Cerca

Lutto

La scomparsa di Alberto Balocco e il dolore del 'suo' Fossano: «Un colpo tremendo, non ce ne facciamo una ragione»

La parole del presidente Gianfranco Bessone: «Cercheremo di onorare al meglio Alberto, la sua passione e il nome che siamo orgogliosi di portare sulle maglie»

La scomparsa di Alberto Balocco e il dolore del 'suo' Fossano: «Un colpo tremendo, non ce ne facciamo una ragione»

Fossano Calcio unito nel cordoglio e nel dolore per la tragica scomparsa di Alberto Balocco

«Siamo tutti sconvolti, non ce ne facciamo una ragione…». Queste le primissime e parole del presidente del Fossano Calcio, Gianfranco Bessone, alla tragica notizia dell'improvvisa scomparsa di Alberto Balocco, l'imprenditore dolciario che da anni ha abbinato il proprio nome e la propria storia a quella del Fossano Calcio.

«E' davvero un colpo tremendo per tutti noi di Fossano, del Fossano e per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscere una persona come Alberto - prosegue con commozione il presidente Bessone -. Siamo ancora increduli ma il dolore della sua scomparsa sarà il nostro stimolo per onorare al meglio e sempre il suo nome e il nome che siamo orgogliosi e fieri di portare sulle nostre maglie. Alberto era una persona molto legata al territorio, alla società e aveva una grande e sana ambizione in ogni cosa che faceva».

Fossano che scenderà in campo domenica nella gara di Coppa Italia con il Derthona con il lutto al braccio e chiederà di osservare un minuto di silenzio. «Purtroppo non credo che riusciremo e potremo rinviare la partita - sottolinea Bessone -. Lo ricorderemo portando il lutto al braccio e osservando un minuto di silenzio. Per lui e la sua famiglia così duramente colpita». Per un legame molto speciale che Alberto Balocco e la famiglia hanno sempre avuto con il Fossano Calcio: «Il progetto Fossano è nato proprio con lui e anche grazie al suo supporto. Compatibilmente con i suoi impegni che non gli consentivano di essere presente al campo quanto volesse, ci si sentiva tutti i lunedì. Chiedeva come fossero andate le partite, si informava ed era pienamente coinvolto in questo progetto sportivo e calcistico. In particolare nella filosofia di far crescere i giovani e l'attenzione ai valori e alla crescita dei ragazzi. Davvero siamo senza parole e ancora increduli...».

Il post di condoglianze pubblicato sulla pagina Facebook del Fossano in ricordo di Alberto Balocco


Alberto Balocco, 56 anni, era amministratore delegato dell'industria dolciaria di Fossano, ed è morto nel pomeriggio in un incidente in montagna. Balocco si trovava in vacanza, in compagnia di un amico, e stava facendo una passeggiata in mountain bike nella zona dell'Assietta, Comune di Pragelato alle porte di Torino. Secondo le prime ricostruzioni, i due sono stati colpiti da un fulmine e hanno perso entrambi la vita. Alberto Balocco lascia la moglie Susy e tre figli, Diletta, Matteo e Gabriele. Lo scorso 2 luglio era mancato, a 91 anni, il papà Aldo, presidente onorario della Balocco, nota e apprezzata azienda di famiglia, fondata a Fossano in provincia di Cuneo nel 1927. L'apporto di Alberto è stato fondamentale nel trasformare la Balocco un'azienda modello, simbolo del meglio dell'imprenditoria italiana. Azienda che Alberto aveva fatto crescere grazie alle sue doti manageriali. In attesa che le indagini e i sopralluoghi sulla scena della tragedia si concludano, saranno poi comunicate le informazioni e i dettagli su funerali e cerimonie che la città tutta vorrà tributare ad Alberto Balocco per stringersi attorno alla sua famiglia così radicata nei cuori di tutti i cittadini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400