Cerca

Serie D

Girone B: finalmente Vis Nova, crolla la Casatese sotto i colpi di Fall e compagni; l'Arconatese non sa più vincere e il Brusaporto si avvicina

Quattro rinvii, ma tanto spettacolo: pokerissimo del Franciacorta e tris del Sona; il Leon ripassa la "regola di Ruffini"

Fall Maguette Vis Nova

L'esultanza di Fall Maguette della Vis Nova, a segno anche contro la Casatese

La diciasettesima giornata del girone B di Serie D offre spettacolo e risultati sorprendenti, ma rimane monca a causa dei rinvii di ben quattro match: infatti, mentre Caravaggio e Ponte San Pietro si arrendono dinnanzi alla nebbia, Folgore-Desenzano, Villa Valle-Legnano e Real Calepina-Sangiulianocity vengono rimbalzate dal serpeggiare del Covid-19. Nella confusione generale steccano clamorosamente Casatese e Arconatese, sorprese rispettivamente dai nuovi look di Vis Nova e Brusaporto, entrambe in un ottimo momento di forma. Termina con quattro reti il roboante pareggio che muove la metà sinistra della classifica tra Breno e Virtus Ciserano. Finirebbe con lo stesso risultato anche Leon-Crema, se non fosse per "la regola di Ruffini", che colpisce senza possibilità di replica i brianzoli ad una manciata di minuti dal triplice fischio finale. Sona e Franciacorta cementificano le proprie sicurezze e ribadiscono la piena volontà di un campionato tranquillo. Senza storia entrambi i risultati: i veneti si sbarazzano della Brianza Olginatese con un secco 3-0; i bresciani invece sono straripanti nella seconda frazione e spintonano la Castellanzese fino all'ultima carrozza del treno con un pesante 5-2. Prima di andare a ripercorrere i vari avvenimenti, però, ricordiamo che, come raccontato a questo link, da quest'anno vi basterà scannerizzare un qualsiasi qr-code del giornale per diventare utenti premium della nostra applicazione, con la possibilità di leggere articoli come questo e partite a pagamento seguite il weekend successivo.

Vis Nova-Casatese 3-1
RETI: 23' Manti (V), 4' st Calmi (V), 32' st Masini (C), 43' st Fall (V).
VIS NOVA (4-3-3): Ferrara 6.5, Beretta 6, Manti 7, Molteni 6.5, Dugnani 7, Bartoli 6, Molinari 6.5 (21' st Calabro 6), Ballabio 6, Fall 7, Orellana Cruz 6.5 (17' st Valtulina 6), Calmi 7 (32' st Galbiati 6). A disp. Foresti, Cioaza, Meggiarin, Redaelli, Mancosu, Cazzaniga. All. Caddeo 6.5.
CASATESE (3-5-2): Ferrara 5, Pirola F. 5, Sala 6 (8' st Ghilardi 5.5), Fusi 6.5, Perego 6, Videkon 5.5 (17' st Morlandi 5.5), Sassella 6.5 (42' st Roma sv), Mecca 6 (17' st Menegazzo 6), Masini 7, Isella 6, Pontiggia 6 (11' st Recino 6). A disp. Trabattoni, Morganti, Perego A., Comberiati. All. Mazzoleni 6.
ARBITRO: Russo di Torre Annunziata 6.
AMMONITI: Pontiggia (C), Mecca (C), Videkon (C), Galbiati (V), Ballabio (V), Beretta (V), Recino (C).
ESPULSO: 4' st Pirola F. (C).

