Cerca

Serie D

A Milano non si parla d'altro: a 16 e 17 anni saranno in ritiro con la prima squadra in Serie D

Uno è un esterno d'attacco, l'altro un mediano: il 25 di luglio inizieranno la preparazione con l'Alcione

Alessandro Pacifico e Riccardo Rebaudo

ALCIONE SERIE D: Pacifico e Rebaudo, baby talenti orange

Il countdown è iniziato: mancano 13 ore alla fatidica data del 25 luglio, quando a Milano prenderà ufficialmente il via la stagione dell'Alcione, la seconda consecutiva in Serie D. Tuttavia, c'è anche chi questo countdown lo sta affrontando in maniera diversa: contando ore (312), minuti (18720) o addirittura secondi (1123200). Nulla di cui stupirsi se i protagonisti sono due giovani calciatori che, a neanche diciotto anni, potranno assaggiare per la prima volta nella loro vita il calcio che conta. Nella fattispecie quello di Serie D, visto che saranno parte integrante della rosa di Cusatis per la preparazione estiva. Uno è Alessandro Pacifico: capello riccio, fisico statuario e una capacità non indifferente di spostare gli equilibri. Quest'anno l'ha fatto soprattutto nel girone di ritorno, in particolare dalla corsia di sinistra: 13 gol in 17 partite il suo bottino. L'altro è Riccardo Rebaudo: capello riccio, tecnica sopraffina e una qualità che lo ha reso uno dei giocatori più importanti degli orange, ovvero quella di saper far giocare bene la sua squadra.

PREDESTINATI

Entrambi classe 2005, dal prossimo 25 luglio vivranno un vero e proprio sogno. La costante sarà l'Alcione, la squadra che li ha cresciuti e resi due dei prospetti più interessanti dell'intera regione: una realtà che si conferma non solo fabbrica di talenti, ma anche il posto giusto dove un giovane può affacciarsi al calcio che conta. Rebaudo e Pacifico ne sono l'ennesima dimostrazione: il primo ha compiuto 17 anni lo scorso gennaio e si ritroverà fianco a fianco a calciatori con esperienza in ben altre categorie; il secondo ha invece ancora 16 anni - compirà il diciassettesimo compleanno l'8 agosto, proprio durante il ritiro - e anch'esso potrà arricchire il proprio bagaglio di un'avventura che sicuramente gli rimarrà impressa per diverso tempo. Ai più saranno conosciuti come due dei pilastri della scorsa Under 17 dell'Alcione, tuttavia sarebbe riduttivo limitare la descrizione all'ultima stagione. Da qui la domanda: chi sono Riccardo Rebaudo e Alessandro Pacifico?

QUI REBAUDO

Partiamo dal primo. Arrivato in via Olivieri nell'estate del 2016 dopo la parentesi al Lombardia Uno, si è cucito fin da subito lo stemma dell'Alcione sul petto e ne è diventato un piccolo veterano. Quella che lo vedrà impiegato stabilmente in Under 19 Nazionale sarà infatti la sua settima stagione in maglia orange, a testimonianza di un senso di appartenenza decisamente affascinante di questi tempi. Nel corso degli anni si è contraddistinto principalmente per due motivi: l'umiltà e la qualità. La prima è una caratteristiche che lo ha reso il più classico dei leader silenziosi, sia in campo che fuori. Nel rettangolo verde, giocando da regista basso, sa come far girare la squadra e con le sue giocate dà equilibrio e freschezza alla manovra. Negli spogliatoi rappresenta il calciatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere: mai una parola fuori posto, mai un comportamento sopra le righe e una dote innata nel fare gruppo. La seconda racconta invece di un mediano moderno: piedi buoni, intelligenza tattica e senso della posizione. Vederlo sbagliare un appoggio col piede destro è praticamente impossibile, così come constatare un'errata valutazione di qualsivoglia situazione di gioco. Nato e cresciuto come mediano in un reparto a tre, ha però dimostrato di trovarsi a suo agio anche in una linea mediana a due.

LA SCHEDA DI RICCARDO REBAUDO

  • NOME: Riccardo Rebaudo
  • ANNO: 2005
  • RUOLO: Centrocampista
  • PIEDE: Destro
  • PRESENZE: 21
  • MINUTI: 1755
  • GOL: 1
  • MEDIA VOTO: 6.9
  • SKILLS: Tecnica, visione di gioco

QUI PACIFICO

Il percorso del secondo, Alessandro Pacifico, è molto simile. Approdato tra i meneghini dal Ges Monza, in poco tempo è diventato uno dei talenti più cristallini che siano mai passati in via Olivieri. Il suo percorso nel settore giovanile è stato un crescendo continuo: ai tempi dell'Under 14, data la grandissima concorrenza, non era proprio un titolare inamovibile ma ciononostante i numeri non sono stati affatto male (18 presenze e 7 gol), dopodiché dall'Under 15 ha preso decisamente il volo. Il punto più alto, anche a causa dei due anni di stop, è arrivato con la stagione appena conclusa: 19 presenze e 16 gol. Il tutto con l'Under 17 di Marco Brunetti, senza però dimenticare una convocazione con la prima squadra nella sfida di campionato contro il Sasso Marconi e tre spezzoni in Under 19. Statistiche alla mano, parliamo di un giocatore offensivo capace di fare qualsiasi cosa: partendo dalla sinistra sa come fare la differenza rientrando sul destro, ma anche al centro di un reparto a tre - o addirittura in coppia con un numero 9 d'area di rigore (lui è più un numero 11) - potrebbe dare sfogo al suo grandissimo repertorio. Quest'ultimo conta fisicità, senso del gol e capacità di farsi trovare sempre al posto giusto nel momento giusto. Un po' come avvenuto nella semifinale di ritorno contro la Vis Nova, anche se la sua doppietta subentrando dalla panchina - col senno di poi - è risultata inutile per agguantare la finale.

LA SCHEDA DI ALESSANDRO PACIFICO

  • NOME: Alessandro Pacifico
  • ANNO: 2005
  • RUOLO: Attaccante
  • PIEDE: Destro
  • PRESENZE: 22
  • MINUTI: 1146
  • GOL: 16
  • MEDIA VOTO: 7.4
  • SKILLS: Fisicità, tiro

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400