Cerca

Serie D

Serie D: finalmente gironi e calendari. Al via non ci sarà un allenatore che più di ogni altro l'avrebbe voluto e meritato

In casa Stresa Vergante lascia l'incarico Giorgio Rotolo a causa di un male con cui lotta da tempo. Al suo posto Cristian Nicolini

Giorgio Rotolo

Giorgio Rotolo lascia con grande commozione e affetto l'incarico da allenatore dello Stresa Vergante, portato in Serie D a causa di problemi di salute con cui lotta da tempo

Dopo un'attesa che sembrava infinita il Dipartimento Interregionale ha ufficializzato la composizione dei gironi della Serie D 2022-2023: nove gironi, dei quali A e D a venti squadre con un organico definitivo che comprenderà 166 club (in attesa delle decisioni rispetto alla posizione del Giarre - in ogni caso inserito nel girone I che scatterà il 18 settembre).

Rispetto alle consuetudini del Campionato d'Italia, visti i ritardi dovuti a sentenze e ricorsi, contestuale la pubblicazione dei calendari. Il campionato partirà con la prima giornata domenica 4 settembre. Unica eccezione il girone I, che slitterà a domenica 18. Tre le soste previste: 25 dicembre, 1 gennaio e 12 marzo 2023 per gli impegni della Rappresentativa Serie D alla prossima edizione della Viareggio Cup.

Per quanto riguarda i turni infrasettimanali, in due occasioni coinvolgeranno tutti i gironi: 21 dicembre e 6 aprile 2023. I raggruppamenti a 20 squadre osserveranno invece altri quattro turni (per un totale di sei): 21 settembre e 5 ottobre nel corso del girone di andata, 25 gennaio e 8 febbraio per il ritorno.

Fissati, infine, gli orari ufficiali: dal 4 settembre si giocherà alle 15, per passare alle 14.30 il 30 ottobre. Ritorno alle 15 dal 26 marzo, mentre dal 14 maggio il fischio d'inizio sarà alle ore 16.

GIRONE A: INSERITE LEGNANO, CASTELLANZESE E CASTANESE CON PIEMONTESI E LIGURI

Come prevedibile tutte le formazioni piemontesi più la valdostana PDHAE, sono state inserite in un unico girone insieme alle formazioni liguri (Vado, Sanremese, Sestri Levante, Fezzanese, Ligorna) e c'era da 'svelare' soltanto quali sarebbero state le formazioni lombarde inserite per arrivare a quota 20 squadre. Lo scorso anno toccò a Caronnese e Varese e anche in questa stagione si ipotizzava un inserimento di Varese e Varesina nel raggruppamento. Questa volta invece, niente Varese nè Caronnese ma Castellanzese, Castanese e Legnano, un po' a sorpresa, ma comunque formazioni e piazze che saranno e vorranno essere protagoniste della stagione 2022-2023, con la Castellanzese allenata da Roberto Cretaz che non vedrà l'ora di sfidare i colleghi piemontesi e magari giocare qualche colpo a sorpresa, magari fin dall'esordio in casa del Casale. 

ECCO I NOVE GIRONI DELLA SERIE D 2022-2023

GIRONE A - Asti, Borgosesia, Bra, Casale, Castanese, Castellanzese, Chieri, Chisola, Derthona, Fezzanese, Fossano, Gozzano, Legnano, Ligorna, Pinerolo, PDHAE, Sanremese, Sestri Levante, Stresa Vergante, Vado

GIRONE B - Arconatese, Alcione Milano, Breno, Brusaporto, Caronnese, Casatese, Chievo Sona, Città Di Varese, Desenzano, Folgore Caratese, Lumezzane, Ponte San Pietro, Real Calepina, Seregno, Sporting Franciacorta, Varesina Sport, Villa Valle, Virtus Ciseranobergamo

GIRONE C - Adriese, Caldiero Terme, Campodarsego, Cartigliano, Cjarlins Muzane, Dolomiti Bellunesi, Este, Legnago Salus, Levico Terme, Luparense, Mestre, Montebelluna, Montecchio Maggiore, Portogruaro, Torviscosa, Union Clodiense Chioggia, Villafranca Veronese, Virtus Bolzano

GIRONE D - Aglianese, Bagnolese, Carpi, Correggese, Corticella, Crema, Fanfulla, Forlì, Giana Erminio, Lentigione, Mezzolara, Pistoiese, Prato, Ravenna, Real Forte Querceta, Salsomaggiore, Sammaurese, Sant'angelo, Scandicci, United Riccione

GIRONE E - Arezzo, Città di Castello, Flaminia Civitacastellana, Follonica Gavorrano, Ghiviborgo Vds, Grosseto, Livorno, Mobilieri Ponsacco, Montespaccato, Orvietana, Ostia Mare, Pianese, Poggibonsi, Sangiovannese, Seravezza Pozzi, Sporting Club Trestina, Tau Calcio Altopascio, Terranuova Traiana

GIRONE F - Almajuventus Fano, Avezzano, Chieti, Cynthialbalonga, Football Club Matese, Montegiorgio, Pineto, Porto d'ascoli, Roma City, S.Nicolò Notaresco, Sambenedettese, Team Nuova Florida, Termoli, Tolentino, Trastevere, Vastese, Vastogirardi, Vigor Senigallia


GIRONE G - Angri, Aprilia Racing, Arzachena, Atletico Uri, Casertana, Cassino, Ilvamaddalena, Lupa Frascati, Nola, Paganese, Palmese, Pomezia, Portici, Real Monterotondo Scalo, Sarrabus Ogliastra, Sorrento, Tivoli, Vis Artena