Veniva da quattordici risultati utili consecutivi; è stata costretta alla resa dagli ormai ex ultimi della classe, saliti a quota 16 punti. La Casatese perde a sorpresa 1-3 rimanendo a una lunghezza dal primo posto in classifica. La Vis Nova invece si prende 6 punti nelle ultime due partite, e lo fa realizzando ben sette reti. Le "lucertole" passano con un colpo di testa di un liberissimo Manti al 23', ma non si accontentano e continuano a giocare con grande coraggio; Fall addirittura trova tempi e spazi per dribblare Ferrara, prima di calciare alto reclamando un rigore che però non viene concesso dal direttore di gara. Il raddoppio arriva comunque a inizio ripresa ed è ad opera di Calmi. In questo caso per gli ospiti oltre al danno c'è la beffa: sulla conclusione a porta praticamente sguarnita dell'autore del gol si oppone disperatamente e senza successo Pirola, che, sporcando il pallone con un braccio, rimedia il secondo cartellino giallo di giornata, ritrovandosi anzitempo sotto la doccia. Masini non si abbatte ed accorcia le distanze con un bel diagonale mancino. Tutto inutile purtroppo per i biancorossi, perchè Fall, che per inciso è l'ex di turno, si ritrova nuovamente faccia a faccia con l'estremo difensore avversario, e stavolta gioca la carta vincente del pallonetto, prima di appoggiare mettersi le mani dietro alle orecchie con fare divertito. Mazzoleni commenta così la sconfitta: «Peccato perdere oggi, soprattutto perchè ci avviciniamo al Natale e volevamo regalare altri tre punti al nostro presidente e ai nostri tifosi. Grandi meriti alla Vis Nova. In dieci abbiamo provato a pareggiare, ma abbiamo pagato un contropiede. Dobbiamo voltare pagina e preparare da lunedì la partita di mercoledì contro il Leon, che è l'ultima del 2021».

Arconatese-Brusaporto 0–1
RETI:
35’ pt Forlani.
ARCONATESE (3-4-1-2): Spada 6.5, Luoni 5.5, Medici 6, Gomis 5.5, Bianchi 6, Vecchierelli 6.5 (31’ st Marcone 6), Albini 6 (28’ st Longo sv), Spera 6.5, Parravicini 5.5, Santonocito 6, Siani 6. A disp: Gambazza, Zucchetti, Colleoni, Principi, Gnecchi, Romeo, Lillo. All: Livieri 5.5.
BRUSAPORTO (4-3-3): Aceti 7, Cortinovis 6.5, Menni 6.5, Guidelli 7, Beduschi 7 (20’ st Suardi 6), Ondei 7, Forlani 7.5, Consonni 6.5 (46’ st Apollonio sv), Galelli 6.5 (1’ st Valsecchi 6), Vitali 6.5, Sokhna 6.5. A disp: Passeri, Del Fiore, Rodolfi, Ventura, Stefanoni. All: Carobbio 7.
ARBITRO: Iacopetti di Pistoia 6.5
AMMONITI: Spera (A), Valsecchi (B)

Continua il momento negativo di un' Arconatese che non sa più vincere. I ragazzi di Livieri non approfittano infatti della caduta della Casatese e vanno incontro alla medesima sorte dei colleghi d'alta classifica, sbattendo contro un ottimo Brusaporto. Gli oroblù fanno le cose migliori nella prima frazione, ma non impensieriscono Aceti in maniera significativa. L'occasione più nitida la avrebbe Parravicini, ma l'Ibrahimovic della Serie D fa ritardo all'appuntamento col gol di testa. Ne approfitta il Brusaporto che, al 35,' pesca il jolly dal mazzo con una stupenda conclusione di Forlani. Nel secondo tempo i bergamaschi aumentano la propria intensità e sfiorano il raddoppio, che non arriva in più situazioni per mancanza di cinismo e lucidità; Vitali sbaglia un gol facile, e Sokhna, che gli aveva offerto un buon pallone, si rammarica temendo "la regola del gol sbagliato". Per la gioia degli ospiti però, gli ultimi sforzi dell'Arconatese si infrangono sulla traversa (colta da Marcone), e la partita giunge sorprendentemente al termine con il risultato di 0-1. Il Brusaporto, tutto grinta e cuore, ottiene così la terza vittoria consecutiva in campionato e sale a quota 25 punti (settimo posto).

