Cerca

Serie D

Chieri - PDHAE: il lampo di Forcini spezza l'equilibrio, Cretaz trova i tre punti ai danni di Didu

Vittoria che manca da quattro gare in casa Chieri, quinto risultato utile di fila per il PDHAE

Roberto Cretaz

Roberto Cretaz, espugna il campo del Chieri grazie a Forcini

Il Chieri subisce la prima sconfitta casalinga, a decidere è il colpo di Forcini, che approfitta di uno sfortunato scivolone di Benedetto per firmare un successo esterno di grande peso. Un primo tempo che si sviluppa sul filo dell'equilibrio, qualcosa in più dal punto di vista del palleggio lo regala il Chieri, sempre coraggioso nella ricerca dello sviluppo verticale e la ricerca dell'uomo tra le linee per puntare la difesa ospite. Cretaz risponde con un centrocampo a tre che lavora sempre con la prima uscita in pressione di De Cerchio, e i pericoli maggiori li crea cercando la profondità alle spalle di Ciccone per mandare Jeantet al cross. Entrambe le squadre non escono alte in pressione e aspettano la zona di metà campo per uscire restando sempre corte, anche per questo motivo gli spazi per trovare la conclusione sono pochi. 

L'iniziativa personale diventa fondamentale per creare superiorità e pericoli, il primo squillo è di Foglia che lascia sul posto Maingonnat, si accentra e serve il taglio di Marras in area, sinistro del numero undici che colpisce Novallet in chiusura dello specchio. Chieri che punge sul lato sinistro, con Pautassi bravo ad andare in profondità e Foglia che ha spesso la meglio nell'uno contro uno, da qui nascono le azioni pericolose che lo stesso Foglia e Bove su respinta di Novallet non riescono a concretizzare. Il mancino di Mazzotti è invece una buona soluzione per gli ospiti, prima va alto sulla traversa sullo scarico di Gulli e poi scalda i guantoni a Edo su calcio di punizione dai 25 metri. Ma il pericolo più grande che corre la difesa del Chieri è al 32' quando Conrotto esce a vuoto e fa passare il pallone per Gaeta, ma Benedetto è bravo a coprire il compagno in uscita e grazie al suo buon posizionamento allarga Gaeta che non può far altro che calciare largo da posizione non favorevole. 

Jeantet chiude il primo tempo con una bella girata che finisce alta, per poi iniziare il secondo tempo dimenticandosi di seguire Ciccone sulla fascia, cross basso che arriva sul secondo palo per il sinistro di prima intenzione di Marras, Moussafi però gli passa davanti facendo una chiusura in angolo decisiva. Jeantet che si fa subito perdonare: cross nel mezzo da destra, Benedetto correndo verso la porta scivola e tocca il pallone che resta lì, a disposizione di Forcini che ha il tempo di aggiustarsi il pallone e mettere alle spalle di Edo, anche lui spiazzato dal tocco sfortunato del compagno. 

A questo punto il PDHAE deve difendere il prezioso vantaggio e serra i ranghi. La manovra del Chieri che passa sempre dai piedi di D'Iglio fatica a trovare spazi e uomini tra le linee, per questo motivo deve allargare il gioco per aggirare la fase difensiva ospite. Intanto Zucchini ci prova di testa da angolo e Edo alza sulla traversa. Poi D'Iglio riesce a trovare un corridoio per Ciccone che si inserisce in area, rientra sul destro e calcia, ma la parte inferiore della traversa strozza l'urlo liberatorio in gola. Al 38' ci prova Marras di testa su cross di Calò ma non trova la porta. Il finale è una ricerca di spazio del Chieri che però ha il difetto di non sporcare la gara nemmeno negli ultimi secondi, tanto che Balan batte una punizione corta alla ricerca della manovra, invece di tentare l'ultima palla alla disperata dentro l'area. Vince così Cretaz, respingendo colpo su colpo gli attacchi del Chieri e approfittando dell'occasione servitagli sul vassoio d'argento. 

