Cerca

Serie D

Gritti, rosso affrettato, Ferretti non perdona beffando Terletti

Il Crema riprende due volte il Caravaggio grazie al suo bomber e a un'invenzione di Mandelli. I biancorossi, avanti con Cortinovis e Ibe, pagano l'inferiorità numerica per somma di ammonizioni del difensore

Andrea Ferretti Crema

Andrea Ferretti ha realizzato la doppietta che ha permesso ai nerobianchi di uscire imbattuti da Caravaggio (foto Giulio Giordano)

In dieci contro undici il Caravaggio sfiora il colpaccio contro il Crema, restando in vantaggio per quasi tutta la sfida e venendo ripreso soltanto nel finale di gara nonostante l'espulsione di Gritti a fine primo tempo. Per i biancorossi sugli scudi Cortinovis, autore del gol del vantaggio in mischia e di un assist, e Ibe, salito a quota 9 reti in campionato. Meglio di lui ha fatto Andrea Ferretti, la cui doppietta salva Bellinzaghi dalla sconfitta ed evita il sorpasso in classifica dei bergamaschi. Il punto permette comunque ai ragazzi di Terletti di lasciare l'ultimo posto alla Castellanzese, battuta in rimonta dall'Arconatese, agganciando il Villa Valle al quindicesimo posto.

Gritti, rosso affrettato. Nemmeno il tempo di cominciare che la partita si mette subito in discesa per i locali: al 3' Pennesi si fa sorprendere dalla traiettoria di un calcio d'angolo e lascia sfilare il pallone nel cuore dell'area piccola, dove Cortinovis è felino nell'anticipare Forni a due passi dalla porta siglando il vantaggio. Il Caravaggio potrebbe raddoppiare al 44' quando Lamesta conduce un contropiede tre contro due, ma ai biancorossi manca il killer istinct per chiudere i conti e sprecano l'occasione. Un minuto più tardi la partita cambia ma in direzione opposta, colpa di un episodio nel recupero della prima frazione che vede protagonista in negativo Andrea Gritti. Il centrale dei bergamaschi atterra al limite dell'area Bertelli, rimediando una seconda ammonizione che appare affrettata anche se certamente non scandalosa. A tentare la conclusione dai 17 metri è Ruffini che però non riesce a scavalcare la barriera. A inizio ripresa però i nerobianchi pervengono subito al pareggio grazie al guizzo di uno scatenato Bertelli. Il fantasista entra in area dalla sinistra superando Traina con un tunnel, evita il recupero di Lleshaj e calcia sul secondo palo costringendo Vitali a salvarsi con l'aiuto del palo. Sul pallone vagante arriva per primo Ferretti per cui è un gioco da ragazzi siglare l'1-1. I padroni di casa non si arrendono e dimostrano un grande carattere, tornando in vantaggio sei minuti più tardi: lancio lungo di Cortinovis per Ibe, che dribbla Forni e Ruffini e trafigge Pennesi in diagonale. Bomber Ferretti però non ci sta a uscire sconfitto dal terreno di gioco, così al 37' ristabilisce nuovamente la parità sfruttando un'invenzione del neoentrato Mandelli. Per il centravanti di Bellinzaghi sono già 11 le reti in questo campionato che gli valgono la quinta posizione in classifica marcatori.

IL TABELLINO

Caravaggio-Crema 2-2
RETI: 3' Cortinovis (Ca), 3' st Ferretti (Cr), 9' st Ibe (Ca), 37' st Ferretti (Cr).
CARAVAGGIO (5-4-1): Vitali 6, Traina 6 (30' st Aprile sv), Cortinovis 7.5, Lleshaj 6, Gritti 5, Viola 6, Torri 6 (30' st Baggetta sv), Brioschi 6, Ibe 7 (45' st Gallo sv), Lamesta 6, Fumagalli 6. A disp. Mazzoli, Corno, Regantini, Ferri M., Sirianni, Galdoune. All. Terletti 6.5.
CREMA (4-3-3): Pennesi 5.5, Cerri 6, Stanzione 6 (32' st Costabile sv), Erman 6 (21' st Poledri 6), Ruffini M. 5.5, Forni 5, Cocci 6, Bertelli 7.5 (27' st Oduamadi sv), Ferretti 7.5, Bignami 6, Rinaldini 6 (32' st Mandelli 6.5). A disp. Bianchessi, Baggi, Bassoli, Meleqi, Bigotto. All. Bellinzaghi 6.
ARBITRO: Valentini di La Spezia 5.5.
ASSISTENTI: Pampaloni e Frunza.
ESPULSO: 45' Gritti (Ca).
AMMONITI: Bignami (Cr), Bertelli (Cr), Gritti (Ca), Gritti (Ca), Lleshaj (Ca), Vitali (Ca).

LE INTERVISTE

Maurizio Terletti (all. Caravaggio): «C'è il rammarico perché abbiamo giocato un buon primo tempo e non siamo riusciti a chiudere la partita, anzi a pochi secondi dall'intervallo siamo rimasti in inferiorità numerica. A inizio ripresa loro sono venuti a prenderci subito alti pervenendo al pareggio, ma siamo stati bravi a tornare nuovamente in vantaggio. Peccato per il pareggio subito nel finale dove siamo calati un po' fisicamente. È stata comunque una buona reazione dopo la sconfitta di Legnano, in cui il risultato ci ha penalizzato oltre i nostri demeriti. Ripartire subito con tre partite in una settimana è già un bel banco di prova specialmente sul piano atletico, a maggior ragione considerando qualche assenza. Quest'anno ci sarà da soffrire ancor più dell'anno scorso per conquistare la salvezza e dobbiamo esserne consapevoli per farci trovare pronti, perché la classifica è molto corta e bisognerà lottare ogni domenica per conquistare i punti necessari a raggiungere il nostro obiettivo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400