Cerca

Serie D

Il nuovo ds prepara l'anno della ricostruzione lilla: «In questa categoria serve il ragazzo che ha fame»

Tra uscite più o meno pianificate il mercato continua con vecchi pupilli e un 2004 proveniente dal Racing Strasbourg

Giacomo Romano LEGNANO

SERIE D LEGNANO: Giacomo Romano, uno dei colpi del ds Raffaele Ferrara (Foto AC Legnano)

QUESTO ARTICOLO È PREMIUM. PER LEGGERLO DEVI AVERE UN ABBONAMENTO ATTIVO. IN ALTERNATIVA LO TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA DA LUNEDÌ 25 LUGLIO (QUI L'EDICOLA DIGITALE)

Alle spalle del Legnano un anno intenso a dir poco: all’ottimo secondo posto in campionato hanno fatto da contraltare le problematiche relative ai ghiacci “perenni” del “Mari”, al palio della città e alle perpetue contestazioni da parte di una corposa fetta di tifosi, oltre alle diverse partenze in avvio di mercato. Toccherà a Raffaele Ferrara, nuovo Direttore Sportivo reduce da un triennio a Caronno, ridisegnare la squadra del futuro prossimo. Le tempistiche dei lavori in cantiere suggeriscono di aspettare tutto agosto per farsi un’idea chiara del quadro lilla.

Il nuovo DS Raffaele Ferrara, al lavoro per ricostruire i lilla

Il 29 maggio scorso la lunga stagione del Legnano terminava con una brutta sconfitta in finale playoff; un epilogo triste, tanto da rendere agrodolce il bilancio di una stagione vissuta appena un piano sotto all’attico del Girone B. Certo, i problemi non erano mai mancati alla corte di Munafò, sebbene di natura per lo più estrinseca al club stesso, ma erano sempre stati attenuati dal risultato sportivo. Venuto meno quello, i nodi al pettine si sono trasformati in bronci che di fatto hanno segnato il tramonto sul governo di Marco Sgrò, crocifisso (senza riconoscenza) alla mensa degli ultras lilla. Il problema è che, assieme all’attuale tecnico del Franciacorta, anche altri addetti ai lavori – tra cui parecchi giocatori – si sono probabilmente sentiti giunti alla fine di un ciclo e hanno pensato fosse opportuno salutare il “Mari”. Per questo la squadra è oggi in fase di ricostruzione, come spiegato dal neo-Direttore Sportivo Raffaele Ferrara, che farà da architetto del mercato lilla: «Alcune cessioni sono state frutto di scelte societarie, altre no. Avremmo voluto trattenere ad esempio Ronzoni e Bingo, ma capiamo la volontà di due ragazzi che andranno a fare la C. In qualcun altro invece ho notato semplicemente la voglia di partire. I ragazzi in rosa adesso sono pochi, ma lavoreremo con intelligenza per ripristinare il numero di elementi a disposizione». Sarà fondamentale il tempo: «C’è chi sceglie di comprare tutti subito; noi preferiamo vivere il mercato e avere pazienza per non perdere potenziali occasioni in agosto. Arriveremo al 27 luglio con il 70% della rosa completo: dobbiamo lasciarci aperti degli slot per le opportunità».

I PRIMI PASSI

Intanto però è già stato fatto qualche colpo in entrata, soprattutto dalla Caronnese, per tre anni casa dello stesso DS; agli ex rossoblù Banfi, Rocco e Varnocchi vanno aggiunti il centrocampista Donnarumma, la freccia Mamadou Kone, Wenner (terzino classe 2004 proveniente dal Racing Strasbourg) e il nuovo bomber Romano, autore di 28 gol in un biennio al Pineto: «Ancora è presto per delineare una formazione titolare, ma stiamo cercando di scegliere giocatori ideali per un 4-2-3-1, in linea con la volontà dell’allenatore». Essendo per i lilla l’incipit di una nuova era, appare difficile fare previsioni; Ferrara tuttavia non nasconde le sue ambizioni: «L’obiettivo è quello di formare una squadra in lotta per i primi posti, fermo restando che sarà difficile indovinare tutti gli acquisti che abbiamo da fare. Dobbiamo creare un gruppo, valutarlo nel tempo e sfruttare ogni finestra di mercato per aggiustarlo dove serve». Possibilmente pescando gente giovane: «Non è usuale per me andare a prendere trentenni. In questa categoria serve il ragazzo che ha fame, specie in piazze da ricostruire». Concetto perfettamente sovrapponibile al Legnano, agli inizi di un nuovo percorso.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400