Cerca

News

Va in Romania e diventa protagonista in Serie A, in Italia in Serie D non lo facevano quasi giocare

Incredibile parabola ascendente per l'attaccante classe 1996, che nella Liga I ha segnato gol importanti per la salvezza della sua squadra

Andrea Compagno

Andrea Compagno qui ai tempi del Pinerolo nell'estate 2016 dopo il ritorno dalla Primavera del Torino, fu schierato appena 6 volte in campionato

Ci sono treni che passano una volta nella vita e quello preso da Andrea Compagno vale direttamente l'affermazione nella Serie A rumena e l'elezione a migliore giocatore dell'FCU Craiova per la stagione 2021-2022. Piuttosto incredibile dunque la parabola dell'ex attaccante del Pinerolo, che salito in Piemonte nel 2015 per giocare in Serie D non trovò affatto spazio nelle sue prime esperienze nel mondo delle prime squadre in quarta serie. Nel campionato 2015-2016 che la squadra di Fabio Nisticò conclude con un più che dignitoso 8° posto con 61 punti, l'attaccante classe 1996 recita infatti un ruolo da comprimario, con una sola rete segnata (alla Pro Eureka il 13 dicembre 2015, ininfluente per una sconfitta 3-1), per poi congedarsi dopo 15 presenze e 909 minuti giocatori. C'è la chiamata della Primavera del Torino di Moreno Longo, che si rivela però un passaggio ancora più fugace: 10 presenze e un gol in appena 424 minuti. Tant'è che nell'estate successiva Compagno torna al Pinerolo, dove mette insieme questa volta 6 presenze, prima di dirigersi in Liguria all'Argentina dove inizia a segnare di più.

i i i i i i i i i

Breve anche l'esperienza nel Torino per Andrea Compagno, qui in campo in un amichevole del gennaio 2016 con la Primavera granata di Moreno Longo contro la Pro Vercelli allo stadio Silvio Piola di Vercelli

Ma andiamo con ordine. Perchè quando si parla del cognome Compagno a livello di calcio italiano si parla di tradizione. Andrea Compagno è infatti figlio di Rosario, difensore palermitano in campo per molti anni in Serie B e in seguito allenatore nelle giovanili del Palermo. I suoi inizi sono appunto tra i rosanero, prima di giungere a Catania. Dove arriva fino in Primavera per poi dirigersi al Nord dopo una breve esperienza al Due Torri. Ed è in questo frangente che si inserisce l'avventura di Pinerolo, dove non sfonda, chiuso da giocatori del calibro di Marco Dalla Costa, Luca Sardo, Simone Esposito, Mattia Noia, Briant Gioè e Andrea Gasbarroni. Stessa cosa capita al Torino da fuoriquota in Primavera per metà stagione prima di un peregrinare che ha una meta imprevedibile. Dopo l'Argentina di Arma di Taggia ecco infatti di nuovo il Piemonte con il Borgosesia, dove le presenze sono 14 con di nuovo un solo gol segnato (e 328 minuti giocati), poi una metà di stagione 2017-2018 alla Nuorese (anche qui un solo gol segnato) e infine il passaggio a San Marino al Tre Fiori dove inizia anche ad assaggiare il calcio europeo esordendo nei preliminati di Europa League nel 2019 e segnando l'unico gol della squadra del Titano nella sconfitta per 5-1 contro gli islandesi del Ki Klaksvik. Compagno inizia a vedere la porta con una certa regolarità pur in un campionato sanmarinese poco competitivo, ma nell'estate del 2020 ecco il treno ancora più azzeccato da prendere che porta nella regione storica dell'Oltenia in Romani e precisamente a Craiova.

w w w w w w w w w w

La votazione per il migliore giocatore della stagione 2021-2022 dell'FCU Craiova tratta dalla pagina facebook ufficiale del club: Compagno doppia come percentuale di voti il secondo in classifica

Non nell'Universitatea Craiova, storico club fondato nel 1948 e vincitore di titoli nazionali e Coppe di Romania, ma nel non meno rilevante FCU (Fotbal Club Universitatea) Craiova, club ricostituito nel 2017, ripartito dalla quarta serie rumena e ora giunto in Liga I. La storia dell'attaccante classe 1996 con i biancoblù inizia il 14 luglio del 2020 e vede una buona stagione di ambientamento 2020-2021 con la promozione della squadra dalla Liga II alla Liga I anche grazie ai gol di Compagno che sono 10 in 12 presenze. Arriva dunque la Serie A della Romania per l'ex Pinerolo e l'affermazione è ancora più evidente, dal momento che nonostante il salto arrivano 5 gol con il primo realizzato il 10 dicembre contro l'Academia Clinceni.

u u u u u u u

Il post sulla pagina facebook dell'FCU Craiova che celebra Andrea Compagno come miglior giocatore della stagione 2021-2022: dal febbraio 2022 l'attaccante è allenato da Nicolò Napoli, ex Cagliari e Juventus

La punta palermitana nel suo percorso ha come compagno di squadra un altro figlio d'arte come Lorenzo Paramatti e da febbraio ha come allenatore l'ex Juventus e Cagliari Nicolò Napoli (a dire la verità accolto non benissimo dai tifosi locali al suo ritorno in squadra per l'ennesima volta). E doppie le soddisfazioni a fine stagione: la salvezza conquistata al termine della Poule retrocessione e l'elezione come miglior giocatore del club per la stagione 2021-2022 davanti a Roberto Popa, Pepe Bauza, William Baeten e Dominik Kovacic. Progressione incredibile dunque, e viene da pensare che la parentesi piemontese di Serie D sia servita a Compagno per diventare ancora più affamato di gol una volta avute le possibilità di scendere in campo altrove. Con tanti saluti a chi all'epoca aveva creduto poco in lui. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400