IL TABELLINO

CHIERI-PDHAE 0-1
RETI
: 15' st Forcini (P).
CHIERI (4-3-3): Edo 6.5, Calò 6.5, Ciccone 6.5 (27' st Corsini 5.5), D'Iglio 7, Conrotto 6, Benedetto 6, Bove 6 (16' st Balan 5.5), Pautassi 6, Ponsat 5.5 (36' st Bianco sv), Foglia 6, Marras 6.5. A disp. Gragnoli, Capra, Fioccardi, Garello, Dumani, Ciampolillo. All. Didu 6.5.
PDHAE (4-3-3): Novallet 6.5, Moussafi 7 (39' st Reeb sv), Gulli 6, Jeantet 6.5 (42' st Nuti sv), De Cerchio 6 (47' st Volpatto sv), Gaeta 6, Mazzotti 7, Vesi 6.5, Zucchini 6.5, Maingonnat 5.5, Forcini 6.5. A disp. Mastrorillo, Florio R., Sterrantino, Cateni, Melis. All. Cretaz 6.5.
ARBITRO: Pacella di Roma 6.
COLLABORATORI: De Tommaso e Franzoni.
AMMONITI: Ciccone[01] (C).

LE PAGELLE

CHIERI(4-3-3)
Edo 6.5 
In occasione del gol è sorpreso dal tocco di Benedetto, bravo a dire no a Zucchini con un buon riflesso. 
Calò 6.5 Moussaif fa una grande gara e nell'uno contro uno è difficile da saltare, ma un paio di spunti li trova lo stesso di furbizia.
Ciccone 6.5 La sua sostituzione era già decisa, solo la traversa gli impedisce di lasciare il campo esultando. 
27' st Corsini 5.5 Resta a giocare largo, ma trova poco il fraseggio con i compagni. 
D'Iglio 7 Decide lui come indirizzare la manovra e si fa portatore dei concetti di squadra, cercare la palla verticale è la priorità, corta o lunga che sia, è il modo migliore per trovare l'uomo libero in zona pericolosa. 
Conrotto 6 Buona guida del reparto e nel giro pallo, un'uscita avventata poteva essere pagata cara. 
Benedetto 6 Risolve un paio di situazioni complicate, poi è protagonista sfortunato in occasione del gol ospite. 
Bove 6 Si muove bene alle spalle dei centrocampisti avversari, ha un'occasione dentro l'area ma non è abbastanza reattivo. 
16' st Balan 5.5 Non regala una vera svolta, troppo passivo nel palleggio e nella ricerca della giocata pericolosa. 
Pautassi 6 Bene a strappare e allungarsi nella linea avversaria, ma non gestisce al meglio le rifiniture. 
Ponsat 5.5 Non sembra nel vivo del gioco, gioca spalle alla porta e aiuta la manovra, ma nell'area di rigore non fa sentire la sua presenza. 
Foglia 6 Ottimo nel primo tempo, parte largo e viene dentro. Nel secondo si trova più vicino a Ponsat ma perde spunto. 
Marras 6.5 Nei suoi piedi sono le occasioni della sua squadra, ma è ben chiuso da Novallet e da Moussaif. 
All. Didu 6.5 La squadra gioca bene e mette in chiaro i suoi concetti, giocare sempre la palla in verticale è preferibile, così lo sviluppo dell'azione punge sempre, ma negli ultimi metri manca qualcosa. 

PDHAE (4-3-3)
Novallet 6.5 Bene in chiusura sul tiro ravvicinato di Marras. 
Moussafi 7 Tosto nell'uno contro uno, non viene mai saltato. Ottimo a murare Marras in avvio di ripresa. 
Gulli 6 Ci mette intensità nell'andare ad accorciare le seconde palle respinte dalla difesa del Chieri. 
Jeantet 6.5 Il suo cross è una delle soluzioni che la squadra preferisce sfruttare. 
De Cerchio 6 Ha il compito di fare la prima uscita sul giro palla avversario, non sempre ha i tempi giusti. 
Gaeta 6 Tutto lavoro sporco e spalle alla porta, ha poche palle davvero pulite per far la giocata in zona gol. 
Mazzotti 7 Rapidità e intensità nella giocata, con il tiro da fuori dimostra di poter dire la sua. 
Vesi 6.5 Tra i due centrali è quello che si incarica di far partire l'azione. 
Zucchini 6.5 Insieme a Vesi chiude gli spazi centrali nel finale e non lascia molte speranze nel gioco aereo. 
Maingonnat 5.5 Soffre tanto Foglia nel primo tempo, un cross che finisce sulla traversa non basta per una sufficienza. 
Forcini 6.5 Nella prima parte di gara si vede poco, poi ci prova un tiro a giro e poco dopo è decisivo facendosi trovare nel posto giusto. 
All. Cretaz 6.5 Prova a limitare il palleggio del Chieri ma non sempre le distanze sono giuste in campo, ma dopo il vantaggio la squadra sa bene quanto sia importante difendere il risultato. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400