Cerca

Procura Federale

Presero tre gol in pochi secondi: ora rischiano di veder annullata la promozione in Serie D

Dalle immagini 'eloquenti' di quei tre gol ravvicinati ai provvedimenti della Procura Federale: attesa per la sentenza

Il caso Tau-Figline

Il caso Tau-Figline: arrivano i deferimenti, il Figline potrebbe rischiare penalizzazioni o vedersi annullata la promozione in Serie D?

Le immagini fecero il giro d'Italia e non solo. Quelle degli ultimi minuti di gara della penultima gara del triangolare per decidere le promosse in Serie D dall'Eccellenza Toscana tra Tau Altopascio e Figline. Una situazione ingarbugliata, figlia anche della decisione del comitato regionale di obbligare le vincenti dei tre giorni di Eccellenza a disputare un girone all’italiana con gare in andata e ritorno (situazione delicata che spesso ha visto anche in passato i calcoli prevalere sul campo e non solo in competizioni regionali e non solo nel calcio) per decidere la promossa in Serie D.

Il Figline infatti in caso di vittoria sul Tau si sarebbe preso primo posto e promozione in Serie D. Senza vittoria, via a infiniti calcoli su classifica avulsa, scontri diretti ecc… Il Figline andò in vantaggio ma venne raggiunto e superato a pochi minuti dal fischio finale sul 2-1 dal Tau. A quel punto, qualcuno i calcoli li doveva aver fatti anche troppo bene, perchè, dalle immagini dei gol della partita, si intuisce che ‘qualcosa di strano’ sia accaduto in campo. In pochissimi secondi infatti, il Figline subisce ben tre gol e in un modo che le immagini rendono inevitabili le polemiche e le denunce. Il risultato finale di 5-1 per il Tau, costringeva alla vittoria nell'ultima gara il Livorno, opposto proprio al Tau, per coronare i sogni amaranto di 'risurrezione' in Serie D. 

Presente alla partita incriminata però, il presidente del LivornoToccafondi, coinvolto nella lotta per la Serie D, che fece immediato esposto alla Procura Federale che aprì un’indagine. La curiosità è che arrivò anche la denuncia da parte della società del Tau, vittoriosa per 5-1, ferma nel respingere ogni accusa di aver influenzato in qualche modo gli avversari del Figline al fine di concedergli quel tipo di finale. Con beffa del destino: il Livorno infatti perse poi la gara con il Tau e in Serie D sono state promosse il Tau e il Figline. Una doppia denuncia che però ha fatto il suo corso, con l'inchiesta della Procura Federale che in queste ore ha avuto il suo primo epilogo. 

La Procura Federale infatti, chiuse le indagini dopo aver visionato i filmati e interrogato i "protagonisti" di quel pomeriggio, e ha inviato i deferimenti. L'accusa è quella di aver volontariamente subito gli ultimi tre gol nei secondi di recupero, perdendo poi per 5-1, per "costringere", a causa della differenza reti maturata, il Livorno a cercare la vittoria nell'ultimo match del triangolare contro il Tau.

Notifica che è arrivata a sei componenti del Figline: il presidente Simone Simoni, il direttore sportivo Emiliano Frediani, l'allenatore Marco Becattini, e i giocatori Vanni Burzagli (portiere), Andrea Saitta (capitano e difensore) e Mattia Privitera (centrocampista). Il deferimento che non è una condanna ma che pone le basi per un 'processo' che si dovrebbe tenere a metà della prima settimana di agosto con la sentenza attesa per la settimana successiva e comunque prima della composizione dei gironi di serie D.

Che cosa può rischiare il Figline? In attesa degli sviluppi e delle udienze che la Procura Federale svolgerà nei prossimi giorni, nel caso in cui venisse riscontrato l'illecito sportivo (riscontrando ad esempio una volontarietà nel determinare quel punteggio venendo meno ai principi di lealtà citati nelle Noif e non solo), si potrebbe arrivare anche alla revoca della promozione in serie D del Figline a favore del Livorno, come provvedimento massimo. In caso di sentenza più lieve invece, potrebbe arrivare una penalizzazione in classifica nel prossimo campionato di serie D e una pesante multa alla società. Alla Corte l'ardua sentenza...

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400