Cerca

Serie D

Città di Varese-Novara, Benassi usa la "mano di Dio" per decidere il big match e lanciare i piemontesi verso la Serie C

I lombardi si fanno preferire come gioco e occasioni create ma alla fine la capolista passa tra le proteste con un gol nettamente irregolare realizzato di mano

uthaj-Mamah

I bomber delle due squadre: Dardan Vuthaj (Novara) e Kenneth Mamah (Città di Varese) Credit foto: Facebook

Novara che chiude a doppia mandata il campionato, Città di Varese furioso per una sconfitta immeritata decisa da un gol di mano di Benassi sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Gonzales. Un episodio ha deciso la partita e, molto probabilmente, anche il campionato, con il Città di Varese furente con l'arbitraggio del signor Monesi di Crotone che nel primo tempo non aveva concesso un rigore apparentemente netto su Foschiani e, nel finale, non ha visto l'episodio incriminato. Calcio d'angolo di Gonzales dalla sinistra del portiere, braccio alto di Benassi che anticipa Mamah in area piccola e pallone schiaffeggiato in rete. Tripudio Novara, rabbia Varese, sintetizzata così dalle parole dell'allenatore Ezio Rossi: «Avevo già visto come avevano perso Fossano e Caronnese: se magari protesta il Fossano non si accorge nessuno, se lo fa il Varese magari ha più eco e lo sanno più persone. Sapevamo che la partita si sarebbe decisa con un episodio ma ci aspettavamo una giocata non certo un gol di mano non visto dall'arbitro. Onore ai miei ragazzi per la partita che meritavano di vincere e al Novara per il campionato».

Per la partita dell'anno sia Rossi che Marchionni disegnano le loro squadre con un 3-4-1-2: modulo consueto per il Città di Varese che dirotta Premoli in mediana accanto a D'Orazio e ritrova Mapelli al centro della difesa; Marchionni, invece, sorprende tutti schierando dal primo minuto la cavalleria pesante con Gonzales (bello l'abbraccio prima del match con Neto Pereira, vice allenatore del Città di Varese) alle spalle di Alfiero e Vuthaj. 

Città di Varese e Novara sono arrivate al match entrambe con una striscia di 10 risultati utili, con la capolista che aveva raccolto 28 punti e i lombardi 26. Ai punti la squadra di Ezio Rossi avrebbe meritato molto di più visto il maggior numero di occasioni e il gioco decisamente con più idee della capolista che - per larghi tratti - si è affidata ai lanci lunghi per i due punteri che, però, sono stati ben controllati dalla granitica retroguardia varesina. E non è un caso se nei novanta minuti Alfiero e Vuthaj (che insieme hanno segnato più gol di tutto il Città di Varese) hanno avuto solo un pallone da sparare verso la porta difesa da Trombini dopo un'ora abbondante di gioco (colpo di testa di Vuthaj in area piccola terminato fuori). 
Città di Varese che interpreta la partita nel modo giusto fin dalle prime battute, con l'esterno Foschiani (diventato di proprietà biancorossa in settimana dopo il riscatto dal Pordenone) che è sembrato decisamente in palla e pronto a trovare il fondo a più riprese sulla corsia presidiata da Di Masi, giustiziere dell'andata. Biancorossi che sembrano più organizzati, con il cannoniere della squadra Kenneth Mamah che è il primo a provarci di testa dopo sette minuti, poi è D'Orazio, con una conclusione da fuori al termine di un'azione avviata da Mapelli e proseguita dal servizio di Mamah. Al 33' gol annullato al Città di Varese per fuorigioco di Di Renzo, giocatore che qualche minuto più tardi verrà ammonito e sarà costretto a saltare la partita di domenica prossima in casa del Gozzano. 
Nella ripresa il Città di Varese reclama in avvio un calcio di rigore per atterramento di Foschiani nel momento in cui stava per calciare, poi è il Novara ad avere una fiammata di cinque minuti che porta al colpo di testa di Vuthaj. Al 21' altra occasione per il Città di Varese con Foschiani che, su servizio di Piraccini, prova da fuori e manca di poco il bersaglio. Il match si sblocca al 32' con il colpo di mano di Benassi su calcio d'angolo. La "rabbia" dello Stadio Ossola accompagna poi il Città di Varese nel tentativo di trovare il pareggio ma Desjardins è insuperabile sulle conclusioni ravvicinate di Pastore (34') e Cappai (46'). I tre punti al Novara, la rabbia al Città di Varese

IL TABELLINO

Città di Varese-Novara Fc 0-1
RETE: 32' st Benassi (N).
CITTÀ DI VARESE (3-4-1-2): Trombini[01] 6, Premoli 6.5, Parpinel[01] 7 (33' st Minaj[01] sv), Di Renzo 6.5 (33' st Cappai sv), Monticone 7, Mamah 6, Mapelli 7, Foschiani[03] 7, Piraccini 6 (33' st Pastore sv), Tosi[02] 6 (20' st Marcaletti[02] 6), D'Orazio 6 (20' st Disabato 6). A disp. Priori[03], Bertuzzi[05], Gazo, Mendolia[03]. All. Rossi 6.5.
NOVARA FC (3-4-1-2): Desjardins[00] 7, Bergamelli 7, Di Munno[00] 6.5 (47' st Bonaccorsi sv), Di Masi[00] 6 (41' st Pagliai[02] sv), Vuthaj 5.5, Alfiero 5.5, Gonzalez 6 (36' st Laaribi sv), Benassi 5, Vaccari[02] 6 (41' st Capano sv), Paglino[03] 7, Amoabeng[01] 7.5. A disp. Raspa[01], Agostinone, Rocchetti[03], Pereira Lopes[01], Gyimah[03]. All. Marchionni 6.
ARBITRO: Monesi di Crotone 5.
AMMONITI: Di Renzo (C), Alfiero (N), Bergamelli (N), Benassi (N), Mapelli (C), Pastore (C), Paglino[03] (N), Bonaccorsi (N), Monticone (C).
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400