Virtus Ciserano Bg-Breno 2–2
RETI: 9’ Tanghetti (B), 20’ Confalonieri (V), 33’ Mauri (B), 26’ st rig. Bardelloni (V).
VIRTUS CISERANO BG (4-3-3): Colleoni Matteo 6, Moioli 6.5, Gerevini 6.5, Nessi 7, Tonoli 6.5, Madonna 6 (9’ st Russo 6.5), Selvatico 6 (29’ st Aranotu sv), Careccia 6.5, Bardelloni 6.5, Ambrosini 6 (16’ st Belloli 6), Confalonieri 6.5 (38’ st Muchetti sv). A disp.: Mau. Colleoni, Monti, Pozzoni, Jaouhari, Orfanos. All. Del Prato 6.
BRENO (4-3-3): Tota 6.5; Wojdyla 6 (11’ st Cristini 6), Brancato 6.5, Tagliani 6.5 (9’ st Carminati 6), Ndiour 7; Nolaschi 6, Boldini 6.5, Melchiori 6.5; Tanghetti 7 (29’ st Mondini sv), Triglia 6 (35’ st Pelamatti sv), Mauri 7. A disp. Serio, Gasperoni, Negretti, Goglino, Cavallari. All. Tacchinardi 6.
ARBITRO: Zammarchi di Cesena 7
AMMONITI: Boldini (B), Mauri (B), Nolaschi, Confalonieri (V), Gerevini (V), Bardelloni (V).

Virtus e Breno non vanno oltre il pari, ma danno spettacolo con un 2-2 pirotecnico, nel quale i padroni si casa raddrizzano la partita due volte. Il Breno passa infatti al 9' con un tap-in facile facile di Tanghetti. Confalonieri rimette le cose a posto, ma il grosso lo fa Bardelloni con un assist geniale dal limite dell'area: il numero 9 infatti finta la conclusione, cercando in realtà il compagno tutto solo davanti a Tota con un doppio tocco suola destra-interno sinistro. Mauri la prende sul personale e riporta i suoi in vantaggio con una progressione palla al piede impressionante. Il pareggio finale lo firma il solito Bardelloni, che beneficia di un calcio di rigore al 26' della ripresa.

SONA-BRIANZA OLGINATESE 3-0
RETI: 31’ aut. Ekuban (S), 24’ st Marchesan (S), 31’ st Bittaye (S).
SONA (3-5-2): Dal Bosco 6, Gecchele 6, Angelini 5.5, Sylla 7, Toskic 7, Barellini 6 (38’ st Flores Bistolfi sv), Bittaye 7.5 (32’ st Valbusa 6.5), Vaudagna 7 (29’ st Ceccuzzi 6), Di Nardo 5.5 (4’ st Simeoni 5.5), Marchesan 7.5 (29’ st Brescianini 6), Pavan 6. A disp.: Ferretto, Belem, Nunes Correia, Mattei. All. Damini 7.
BRIANZA OLGINATESE (4-4-2): Colnago 6.5, Fischetti 5.5 (29’ st Guanziroli 6), Brini 5, Redaelli 6.5, Cavagna 5.5, Vigano 5.5, Caraffa 6, Panzetta sv (14’  Rada 6), Ekuban 4.5 (29’ st Citterio 6), Duguet 5 (10’ st Speziale 6), Blingheri 6.5. A disp.: Guarino, Bernacchi, Corbetta, Del Re, Ruggeri. All. Arioli 5.
ARBITRO: Muccigniato di Pordenone 6.
ASSISTENTI: Milillo di Udine e Mamouni di Tolmezzo.
AMMONITI: Bittaye (S), Marchesan (S).

