Cerca

Serie D

C'è chi i giovani li fa giocare, risparmia, guadagna e... vince

I club di Serie D che, grazie alle loro filosofie vincenti sulla valorizzazione dei fuoriquota, vincono in campo e fanno 'bene alle loro tasche'

aaa

Mawete, classe 2005 con una presenza a Bra in Serie D

I giovani bravi ci sono. E c'è anche chi li fa giocare ottenendo grandi risultati! Risparmiando sul monte-rimborsi e 'guadagnando' magari da un loro eventuale passaggio a squadre e società di categorie superiori. Nell'anno del niente-Mondiale bis, le graduatorie del Premio 'Giovani D Valore' del Dipartimento Interregionale, sull'impiego dei fuoriquota nel campionato di Serie D, dimostrano che se i giovani li sai scegliere, far crescere e giocare nel contesto adeguato, non solo contribuiscono ai buoni risultati delle proprie squadre ma consentono alle società, soprattutto in tempi non certo di 'espansione economica', di trovare risorse interne e 'risparmiare' sui budget. Valorizzando il loro 'patrimonio'.

Come nel caso del Girone A, dove ai primi tre post dell'ultimo aggiornamento della graduatoria del premio 'Giovani D Valore', vede al primo posto il Gozzano, a seguire il Borgosesia e poi il Chieri. Squadre che, tra l'altro, stanno facendo un campionato sempre a ridosso delle posizioni playoff, mai coinvolte da inizio stagione in posizioni pericolose o pericolanti e soprattutto che hanno dato ampio spazio ai propri giovani in rosa.

GIOVANI 'D' VALORE • LA CLASSIFICA AGGIORNATA DEL GIRONE A

Se poi si mettono insieme e si combinano i valori economici delle rose del girone A di Serie D, si vede come le stesse tre società, in virtù dei tanti giovani in rosa, per scelta e filosofia societaria, 'risparmiano' anche sul monte rimborsi. Come si vede nella tabella stilata dal sito www.transfermarkt.it, con i valori economici delle rose. Valori intesi come 'costo ipotetico del cartellino' dei singoli giocatori in rosa (non basato sui rimborsi spese ma è facilmente rapportabile il valore del giocatore con il possibile e probabile rimborso spese che la società corrisponde.

Classifiche e graduatorie che vedono i giovani protagonisti della stagione al centro delle attenzioni di molti club anche professionistici. Non a caso infatti, tre giovani del Girone A sono stati impegnati recentemente con la Rapp di Serie D al Torneo di Viareggio: il portiere del Saluzzo classe 2004 Ramon Virano, l'attaccante Sangiorgio del Gozzano e l'esterno offensivo Gymah ex Toro e ora al Novara. E non a caso, proprio da Borgosesia e Chieri, hanno da poco spiccato il volo verso palcoscenici professionisti. A gennaio infatti, il classe 2003 Omoregbe allenato da Lunardon è approdato alla Primavera del Milan, dove ha già lasciato anche il segno a suon di gol. Così come dalla collina torinese, il classe 2004 Tommaso Marras, ha scelto la Primavera del Monza dopo le attenzioni di altri club professionistici.


Lorenzo Sangiorgio, attaccante classe 2004 del Gozzano, convocato nella Rapp di D al Viareggio

Guardando i numeri di tutti i fuoriquota impegnati dalla prima giornata alla 32ª giornata sono infatti 315 i ragazzi tra il 2000 e il 2005 che sono stati impiegati almeno un minuto. Numeri impressionanti che se analizzati, regalano sorprese a volte inaspettate.

Snobbati i classe 2000: ciò che balza agli occhi dei numeri, sono le differenze nell'impiego dei fuoriquota nelle diverse annate. L'obbligo di schierare almeno 1 nato dal 2000, 1 nato dal 2001, 1 nato dal 2002 e 1 nato dal 2003, rivela scelte strategiche comuni alle squadre. Pochissimi i 2000 impiegati, soltanto 26, dato che lascia perplessi perchè spesso, un fuoriquota 'esperto' (i classe 2000 arrivano da almeno tre anni da fuoriquota) dà maggiori garanzie, ma forse incide maggiormente nell'economia del gruppo e della società, che preferisce 'pescare' dalle annate più giovani, anche per un discorso di prospettiva di formare già per l'anno venturo i ragazzi da inserire in campo e in rose.

