Cerca

Serie D

Cinque giorni per decidere una stagione. Anzi due. Volata finale per la Serie C e per evitare l’inferno

Due giornate fondamentali per emettere sentenze in testa e in coda: tra sogni, feste programmate e paura di non farcela

Cinque giorni per decidere una stagione. Anzi due… Volata finale per la Serie C e per evitare l’inferno…

Fabrizio Viassi: volata finale all'inseguimento di un'altra salvezza-capolavoro con il suo Fossano

Tutto in cinque giorni o quasi… Per chi sogna la Serie C e chi cerca di evitare l'infermo dell'Eccellenza. La Serie D si avvicina al traguardo delle 38 tappe fatte a giornate di campionato, con l’uno-due tra mercoledì 27 aprile e domenica 1 maggio che scandirà il ritornello che farà da preludio alle due ultime giornate che potrebbero però essere determinate negli esiti e nelle speranze, proprio dai prossimi cinque giorni in cui andranno in scena la 35ª e la 36ª giornata di campionato.

Il programma delle ultime quattro giornate: ognuno faccia i suoi conti e gli scongiuri...


Volata Serie C • Novara che ospita il Fossano allo stadio Piola e domenica sarà di scena in casa del Gozzano. Azzurri in serie positiva da 6 gare e soprattutto reduci da 5 vittorie di fila condite da altrettante gare (5) senza subire nemmeno un gol! Ipotizzabile la vittoria interna domani con un Fossano in periodo non proprio positivo dopo la splendida risalita dal fondo classifica con 4 sconfitte nelle ultime 6 gare, sanguinose le ultime due in casa della Lavagnese e in casa col Chieri. Sanremese che invece domani farà visita a un Ligorna a caccia degli ultimi punticini salvezza così come fatto nelle ultime 6 giornate dove ha raccolto 2 sconfitte e 4 pareggi senza mai vincere. Sanremese che non perde una partita dalla 19ª giornata in casa dell’RG Ticino, da allora 11 vittorie e 4 pareggi, pagando a carissimo prezzo però i due ‘stop’ casalinghi con Asti e Bra che hanno portato il distacco dal Novara a 5 punti. Difficilmente recuperabili vedendo il calendario delle ultime quattro giornate di Sanremese e Novara con lo stesso ‘grado di difficoltà’ ma senza più la chance dello scontro diretto. Per la volata Serie C quindi, i prossimi 5 giorni saranno decisivi: se il distacco tra Novara e Sanremese rimarrà di 5 punti anche domenica sera, il Novara potrà festeggiare con una giornata d’anticipo in casa del Chieri oppure potrà rimandare la grande festa all’ultima giornata quando al Piola di Novara arriverà l’Hsl Derthona ‘sereno’ in quota playoff mentre a Sanremo arriverà un RG Ticino che potrebbe dover chiedere punti pesantissimi in chiave salvezza.

Paglino, giovane talento del Novara che insegue il 'ritorno' in Serie C

Volata salvezza-playout • Arrivata ala prima retrocessione matematica per il Saluzzo, con un piede in Eccellenza ci sono Lavagnese e Imperia. I primi potrebbero retrocedere matematicamente già domani sera nel caso in cui perdano in casa del Gozzano e Asti e PDHAE dovessero vincere con Casale e Borgosesia. Verdetto e destino appeso a un filo che potrebbe poi diventare triste realtà domenica 1 maggio.

Lumicino Imperia • Discorso analogo per l’Imperia, ‘in teoria’ in posizione da playout ma con un distacco superiore a quegli 8 punti dalla rivale che la porterebbero in Eccellenza senza passare dal playout. Imperia che si è letteralmente ‘inchiodata’ nelle ultime 6 partite con 2 pareggi e 4 sconfitte di fila. Per avere ancora delle speranze di playout e salvezza, i nerazzurri dovranno assolutamente vincere in casa domani con la Caronnese e provare l’impresa domenica in casa del PDHAE che potrebbe essere una delle due ipotetiche rivali del playout (insieme all’Asti) ma da cui l’Imperia ha ad oggi 12 punti di ritardo, che potrebbero diventare 9 in caso di vittoria dello scontro diretto ma molto dipenderà dalla gara di domani con la Caronnese. Se dovesse arrivare un’altra sconfitta, potrebbe non bastare la vittoria in casa del PDHAE, anche se poi i liguri avranno il Fossano in casa e il retrocesso Saluzzo in trasferta all’ultima giornata. Tanti scontri diretti che potrebbero riaprire ogni discorso ma molto dipenderà come detto dall’esito della gara di domani con la Caronnese.

