Cerca

Serie D

Chi è il giocatore che non ha perso nemmeno un minuto in campionato? E' un 2001 e non è un portiere!

Fuoriquota, sempre schierato titolare, mai squalificato o infortunato, in una stagione da chiudere con un altro miracolo

Samuele Scotto

Samuele Scotto, difensore classe 2001 del Fossano da record: 37 presenze su 37 gare e 3330 minuti giocati su 3330

Clamoroso in Serie D! Con la stagione che sta per celebrare i suoi ultimi 90’ con la 38ª giornata in programma domenica 15 maggio, sono i numeri e le storie da raccontare a prendersi la scena. Con un record assoluto e un primato italiano di un giovane, classe 2001, che non ha perso nemmeno un minuto delle 37 gare fin qui giocate e dei 3330 minuti possibili in campo nel Campionato di Serie D.

Un record assoluto che potrebbe culminare con la 38ª presenza proprio domenica nell’ultima gara della sua squadra contro l’Asti e nell’ormai inevitabile playout che la sua squadra di appartenenza si appresta a giocare. Ebbene sì, il giocatore che è sempre stato in campo, senza mai essere sostituito o aver salato una gara per infortunio o squalifica, è il difensore classe 2001 Samuele Scotto del Fossano

Galvagno, Scotto e Giraudo, i tre giovani gioielli del Fossano di Viassi

Un record assoluto e un caso unico, visto che in tutto il Girone A di Serie D, sono soltanto tre i giocatori che non hanno perso nemmeno un minuto in campionato. L’unica differenza è che gli altri due sono portieri, Gilli classe 1997 del Borgosesia e Brustolin, numero uno dell’Asti classe 1995. Samuele Scotto invece è un difensore ed è anche un giovane ancora in età da fuoriquota essendo un 2001! Senza contare che nelle prime cinque posizioni per minuti giocati ci siano quattro portieri e solo lui come giocatore di movimento (quarti a pari minuti ci sono infatti Teti del Derthona ed Edo del Chieri con 3240’ giocati e 36 presenze, con una gara saltata dunque).

Samuele Scotto è nato a Busca, e fin dai suoi primi passi e calci al pallone si mette in evidenza. Non a caso viene subito notato dal Torino Fc dove approda da piccolissimo e dove inizia tutta la trafila nelle giovanili granata fin dalle categorie della scuola calcio. In maglia granata arriva a disputare i due campionati nazionali Under 15 e Under 16, sotto età in Under 15 colleziona 32 presenze in due stagioni (considerando ‘solo’ il campionato regolare) nelle stagioni 2014-2015 e 2015-2016. Nel 2016-2017 fa l’Under 16 nazionale collezionando 15 presenze.


La stagione seguente, nel 2017-2018 passa al Fossano dove gioca negli Allievi, Under 17, per poi subito essere promosso in Juniores. Squadra Juniores del Fossano ricco di talenti e, non a caso, vince per due anni consecutivi il titolo regionale del Piemonte e Valle d’Aosta, con Samuele presente ovviamente in entrambi le finali nel 2018 e 2019.

Promosso in prima squadra già nella stagione 2017-2018, con la squadra in Eccellenza, disputa ben 16 partite non ancora maggiorenne nel massimo campionato regionale e la stagione seguente, 2018-2019 è già un pilastro della squadra di Viassi, mettendo ‘a segno ben 29 presenze, impreziosite anche da 2 gol.


Dopo i due titoli regionali Juniores, festeggia anche la promozione dall’Eccellenza alla Serie D del Fossano nella stagione 2018-2019 mentre nella sua prima stagione in Serie D, nel 2019-2020 viene schierato in campo in 25 partite di campionato con 1 gol. Sempre nella stagione 2019-2020 altre soddisfazioni, con la chiamata e la fascia di capitano della Rapp di Serie D che avrebbe dovuto partecipare al Torneo di Viareggio, poi non disputata a causa della pandemia scoppiata da poco.

Samuele in quella stagione fece uno stage con il Chievo Verona  e altre formazioni professionistiche hanno chiesto informazioni su di lui, ma per il momento Fossano rimane la sua unica attenzione. Ulteriore attestato di qualità, la sua presenza nell’Almanacco La Giovane Italia 2019-2020, con all'interno le schede dedicate ai profili più interessanti della Serie D italiana.


In questa stagione 2021-2022 invece, il record dei record: sempre in campo nelle 37 gare disputate dal Fossano e soprattutto mai sostituito da Viassi, collezionando così il jackpot di minuti a quota 3330. Con la ciliegina della torta di 1 gol segnato. Quello più importante però, Samuele Scotto potrebbe realizzarlo nella sfida che varrà la permanenza in categoria, nel playout che il Fossano dovrà giocare a breve. Domenica sera dopo l’ultima giornata di campionato, il Fossano conoscerà il nome della propria rivale tra RG Ticino, (con ogni probabilità), Vado e Ligorna. Per scrivere un’altra pagina nella sua storia, o meglio, della sua favola…

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400