Cerca

Serie D

Novara, se succede… In cinque si giocano la salvezza: due all’ultima spiaggia

Tutti in campo alle ore 15 di domenica 1 maggio per la 36ª e terzultima giornata. Obiettivi, stimoli e fantasmi differenti…

Novara, se succede… In cinque si giocano la salvezza: due sono già all’ultima spiaggia

Tommaso Plado e l'Asti a caccia dei punti decisivi per la salvezza diretta

Se succede… ‘Tutti al Piola’! Scongiuri e scaramanzia a parte, domenica 1 maggio potrebbe essere la data da segnare sul calendario del nuovo Novara Fc. In programma la sfida con il Gozzano in trasferta che dovrebbe e potrebbe consegnare la matematica promozione in Serie C. Con 8 punti di vantaggio sulla Sanremese (impegnata in casa con il Sestri Levante) e tre partite da giocare (due dopo quella di Gozzano), tutto ‘apparecchiato’ per tagliare il traguardo con ampio anticipo al termine di una cavalcata splendida. Festa dunque programmata e già organizzata per festeggiare l’eventuale promozione con il menù che prevede che intorno alle 18-18.30, considerando il tempo per arrivare da Gozzano dopo la gara, tutto il gruppo giocatori, lo staff tecnico, la dirigenza e la società, si recheranno allo ‘Stadio Silvio Piola’ di Novara per condividere con la propria gente e i propri tifosi un primo momento di festa. Per l’occasione saranno aperti al pubblico i settori ‘Tribuna’ e ‘Rettilineo’.

Con la volata per la Serie C che attende solo di sapere quando stappare la bottiglia, grande bagarre invece per la rincorsa salvezza. Col Saluzzo già retrocesso, Lavagnese e Imperia dovranno vincere tutte e tre le ultime partite per sperare di agguantare almeno il playout (missione possibile solo per una delle due squadre, con l’altra a far compagnia al Saluzzo in Eccellenza la prossima stagione). Nove punti porterebbero le due squadre a quota 38, con uno spareggio da affrontare per designare la seconda retrocessa diretta e con la ‘speranza’ che la sestultima, attualmente l’Asti a quota 41, non abbia raggiunto quota 46 punti. Ricordiamo che il playout si disputa se tra le due squadre opposte non ci sono più di 7 punti. Se ce ne saranno 8 niente playout.


Ed ecco che la rincorsa sarà sull’Asti, come detto a 41 punti, con Vado e PDHAE già a 44 punti e Gozzano e Ligorna a quota 46 e quindi matematicamente salve. Per Vado e PDHAE traguardo a portata di mano mentre occhio al calendario dell’Asti. Che non dovrà fallire il prossimo impegno in casa del Saluzzo per raggiungere quota 44 punti e sperare che la Lavagnese in casa col Chieri e l’Imperia in casa del PDHAE, falliscano la ‘missione vittoria’. Asti che poi alla penultima giornata ospiterà proprio la Lavagnese per ‘chiudere i conti’ ed evitare di dover andare a giocarsi a Fossano all’ultima giornata una gara a cui chiedere punti pesanti.


Fossano che 'vede' il playout, con i suoi 37 punti. Il calendario pone come avversario di domenica il Borgosesia in casa, coi granata ormai salvi e reduci dalle ultime 10 gare non certo brillanti con 6 sconfitte, 3 pareggi e 1 vittoria col Saluzzo. Centrando i tre punti il Fossano salirebbe a 40 punti per poi provare il colpo in casa dell’Imperia (che in base ai risultati di domenica 1 maggio potrebbe essere già retrocesso) e giocarsi l’all-in all’ultima gara con l’Asti. Quota 46 punti sembra missione quasi impossibile ma non per il Fossano dei miracoli di Viassi. In caso contrario, destinazione playout.

L'abbraccio tra Galvagno e Viassi: voglia di festeggiare un'altra salvezza capolavoro



Playout da cui vorrebbe ‘sfuggire’ anche l’RG Ticino, a quota 38 punti. Calendario tutto da decifrare con domenica la sfida in casa col Derthona, poi altra gara casalinga col Vado, per chiudere in trasferta a Sanremo, contro una Sanremese con testa e gambe probabilmente già al playoff e alla prossima stagione. Lotta con se stessi per raggiungere le vittorie sul campo e con l’Asti, a distanza, per giocarsi quel sestultimo posto che probabilmente significherà salvezza diretta e non playout.