Dai 26 classe 2000 si passa ai 37 giovani classe 2001 schierati, ai 92 classe 2002 e i 97 classe 2003. Quasi pari ai 2000 invece, sono ben 24 i classe 2004 schierati, mentre sono 9 i giovanissimi classe 2005 che hanno assaggiato già il massimo palcoscenico dilettantistico, debuttando per qualche minuto o disputando anche gare intere e da titolari.

Mammarella e Re, i 'Golden-boy' classe 2005 del Chieri già impiegati dal tecnico Didu in stagione

I magnifici 'nove' classe 2005 Tra i golden-boy classe 2005 impiegati ben 2, non a caso, sono stati schierati da Gozzano e Chieri e uno dal Borgosesia, ai primi tre posti della classifica giovani. A Gozzano schierati il difensore 2005 Italiano con 8 presenze, 6 volte entrato e 2 da titolare, con 175 minuti giocati e il difensore Peradotto seppur subentrato per pochi minuti. Due i giovanisimi in campo in casa Chieri. L'attaccante Piergiorgio Re, con 6 presenze, una da titolare e 5 volte subentrato, con 105 minuti giocati e il centrocampista Mammarella, con due presenze, entrambe da titolare per un totale di 120 minuti giocati. A Borgosesia il Top-player 2005, il centrocampista D'Ambrosio, che conta ben 9 presenze, 8 volte titolare e con ben 606 minuti giocati. Da segnalare poi il portiere Bohli della Sanremese, 3 presenze da titolare e 270 minuti giocati e da segnalare anche l'esordio recente in casa Bra del talento Mawete.

Ramon Virano, portiere classe 2004 ex Torino e Bacigalupo, titolarissimo al Saluzzo e al Viareggio con la Rapp di Serie D

La carica dei '24' classe 2004 Tra i 2004 infine, la 'palma d'oro' sempre al Gozzano che ne ha schierati ben 5 da inizio stagione. L'attaccante Sangiorgio, con 32 presenze, 6 gol, 4 volte subentrato, 12 volte sostituito e 16 volte in campo tutta la gara, con 2554 minuti giocati e 426 minuti/gol. Poi l'attaccante Scottu con 3 presenze, il centrocampista Molinari con 4 presenze, il portiere Ujkai con 4 presenze e Caraglio con 1 presenza. Tra i giovani impiegati ad Asti, il gioiellino Trevisiol, con 25 presenze, 2 gol, 10 volte subentrato, con 1238 minuti giocati e media minuti/gol di 619. Poi il portiere Ramon Virano del Saluzzo, con 24 presenze e 2079 minuti giocati. Vero leader, insieme a Sangiorgio del Gozzano, di questa specifica 'sezione', per di più in un ruolo determinante come quello del portiere e impreziosendo il suo bottino stagionale con ben due rigori parati. Per chiudere con il difensore Florio del PDHAE, con 16 presenze, 12 volte subentrato, 486 minuti giocati e 1 gol.


I GIOVANI IMPIEGATI DAL GOZZANO

NB - Chieri, Sestese e Fossano sono le squadre dove militano attualmente i giocatori che però, in maglia Gozzano hanno fatto le presenze indicate


I GIOVANI IMPIEGATI DAL BORGOSESIA

Da aggiungere Bob Omoregbe (ora al Milan) classe 2003: 20 presenze, 7 gol e 1436 minuti giocati


I GIOVANI IMPIEGATI DAL CHIERI

NB - Borgaro, Rivoli, Ligorna e Saluzzo sono le squadre dove militano attualmente i giocatori che però, in maglia Gozzano hanno fatto le presenze indicate

Da aggiungere Tommaso Marras, classe 2004 (ora al Monza): con 16 presenze, 2 gol e 1023 minuti giocati


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400