Cerca

Serie D

RG Ticino-Città di Varese, biancorossi di rigore; Piraccini firma la quarta vittoria consecutiva

Prova di maturità della squadra di Ezio Rossi che sale al quarto posto in classifica. Celestini perde l'imbattibilità casalinga

Luca Piraccini

Luca Piraccini ha firmato la vittoria del Città di Varese

Quarta vittoria consecutiva e quarto posto per il Città di Varese che a Romentino dimostra grande concretezza in casa dell'RG Ticino che, al pari dei biancorossi, Novara e HSL Derthona, era una delle quattro imbattute sul proprio campo. Quasi cento minuti di puro agonismo, sentenziati dal calcio di rigore di Luca Piraccini al 42' del primo tempo, in cui il Città di Varese ha dimostrato carattere e maturità, andando vicino al colpo del 2-0 in tre occasioni nella ripresa (Di Renzo e due Mamah) e concedendo all'RG solo qualche piazzato e traversone laterale. Vittoria pesante per la squadra di Ezio Rossi che pare aver definitivamente svoltato e che, nel finale, ha perso Andrea D'Orazio dopo uno scontro di gioco: il mediano cresciuto nel Torino, dopo essere rimasto a terra, è stato trasportato in ospedale per gli accertamenti del caso ma le sue condizioni - dopo lo spavento iniziale - non destano preoccupazioni.

Scacchiere. Per il primo dei tre impegni in otto giorni l’allenatore biancorosso Ezio Rossi conferma l’undici di partenza della settimana precedente con la Sanremese. Davanti a Trombini agisce il terzetto difensivo composto da Mapelli, Monticone e Parpinel supportato sugli esterni da Foschiani e Tosi; in mezzo al campo c’è Premoli ad affiancare D’Orazio, con Piraccini che agisce alle spalle della coppia offensiva composta da Mamah-Di Renzo. Costanzo Celestini opta per un 5-3-2 che vede Fontana, Rosato e Sorrentino supportati dagli esterni Arcidiacono e Longhi, Ogliari da play affiancato da Kambo e Della Vedova, mentre davanti trovano spazio Longo e Makota. Pavesi, dato in partenza, si accomoda in panchina al pari dell'eterno França al rientro dall'infortunio.

Il match. Che sarebbe stata una partita piena di insidie lo si intuiva dai numeri dell’RG e la conferma è arrivata fin dalle prime battute in campo, con i piemontesi che sono partiti con decisione e al 10’ hanno colpito il palo con il destro incrociato di Makota da fuori area sul servizio di Longhi. Il Città di Varese dalla sua mostra grande attenzione e reattività, approcciando con Di Renzo le prime due conclusioni del match al 12’ trovando la prima volta l’opposizione di Sorrentino mentre sulla seconda non è stato inquadrato il bersaglio. Al 26’ contatto sospetto in area piemontese con lo stesso Di Renzo che si invola verso la porta e nel contatto con Rosato viene atterrato ma per il direttore di gara non ci sono stati gli estremi per il calcio di rigore. Al 33’ doppia occasione per il Città di Varese con Piraccini al termine dell’azione avviata dalla punizione di Parpinel e dal ricamo di Di Renzo, con Ogliari che si salva in corner, sui cui sviluppi è il capitano Mapelli a provarci di testa in area piccola. Al 41’ c’è l’episodio che spacca il match: da una rimessa laterale D’Orazio abbozza un tentativo di rovesciata e Kambo – col braccio alto da distanza ravvicinata – ferma il tiro, con l’arbitro che concede il penalty che Piraccini realizza spiazzando Oliveto. Nella ripresa la prima fiammata offensiva è dell’RG Ticino ma è il Città di Varese ad andare a pochi centimetri dal raddoppio in due occasioni. Al 4’ Di Renzo sfodera una conclusione a giro dai diciotto metri indirizzata all’incrocio ma il portiere locale Oliveto è provvidenziale a rifugiarsi in calcio d’angolo; al 6’, invece, Mamah dalla metà campo vede il portiere fuori dai pali e prova una conclusione che manca di poco il bersaglio. Al 16’, poi, D’Orazio pesca Premoli sulla sinistra e quest’ultimo va col destro dal limite ma il tiro non inquadra la porta, mentre al 21’ è Mamah a tentare la conclusione ma il tiro termina tra le braccia di Oliveto. Partita che resta aperta perché l’RG Ticino, pur non riuscendo ad arrivare negli ultimi sedici metri, risponde colpo su colpo e alla mezzora Celestini si gioca la carta Carlos França ma Mapelli è bravo a prendere subito le misure. Nel finale il Città di Varese controlla il match con grande maturità ma nel recupero perde D'Orazio dopo una botta alla nuca in seguito a uno scontro di gioco: ad Andrea gli auguri di pronta guarigione di tutti noi.

IL TABELLINO

RG Ticino-Città di Varese 0-1
RETE: 42' rig. Piraccini (C).
RG TICINO (5-3-2): Oliveto[03] 6.5, Della Vedova[00] 6, Fontana 6, Sorrentino 5.5, Kambo 5.5 (37' st Talarico sv), Makota 6.5 (29' st Pavesi sv), Ogliari[02] 6.5 (16' st Zaffiro[02] 6), Longo 5.5 (29' st França sv), Rosato 6, Arcidiacono[01] 6 (41' st Torin[01] sv), Longhi 5.5. A disp. Bellesolo[03], Napoli, Prutean[05], Bellucca. All. Celestini 6.
CITTÀ DI VARESE (3-4-1-2): Trombini[01] 6, Premoli 6.5, Parpinel[01] 7, Di Renzo 6.5 (39' st Cantatore sv), Monticone 7, Mamah 6.5, Mapelli 7.5, Foschiani[03] 6.5, Piraccini 7.5 (2' st Pastore 6), Tosi[02] 6.5, D'Orazio 7 (54' st Baggio L.[03] sv). A disp. Priori[03], Battistella[04], Marcaletti[02], Disabato, Bertuzzi[05], Minaj[01]. All. Rossi 7.
ARBITRO: Totaro di Lecce 6.5.
AMMONITI: D'Orazio (C), Torin[01] (R), Rosato (R), Ogliari[02] (R), Piraccini (C).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400