Domenica in cui il PDHAE, a quota 44 punti, potrebbe regalarsi in casa con l’Imperia, la salvezza matematica con due giornate d’anticipo, e al tempo stesso decretare la seconda retrocessa diretta, proprio i liguri che arriveranno in casa degli orange. In caso di clamorose distrazioni, la squadra di Erbetta avrà poi la trasferta a Ligorna (già salvo) e l’ultima sfida di campionato in casa con il Città di Varese per ‘rimediare’ e raccogliere quel punto o quei punti che mancano alla matematica salvezza.


Discorso analogo per il Vado, anch’esso a quota 44 punti. Domenica in casa col Bra prima occasione di festeggiare la serenità-salvezza, altrimenti trasferta in casa RG Ticino e in casa col Sestri Levante le altre due chance per tirare un sospiro di sollievo. Già matematicamente salve tutte le altre a quota 46 punti come Ligorna e Gozzano così come la Caronnese a quota 47, che proprio nel turno infrasettimanale di mercoledì ha battuto in trasferta l’Imperia guadagnandosi la salvezza matematica.


Per i playoff invece, Sanremese già dentro, Casale e Varese ad un passo che si affronteranno proprio domenica, dando così chance, a chi è dietro, di sperare. Come nel caso del Derthona che dopo la trasferta delicata in casa RG Ticino a caccia di punti salvezza, potrebbe trovare nelle ultime due gare con Sanremese e Novara, due squadre ‘già in vacanza’ e approfittarne per fare doppio bottino pieno e blindare l’ultimo posto playoff dall’assolto di Bra e Chieri. I giallorossi di Floris sono in un periodo di grazia e vorranno continuare a ricevere applausi e certezze magari pensando già alla prossima stagione con la possibilità di programmare per tempo e con grande fiducia e autostima dopo il bel campionato fatto. Calendario del Bra che vedrà la trasferta a Vado, la sfida interna col Casale e poi la chiusura in casa della Caronnese. Discorso analogo in casa Chieri, difficile recuperare 4 punti al Derthona o 5 al Varese con la trasferta a Lavagna (all’ultimissima spiaggia per sperare nella salvezza) e poi in casa col Novara e chiusura in casa del Gozzano ma la volontà di Marco Didu e i suoi ragazzi, sarà sicuramente quello di chiudere un ciclo nel migliore dei modi. Poi partirà ‘l’era Sorrentino’ di cui sicuramente, almeno il tecnico, non farà parte.


Prossimo turno (Domenica 1 maggio ore 15.00)

  • Caronnese-Ligorna (1-0) (Arbitro: Luca Vittoria di Taranto)
  • Casale-Città di Varese (0-1) (Arbitro: Marco Di Loreto di Terni)
  • Fossano-Borgosesia (0-3) (Arbitro: Giuseppe Sassano di Padova)
  • Gozzano-Novara Fc (0-1) (Arbitro: Giuseppe Rispoli di Locri)
  • HSL Derthona-RG Ticino (2-0) (Arbitro: Luca Tagliente di Brindisi)
  • Lavagnese-Chieri (1-1) (Arbitro: Carlo Virgilio di Agrigento)
  • PDHAE-Imperia (2-2) (Arbitro: Simone Di Renzo di Bolzano)
  • Saluzzo-Asti (1-3) (Arbitro: Sebastian Petrov di Roma)
  • Sanremese-Sestri Levante (2-2) (Arbitro: Alfredo Iannello di Messina)
  • Vado-Bra (1-0) (Arbitro: Andrea Mazzer di Conegliano)

Classifica: Novara Fc 78, Sanremese 70, Casale 59, Città di Varese 56, HSL Derthona 55, Bra 52, Chieri 51, Sestri Levante 50, Borgosesia 48, Caronnese 47, Gozzano 46, Ligorna 46, Vado 44, PDHAE 44, Asti 41, RG Ticino 38, Fossano 37, Imperia 29, Lavagnese 29, Saluzzo 18.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400