Il Sona ritrova il gusto della vittoria dopo più di un mese di astinenza (l'ultima è datata 7 novembre, contro il Villa Valle) e supera con un netto 3-0 la Brianza Olginatese.Il primo gol si materializza al 31': angolo battuto dalla destra da Toskic ed autorete Ekuban nel tentativo di disimpergnare di testa. Nella ripresa Gecchele e compagni abbassano leggermente il baricentro e l'Olginatese prende coraggio esercitando un maggiore possesso, ma senza arrivare mai ad impensierire realmente Dal Bosco. Al 25' allora il Sona raddoppia con Marchesan, che con un sinistro incrociato poco oltre il limite, su suggerimento di Simeoni, finalizza nel migliore dei modi una splendida azione corale. Scorrono altri dieci giri di lancette e arriva il knock out: scorgendo Colnago fuori dai pali, Toskic si inventa un tiro da 40 metri che il classe 2003 ex Renate e Pisa, tornando in porta frettolosamente, riesce solo a respingere corto per il facile tap-in di Bittaye. Dopo quattro minuti di extra-time arriva il triplice fischio: nella nebbia del "Comunale" il Sona supera 3-0 la Brianza Olginatese.

Ac Leon-Crema 2-3
RETI: 13' Schiavo (A), 14' st Ruffini M. (C), 17' st Ferretti (C), 38' st rig. Bonseri (A), 42' st Ruffini M. (C).
AC LEON (4-4-2): Martignoni 7, Marzullo 5.5, Leotta 5.5 (46' st Villa sv), Zazzi 6, Portaro 5.5 (46' st Oggionni sv), Aldè 5.5, Ferrè A. 6 (41' st Giugno sv), Achenza 6, Bonseri 6.5, Moreo 6.5 (23' st Romanini 6), Schiavo 7 (17' st Paparella 6). A disp. Pulze, Venza, Veneruso, Nicoletti. All. Motta 6.
CREMA (4-3-1-2): Ziglioli 6, Bertelli 6 (46' st Viviani sv), Stanzione 6, Erman 5.5 (17' st Rinaldini 6.5), Ruffini M. 8, Forni 6.5, Cocci 6.5, Bassoli 6.5, Ferretti 7.5, Mandelli 7, Poledri 7. A disp. Pennesi, Siciliano, Baggi, Costabile, Meleqi, Valenti, Nellar. All. Bellinzaghi 7.
ARBITRO: Gallo di Castellammare di Stabia 6.
ASSISTENTI: Ghio e Concari.
AMMONITI: Stanzione (C), Bertelli (C), Schiavo (A), Bonseri (A), Achenza (A), Marzullo (A).

Il Crema è corsaro a Vimercate e porta a casa i tre punti nel finale, dopo un secondo tempo non adatto ai deboli di cuore; a passare in vantaggio per primo però è il Leon, con la rete di Schiavo ben servito da Moreo. I primi 45 minuti si giocano sui nervi e non producono cambiamenti sostanziali nel parziale. Bisogna aspettare la ripresa per vedere i fuochi d'artificio: il Crema rientra in campo con un'altra faccia, quella decisa di bomber Ferretti, che, nel giro di due minuti, ristabilisce l'ordine con un gol e un assist perfetto sulla testa di Ruffini. Sarà proprio lo stesso Ruffini nel finale a rendere vano il 2-2 su rigore di Bonseri, che si era materializzato solamente quattro giri di lancetta prima.