SOS Fossano • Calendario e momento non certo semplice per la squadra di Viassi: 4 ko nelle ultime 6 gare. Domani trasferta ‘proibitiva’ in casa del Novara, poi appuntamento da non fallire in casa con il Borgosesia domenica 1 maggio per poi giocarsi il ‘tutto per tutto’ nelle due ultime gare in casa dell’Imperia e poi all’ultima giornata la sfida interna contro l’Asti che potrebbe valere una stagione… Presentarsi alle ultime 2 giornate con 40 punti (ipotizzando il ko a Novara e la vittoria casalinga con il Borgosesia) potrebbe dare lo slancio per provare addirittura la salvezza diretta. In caso contrario, sarà praticamente certo il playout, da vedere soltanto contro chi…

Allarme RG Ticino • Se si leggesse soltanto il dato numerico delle ultime 9 giornate la situazione potrebbe non sembrare così critica: con 1 sconfitta ma anche 1 sola vittoria e ben 7 pareggi. Passo da formichina che potrebbe non bastare per guadagnarsi la salvezza diretta. Che passa da un altro dato numerico: l’RG dovrà fare almeno 3-4 punti in più nelle ultime 4 giornate di Asti e PDHAE. E guardando alla trasferta di domani a Bra (reduce da 6 risultati utili consecutivi) e la sfida casalinga di domenica con il Derthona l’impresa appare almeno non semplice. Se poi si guardano le ultime due giornate l’affare appare non semplice. Se infatti alla penultima la sfida interna con il Vado dovrà dare i tre punti, l’ultima giornata in casa della Sanremese dipenderà molto da come arriveranno i liguri a quella sfida. Se la lotta col Novara per la Serie C sarà già chiusa, potrebbe essere il jolly della stagione da giocare per l’RG. Se invece da quell’ultima giornata la Sanremese dovesse chiedere punti che potrebbero valere la Serie C il discorso cambierebbe e si complicherebbe non poco…

Riccardo Boschetto, tecnico dell'Asti all'ultimo sforzo per la salvezza senza playout


Asti sul filo… • Se si guarda la classifica un po’ d’ansia c’è. Guardando invece il rendimento e lo stato psico-fisico della squadra, insieme al calendario, la cresta dei galletti si rialza. Impegno delicato contro il Casale domani al Bosia per due motivi. Perchè i nerostellati di Sesia arrivano da un filotto di 11 risulatti utili consecutivi, impreziositi da ben 7 vittorie e 4 pareggi e 4 vittorie nelle ultime 4 gare. Da parte sua però, l’Asti di Boschetto può vantare una striscia positiva di 9 gare, con 2 vittorie e 7 pareggi. Non perdere (o addirittura vincere) con il Casale potrebbe dare lo slancio che il calendario mette a disposizione dei galletti. Dopo il Casale infatti, l’Asti affronterà in trasferta il già retrocesso Saluzzo poi riceverà in casa la Lavagnese che con ogni probabilità sarà anch’essa già retrocessa, arrivando all’ultima giornata con la salvezza già raggiunta. Traguardo che la squadra di Boschetto deve e dovrà porsi perchè all’ultima giornata in casa del Fossano in piena bagarre, o forse già ‘rassegnato’ al playout, potrebbe succedere di tutto e sarebbe meglio arrivare a quella sfida con delle certezze acquisite.


