Cerca

Serie D

Derthona, la missione Serie C comincia con un addio. E potrebbe non essere l’unico

Dopo cinque splendidi anni, lascia il Direttore Sportivo Luca Sacco, artefice della rinascita. Nuovo corso in casa dei leoni

Derthona, la missione Serie C comincia con un addio. E potrebbe non essere l’unico

La stagione 2021-2022 sta per recitare le sue ultime due preghiere, con gli ultimi 180’ da giocare in un Giorne A dove molti verdetti sono già stati emessi (Novara in Serie C Saluzzo, Lavagnese e Imperia in Eccellenza), con gli ultimi tasselli playoff da sistemare e l’unico playout da definire. E in casa Hsl Derthona si comincia a guardare, pensare e agire per il futuro. Non senza sorprese.

Arrivato l’annuncio dell’addio dopo cinque stagioni splendide, del Direttore Sportivo, Luca Sacco, artefice e motore della rinascita e della rifioritura del ‘leone’ dalla Prima categoria alla Serie D ma che ha esaurito il suo ciclo tecnico, sportivo e non solo. Un addio figlio dei nuovi orizzonti che si stanno delineando in casa Hsl Derthona. Con sullo sfondo la Serie C. L’entusiasmo della Serie A con il basket, ha dimostrato e confermato che Tortona è forse ‘la’ piazza del Piemonte calcistico in grado di sostenere un campionato professionistico. E se a questo si aggiunge la conferma della solidità economica e dirigenziale che ha fatto dimenticato il dolorosissimo fallimento del 2016, ecco che il pensiero di voler e poter affrontare una scalata al ritorno in Serie C, che manca dal 1991, è ormai obiettivo più o meno dichiarato. E se ci aggiungiamo la ‘speranza’ di non avere un altro Novara la prossima stagione nel Girone, l’obiettivo è fare del Derthona , proprio e magari l 'Novara' della prossima stagione.


Un obiettivo e un percorso che passa e passerà anche da alcuni assestamenti di ruoli e di uomini nel contesto societario e tecnico. Di cui l’addio del Direttore Sportivo Luca Sacco, ne è la prima ‘conseguenza’. Un nuovo scacchiere in casa dei leoni che vede e vedrà sempre più al centro delle operazioni l’attuale Direttore Generale e Responsabile dell’Area Tecnica, Roberto Canepa, che gode della massima fiducia del vice-presidente, Cristiano Cavaliere e dei vertici societari. Scacchiere che potrebbe anche non prevedere sulla panchina dell’Hsl Derthona Giovanni Zichella.

Il tecnico arrivato a Tortona il 2 marzo del 2021 e che ha condotto l’ultima parte della stagione scorsa e quella che si va a concludere tra due giornate, in modo più che positivo. Testimonianza ne sia il piazzamento da playoff da conquistare e difendere negli ultimi 180’ di campionato e che domenica vedrà un Fausto Coppi esaurito per l’ultima gara casalinga della stagione con la Sanremese (possibile rivale anche del playoff). Un playoff che per il tecnico Zichella avrebbe un significato più che importante.

Nello sguardo e nel pensiero alla prossima stagione infatti, la conquista del playoff sarebbe la condizione prevista nell’accordo stipulato tra il tecnico e la società l’estate scorsa, che porterebbe al ‘rinnovo automatico’ anche per la stagione 2022-2023. Una condizione ‘sulla carta’ e ‘contrattuale’ che potrebbe non bastare a vedere Zichella sulla panchina del Derthona anche la prossima stagione ma che rappresenterebbe per il tecnico un buon argomento di discussione e trattativa.

Giovanni Zichella, tecnico dell'Hsl Derthona dal 2 marzo del 2021

Nel disegno e nel desiderio citato della Serie C con più ampi margini di manovra per Roberto Canepa, alcune voci vorrebbero già sondate alcune ipotesi per la guida tecnica della squadra per la prossima stagione. Primo nome arrivato è quello di Massimo Soda, non a caso fresco dimissionario dall’Imperia retrocesso, quasi a volersi ‘smarcare’ in anticipo sul mercato delle panchine future. Soda reduce da una parte di stagione non certo brillante con l’Imperia, dove è subentrato a Nicola Ascoli, senza però riuscire a evitare la retrocessione in Eccellenza con due giornate d’anticipo. Soda che però era reduce dall’aver portato il Gozzano, nella stagione 2020-2021 in Serie C, con la società che aveva poi rinunciato all’iscrizoone. Per lui sarebbe una nuova opportunità di tornare a guardare in alto.

Il secondo nome che circola e si sussurra invece, è quello di Marcello Chezzi, classe ’76 nato a Modena, tecnico del Progresso, Serie D Grone D, che con Canepa aveva condiviso le esperienze ai tempi del Savona, stagione 2017-2018, e poi al Carpi. Tecnico di fiducia di Roberto Canepa con cui c’è un solido rapporto di stima e relazioni anche con il Direttore Sportivo del Napoli, Giuntoli. Insomma, l’addio di Luca Sacco potrebbe essere non l’unico e il solo sul cammino del ‘nuovo Hsl Derthona’ del futuro che guarda, ambisce e insegue la Serie C.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400