GIRONE H - Afragolese, Barletta, Bitonto, Brindisi, Casarano, Cavese, Città di Fasano, Francavilla, Gladiator, Gravina, Lavello, Martina, Matera, Molfetta, Nardò, Nocerina, Puteolana, Team Altamura


GIRONE I - Canicattì, Castrovillari, Catania, Città di Acireale, Città di S.Agata, Cittanova, Trapani, FC Lamezia Terme, Licata, Locri, Paternò, Santa Maria Cilento, Ragusa, Real Aversa, San Luca, Sancataldese, Marignlianese, Vibonese, Giarre*

*Società ammessa con riserva in virtù del Decreto TAR Lazio n. 5315/2022 – Reg. Ric. n. 09540 del 9 agosto 2022, salvo ogni ulteriore e successivo provvedimento in relazione al contenzioso giudiziale

GIRONE A: PRIMA GIORNATA CON INCROCI SPECIALI E DEBUTTI ATTESI


Prima giornata del Girone A a 20 squadre che scatterà domenica 4 settembre alle ore 15.00 e che propone un menù già ricco di sunti e incroci tra passato, presente e futuro. A cominciare dallo scontro tra il Chieri della famiglia Sorrentino (con Stefano Presidente e il papà Roberto alla guida degli Azzurri) che sfideranno in casa il PDHAE guidato da un ex giocatore Azzurro, Lorenzo Parisi, al debutto in Serie D da allenatore. E poi la sfida tra Casale, rinnovato e ambizioso di Marco Sesia, che ospita la Castellanzese allenata da Roberto Cretaz mentre le neo promosse Chisola e Pinerolo cominceranno l’avventura in Serie D in trasferta rispettivamente in casa del Ligorna e del Gozzano. Esordio in trasferta anche per il Derthona in casa del Vado a testare subito le ambizioni dei leoni mentre l’altra neopromossa, lo Stresa Vergante, ospiterà al debutto i galletti dell’Asti di Boschetto. Debutto casalingo anche per il Fossano di Viassi che ospita il Borgosesia di Manuel Lunardon, sorpresa dello scorso campionato, e prima in casa anche per il Bra di Roberto Floris che attende di scoprire il Legnano. Fezzanese-Castanese e Sestri Levante-Sanremese le altre gare a chiudere la prima giornata.


Girone A  - 1ª giornata - Domenica 4 settembre ore 15.00

  • Bra-Legnano
  • Casale-Castellanzese
  • Chieri-PDHAE
  • Fezzanese-Castanese
  • Fossano-Borgosesia
  • Gozzano-Pinerolo
  • Ligorna-Chisola
  • Sestri Levante-Sanremese
  • Stresa Vergante-Asti
  • Vado-Derthona

AL DEBUTTO NON CI SARA' GIORGIO ROTOLO, TECNICO DELLO STRESA, A CAUSA DI PROBLEMI DI SALUTE

Debutto e prima giornata di Serie D a cui non prenderà parte come avrebbe meritato e voluto, il tecnico Giorgio Rotolo dello Stresa Vergante. Il tecnico artefice dell'impresa di aver portato la squadra nel massimo campionato dilettantistico d'Italia, ha poche ore fa, rassegnato le sue dimissioni dall'incarico tecnico, a causa dei suoi problemi di salute con cui lotta come un leone e convive da tempo. Un saluto e un commiato commosso, sentito, di cuore, di un uomo e di un allenatore speciale. Che forse più di tutti avrebbe meritato di sedere sulla panchina dello Stresa nel debutto casalingo contro l'Asti. Annuncio che è arrivato congiuntamente con il club, che ha affidato la conduzione tecnica della squadra a Cristian Nicolini a partire già dalla gara di Coppa Italia in programma domenica 21 agosto contro la Giana Erminio.


IL COMUNICATO UFFICIALE DELLO STRESA VERGANTE: GIORGIO ROTOLO RASSEGNA LE DIMISSIONI.

LA GUIDA TECNICA DELLA PRIMA SQUADRA AFFIDATA A CRISTIAN NICOLINI

La società ASD Stresa Vergante comunica di aver ricevuto in data odierna le dimissioni dell’allenatore della formazione di Serie D Giorgio Rotolo. La decisione, sofferta e ponderata, nasce dalle condizioni di salute del tecnico che, come è noto, da quasi due anni, lotta contro un tumore.

“Ho affrontato con tutte le mie forze questo primo mese di preparazione al campionato di serie D che abbiamo guadagnato sul campo lo scorso anno grazie al lavoro di un gruppo di uomini meravigliosi. Ho accettato la riconferma con entusiasmo e con la voglia di giocarmi ogni possibilità per mantenere lo Stresa in questa categoria. Purtroppo, nonostante io abbia messo ogni energia in queste settimane sul campo, mi sono accorto che non sarebbe stato possibile, fisicamente, sopportare il ritmo di lavoro che questo impegno richiede. Allora ho deciso, pur con tanta sofferenza, di fare un passo indietro e di lasciare che la squadra potesse essere guidata da un allenatore in grado di sopportare completamente questo compito. Voglio ringraziare la società di Marco Pozzo, che voglio rimarcare, è stato un signore da ogni punto di vista, per avermi dato l’opportunità di mettermi a servizio di una squadra importante. Ma è giunto il momento di fermarmi, per incanalare le mie energie nelle cure che la mia malattia richiede, per poter essere pronto a ritornare in panchina con tutte le mie forze”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400