Cerca

Serie D

Novara, vittoria che sa di ipoteca. Tre punti d’oro per l’Asti. Colpo Fossano con l’Imperia, oro sulla via della salvezza

Al Piola il Chieri dà battaglia ma finisce 4-2 per la squadra di Marchionni. Si fermano Varese e Sanremese. I galletti espugnano Lavagna. In casa vittoria pesante della squadra di Viassi e arriva la priva vittoria di Modica sulla panchina del Casale

Montanarelli (Asti)

Montanarelli, tecnico dell'Asti

Diciottesima giornata che sembra emettere una sentenza: il Novara batte anche il Chieri e vola a + 10 proprio sulla squadra di Didu e a +11 da Varese e Sanremese fermate sul pareggio da Saluzzo e HSL Derthona. Vero è che tutte e tre le inseguitrici hanno da recuperare una gara ma chiudere il 2021 con questo distacco e 41 punti, lascia non troppe speranze alle rivali…

Novara che allo stadio Piola sblocca subito con Vuthaj su rigore, prendendo il largo fino al 3-0 nella ripresa - pur senza che il Chieri demeriti come il risultato parrebbe dire - prima del finale scoppiettante che porta al 4-2 e una vittoria che pesa ancora di più vedendo i risultati degli altri campi…

Come da Saluzzo, dove il Città di Varese di Ezio Rossi non riesce ad andare oltre lo 0-0 e da Sanremo, dove gli azzurri di casa trovano un Hsl Derthona ringhioso e combattivo che inchioda sull’1-1 le speranze di casa.

Per una classifica che vede salire ai piedi dei posti al sole PDHAE e Vado, candidate a essere le sorprese dell’anno. La squadra di Cretaz si libera del Ligorna con un secco 2-0 mentre il Vado la spunta di misura in casa con l’RG Ticino.

Prima vittoria invece per il Casale targato Modica: superato 3-1 il Bra e terzetto a quota 27 punti in classifica che si forma insieme all’Hsl e al Borgosesia, che impatta 0-0 sul campo del Gozzano al termine di un derby vero e tiratissimo.

Nella lotta salvezza, pesantissimi i tre punti conquistati dal Fossano in casa contro l’Imperia (firma del ‘doppio-ex’ Di Salvatore Leonardo) mentre Caronnese e Sestri Levante si dividono la posta in palio per un punticino che serve più all’autostima dei liguri che al morale della Caronnese che ha visto anche la bandiera Corno uscire per un piccolo infortunio. 9 squadre in 9 punti nella ‘zona rossa’ rappresentano davvero un biglietto da visita da non perdere per il 2022 e soprattutto testimonia come l’equolibrio sia sottile e la continuità sarà l’inevitabile chiave dei sogni…

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400