Sp.Franciacorta-Castellanzese 5-2
RETI: 14' Ferrandino (C), 30' aut. Pisan (C), 40' rig. Chessa (C), 45' De Angelis (S), 16' st Bithiene (S), 32' st De Angelis (S), 47' st Sow (S).
SP.FRANCIACORTA (4-3-3): Pilotti 7, Firetto 6, Berna 6.5, Basanisi 6.5 (40' st Sow 7), Fiorentino 6.5, Piccinni 6.5, Bithiene 7.5 (18' st Kouko 6), Scaglia 7 (34' st Muhic 6), De Angelis 7 (46' st Bertoli sv), Sodinha 7 (21' st Boschetti 6), Mozzanica 7. A disp. Cortese, Bagatini, Perego, Berardo. All. Maspero 7.5.
CASTELLANZESE (4-4-2): Asnaghi 5.5, Compagnoni 5.5, Pisan 5, Alushaj 5.5, Micheli 6, Chessa 5, Colombo 5, Ferrandino 5.5, Piran 6, Mandelli 6 (23' st Braidich 5.5), Melli 5.5. A disp. Cincilla, Sestito, Gazzetta, Mazzola, Mei, Praderio, Falzoni, Brusa. All. Cotta 5.5.
ARBITRO: Recchias di Brindisi 6.
ASSISTENTI: Tuccillo e Mititelu.
AMMONITI: Compagnoni (C), Firetto (S).

Lo Sporting Franciacorta ingrana la quinta e stende la Castellanzese per 5-2. A passare in vantaggio sono i neroverdi con Ferrandino, annullato dopo un quarto d'ora dall'autorete di Pisan; gli ospiti passano nuovamente in vantaggio su calcio di rigore realizzato da Chessa al 40', ma 5 minuti dopo De Angelis li riacciuffa nuovamente sul 2-2. Nella ripresa si scatena lo Sporting Franciacorta: Bithiene, De Angelis e Sow calano il pokerissimo; dall'altra parte una Castellanzese sprecona con Chessa e Colombo si divora come minimo tre gol. Il 5-2 finale relega la gli ospiti (in caduta libera) all'ultimo posto del girone; lo Sporting Franciacorta invece si mette in saccoccia tre punti fondamentali salendo così all'undicesimo posto.

Prossimo turno: Mercoledì 22 dicembre alle ore 14.30

Non c'è tempo per riposare. La diciottesima giornata del Girone B di Serie D ha le sembianze di un incombente e imprevedibile turno infrasettimanale, che però sarà anche l'ultima fatica del 2021. La Casatese cercherà di rialzare la testa subito, ma si troverà di fronte un Leon anch'esso voglioso di riscatto e punti pesanti. L'Arconatese e la Castellanzese hanno una prospettiva di classifica molto diversa, ma condividono un momento poco felice; il loro incrocio sarà fondamentale per risollevare ambizioni e umori prima di Natale. Il Desenzano torna in campo; affronterà una Virtus Ciserano reduce da più incontri ravvicinati, ma desiderosa ugualmente di batter cassa sebbene in terra nemica. Lo scontro promette scintille. Crema e Brianza Olginatese faranno di tutto per ritrovare il sorriso, ma dovranno vedersela con due avversari di tutto rispetto: i bianconeri ospiteranno la temibile Real Calepina, mentre le maglie crociate lecchesi battaglieranno con il Villa Valle. Il Breno cercherà il sesto risultato utile consecutivo contro il Franciacorta, compagine insidiosissima, reduce dalla manita rifilata alla Castellanzese. Aggiungiamo una curiosità attorno a questa sfida: entrambe le formazioni hanno solo vinto o pareggiato dopo aver affrontato senza buon esito la capolista Sangiuliano City. Proprio questi ultimi, in buona compagnia con Folgore, Legnano e Caravaggio, non scenderanno in campo causa Covid-19. Chiuderanno il cerchio Brusaporto-Sona Ponte San Pietro-Vis Nova, due partite complicatissime da pronosticare dal momento che tutte le quattro squadre vengono da un periodo più che positivo.

Breno-Sporting Franciacorta 
Brianza Olginatese-Villa Valle
Calcio Brusaporto-Sona Calcio
Calcio Desenzano Calvina-Virtus Ciserano Bergamo
Casatese-Leon
Castellanzese 1921-Arconatese 1926
Crema 1908-Real Calepina
Ponte San Pietro-Vis Nova Giussano
Sangiuliano City-Folgore Caratese (Rinviata a data da destinarsi)
Legnano-Caravaggio (Rinviata a data da destinarsi)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400