingheri 5.5 Fatica molto sulla propria fascia al netto di un buon lavoro di gamba.
1' st Citterio 6.5 Gioca una partita di ottimo profilo, mettendo in campo testa e coraggio in un momento molto difficile.
Panzetta 6.5 Guido fino alla fine la propria squadra con personalità e grinta, unendo leadership ad apporto tecnico.
Ekuban 5.5 Fatica a entrare in partita e non riesce a mettersi in mostra nelle meccaniche offensive di squadra.
1' st Gaeta 7 Entra in campo pronto per lottare, va più volte vicino al gol e alla fine riesce a trovare la rete.
Duguet 6.5 Uno dei migliori dei suoi: guida le principali sortite offensive e non si perde mai d’animo, anche se ogni tanto forza la giocata. 
8' st Corbetta 6 Non riesce a brillare per tutto il proprio utilizzo ma ha delle buone idee da offrire alla squadra.
Caraffa 6.5 Cerca di spingere sempre con il pallone tra i piedi lavorando per sè e per i compagni. 
All. Arioli 6.5 I suoi fanno fatica a entrare in partita e la gara  sembra essere a lungo compromessa, ma negli ultimi 20 minuti la tenacia paga regalando un punto prezioso.

BRUSAPORTO
Nozza Bielli 5.5 Non è sempre pulito nelle uscite e più di una volta pasticcia con il pallone.
Ippolito 6.5 Grande spinta e personalità, in più di un’occasione apre il contropiede dopo essersi impossessato del pallone. 
Menni 6 Non ha sempre la continuità necessaria ma si comporta bene in fase di copertura. 
Guidelli 6.5 Egregio in cabina di regia, gestisce il baricentro della squadra con personalità e piglio da combattente.
Beduschi 6 Legge bene le linee degli avversari intercettando più di un pallone pericoloso, al netto di un calo nel finale per via dell'inerzia del momento della squadra.
Ondei 6 Lavora bene con il compagno di reparto ma paga un po' la fatica per via dell'utilizzo prolungato.
Forlani 6 Lavora bene come mezz'ala gestendo con tempismo i palloni che si trova (41' st Apollonio sv).
Consonni 6.5 Costruisce la sua partita collegando i reparti e lavorando a fondo sia in fase offensiva che difensiva. 
Sokhna 7.5 Prende parte al doppio vantaggio dei suoi con la rete inaugurale e l'assist per il raddoppio. Quando vien sostituito tutta la squadra risente della sua assenza. 
26' st Cortinovis 6 Prova a offrire il proprio contributo offensivo e ci riesce in parte. 
Galelli 6.5 Lavora con grande solidità in mezzo al tridente offensivo lavorando per i compagni e facendo preoccupare la difesa di casa (40' st Travellini 6). 
Iori 7 Rapido e letale nell’1 vs 1, il suo gol è la giusta ricompensa per una prestazione di qualità. 
All. Carobbio 6.5 La partita viene gestita al meglio sin dall'inizio ma nel finale i suoi si sfilacciano quel tanto che basta per subire le due reti sprecando in parte quanto di buono costruito. 

ARBITRO
Totaro di Lecce 6
Ammonisce il giusto e gestisce la gara senza troppi problemi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400