Ansia PDHAE • La vittoria sfumata con l’Asti nell’ultimo turno potrebbe pesare per la squadra di Erbetta. Due punti lasciati sul cammino che potrebbero non essere determinanti visto il calendario degli orange o che potrebbero essere parte di rimpianti più ampi se nelle prossime due gare soprattutto, dovessero arrivare risultati non positivi. Domani in casa del Borgosesia che ha conquistato domenica a Saluzzo i tre punti per la matematica salvezza, dà l’opportunità e il dovere al PDHAE di portare a casa almeno un punto dalla trasferta di domani per poi giocarsi il jolly-salvezza domenica in casa con l’Imperia. Che potrebbe emettere due sentenze: la retrocessione matematica dell’Imperia, eliminando di fatto un playout da giocare. Quello che vedrebbe ipoteticamente proprio coinvolto il PDHAE che, portando a casa 4 punti tra Borgosesia e Imperia, potrebbe affrontare le ultime due tappe in casa del Ligorna e all’ultima giornata in casa con il Varese, con l’obiettivo minimo di non perderle entrambe per salvare la Serie D.

Rebus Ligorna e Vado • Tre squadre vicine, anzi vicinissime al traguardo salvezza, che però non è ancora scontata. Soprattutto nel caso del Ligorna. Che affronterà domani una Sanremese ancora speranzosa di poter lottare per la Serie C per poi affrontare Caronnese in trasferta e PDHAE in casa. Potrebbe bastare un punticino a partita per arrivare all’ultima trasferta in casa del Casale a obiettivo raggiunto. Discorso analogo per il Vado che tra trasferta a Varese e Bra in casa, potrebbe accontentarsi anche di un solo punto per portarsi a quota 45 punti e ‘gestire’ la delicata trasferta in casa dell’RG Ticino alla penultima e soprattutto la sfida casalinga con il Sestri Levante (già salvo) all’ultima giornata.

All-in Caronnese • Se per molte squadre saranno i prossimi 5 giorni quelli decisivi, in casa Caronnese potrebbe bastare la gara di domani per lo scatto decisivo verso la salvezza. Il calendario mette di fronte l’Imperia in una gara in trasferta che se vedrà la squadra di Scalise conquistare i tre punti, potrebbe avere un duplice significato: salvezza praticamente sicura a quota 47 punti per poi prendere ciò che verrà tra Ligorna, Sestri e Bra all’ultima giornata e condanna definitiva per l’Imperia che vedrebbe quasi irraggiungibile il playout salvezza. Partita con l’Imperia che rappresenta l’appuntamento dell’anno da non fallire, assolutamente. Perchè lo scenario opposto con scivolone, avrebbe di conseguenza due effetti negativi: rimettere in corsa l’Imperia ed essere magari risucchiato in piena zona playout…

Federico Corno, bandiera della Caronnese a caccia degli ultimi punti salvezza


Serie D • Girone A

35ª giornata (Mercoledì 27 aprile ore 15.00): Bra-RG Ticino (Arbitro: Stefano Foresti di Bergamo), Asti-Casale (Arbitro: Adil Bouabid di Prato), Borgosesia-Pontdonnaz (Arbitro: Federico Tassano di Chiavari), Chieri-Saluzzo (Arbitro: Gabriele Zangara di Catanzaro), Varese-Vado (Arbitro: Mattia Drigo di Portogruaro), Gozzano-Lavagnese (Arbitro: Lorenzo Vacca di Saronno), Imperia-Caronnese (Arbitro: Mattia Nigro di Prato), Ligorna-Sanremese (Arbitro: Stefano Raineri di Como), Novara-Fossano (Arbitro: Fabrizio Ramondino di Palermo), Sestri Levante-Derthona (Arbitro: Federico Olmi Zippilli di Mantova)


36ª giornata (Domenica 1 maggio ore 15.00): Caronnese-Ligorna (1-0), Casale-Città di Varese (0-1), Fossano-Borgosesia (0-3), Gozzano-Novara Fc (0-1), HSL Derthona-RG Ticino (2-0), Lavagnese-Chieri (1-1), PDHAE-Imperia (2-2), Saluzzo-Asti (1-3), Sanremese-Sestri Levante (2-2), Vado-Bra (1-0)


Classifica: Novara Fc 75, Sanremese 70, Casale 58, HSL Derthona 54, Città di Varese 53, Sestri Levante 49, Bra 49, Borgosesia 48, Chieri 48, Gozzano 46, Caronnese 44, Vado 44, Ligorna 43, PDHAE 41, Asti 40, RG Ticino 38, Fossano 37, Imperia 29, Lavagnese 26, Saluzzo 18.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400