martedì, 7 Aprile 2020

College Life Italia, ecco come Guagliardo ha cambiato vita

Le più lette

Fifa Sprint eSport: sarà Mercadante-Bsr Grugliasco la finale

Il primo torneo di Fifa SPRINT eSPORT sta volgendo al termine. Nella giornata di oggi Gianluca Greco del Mercadante...

Under 16 Regionale, la top 11 da sogno del girone D

Quarto ed ultimo appuntamento con la speciale rubrica sull'Under 16 regionale. Dopo A, B e C tocca finalmente al...

FIFA SPRINT eSPORT: ripartiamo dalla Champions League

Ci siamo. Dopo la prima edizione del torneo di Fifa SPRINT eSPORT, ecco la seconda con tante novità. Come...

Le storie di College Life Italia… – Abbiamo conosciuto Matteo, giocatore dilettantistico genovese, che ha scelto dopo il liceo di prendere in mano il suo destino

Matteo Guagliardo, genovese classe ’97, una volta entrato a conoscenza di College Life Italia e della possibilità di partire alla volta degli USA ha deciso di buttarsi, di provare a vivere un’esperienza unica nel suo genere. Matteo, cresciuto calcisticamente nell’Alessandria Calcio, entra in contatto con College Life Italia e a maggio 2016 scende in campo per un provino. Decide di attendere prima di partire, e durante l’inverno frequenta corsi di inglese per rafforzare la propria conoscenza della lingua, per poi sbarcare in America. I primi due anni della sua esperienza a stelle e strisce Matteo li vive in Kansas, presso il Cowely College, dove vive fantastiche esperienze: nuove amicizie, un ambiente universitario unico nel suo genere, e naturalmente calcio, che lo riempie di soddisfazioni. Al suo secondo anno lì, infatti, insieme alla squadra arriva a competere nella fase nazionale svoltasi in Florida, dove lega ancor di più con i suoi compagni di squadra, considerati ora alla stregua di fratelli. Ma non finisce qui il percorso americano di Matteo: come molti altri ragazzi di College Life, infatti, con il tempo decide di cambiare college, un’opportunità, questa che tutti bene o male possono avere se lo desiderano, e di trasferirsi presso la Post University a Waterbury nel Connecticut, dove tuttora studia Business Administration and Management. Lo abbiamo conosciuto e gli abbiamo chiesto della sua esperienza.

Calcio e studio negli Usa con College Life Italia e SprinteSport
Calcio e studio negli Usa con College Life Italia e SprinteSport

Facciamo un passo indietro, Matteo: come inizia questa esperienza per te?

“Ricordo che stavo finendo il mio percorso di studi in quinta liceo. Ero indeciso e un po’ confuso sul mio futuro, il mio primo pensiero era il calcio, ma al tempo steso considerando che giocavo a cavallo tra Promozione e Eccellenza mi era difficile vedere un vero e proprio futuro iper me in questo sport. Mi sono messo quindi alla ricerca di una soluzione che potesse valorizzare al meglio il bagaglio sportivo che mi ero costruito negli anni, e niente, è spuntato un annuncio di College Life Italia che parlava di questa possibilità di ottenere borse di studio per giocare a calcio e studiare nei college americani. Mi sono informato riguardo questo tipo di esperienza e ne sono rimasto subito affascinato. Ho scritto una mail ai ragazzi di College Life talia e loro subito mi hanno risposto in modo dettagliato. Ne ho parlato allora con la mia famiglia, con i miei genitori che mi hanno sostenuto da subito, come anche i miei amici del resto.”

Cosa ti ha sorpreso di più al tuo arrivo in America?

“La prima cosa che ho notato, appena arrivato nel Campus, è l’incredibile differenza che c’è a livello di strutture. Edifici enormi, aule piene di computer e, a livello sportivo, macchinari ginnici e attrezzature per il calcio all’avanguardia, anche nelle piccole scuole. Roba che in Italia troveresti solamente frequentando ambienti top e che qui, invece, rappresentano quasi una base.”

College Life Italia - La storia di Guagliardo
College Life Italia – La storia di Guagliardo

E l’ostacolo maggiore dei primi giorni?

“Sicuramente la paura di non poter trascorrere liberamente del tempo con i propri cari, con i propri amici. Però, devo dire, non è mai arrivata a bloccarmi a diventare un chiodo fisso, ecco. E proprio questo è un incoraggiamento che voglio fare a chi vorrebbe partire ma è trattenuto dai timori: se uno rimane sempre confinato nel proprio piccolo mondo, nel proprio agio, non può avere mai la possibilità di compiere esperienze diverse e positive. Il che non significa perdere quello che si è lasciato alle spalle.”

Come cambia la vita da studente in America?

“Cambia molto, perché qui il college ricorda il nostro liceo. Qui ti portano a studiare meno ma con più costanza, tutti i giorni, avendo dei frequenti test che rievocano un po’ i compiti in classe di una volta. Personalmente penso che sia più facile apprendere così, perché se portato naturalmente a essere più concentrato su quello che stai facendo: si limitano le perdite di tempo.”

College Life Italia - La storia di Guagliardo
College Life Italia – La storia di Guagliardo

Come si vive invece il calcio in America?

“La faccenda è un po’ particolare. A livello di strutture, come detto sono veramente avanti rispetto a noi. Poi, se ci addentriamo nel calcio giocato c’è ancora un gap qui da colmare. Con i compagni inizialmente no deve darsi un po’ da fare per legare, venendo tutti da paesi e contesti calcistici e sociali molto diversi, ma vivendo nel mondo del campus ventiquattro ore su ventiquattro è normale che si vengano a creare rapporti umani importanti. Se mi guardo indietro vedo un sacco di belle amicizie che non avrei stretto se non fossi venuto qui.”

Come vedi il tuo futuro? Hai un’aspirazione particolare?

“Devo essere sincero, questa esperienza mi ha aperto talmente tante possibilità che ora, che mi sto avviando verso la conclusione dei miei studi, ho veramente u ventaglio di offerte ampio fra cui scegliere. Mi piacerebbe continuare a viaggiare: questa esperienza mi ha fatto conoscere questo lato di me, ho scoperto di adorare conoscere, spostarmi, vedere i posti nuovi… quindi vedremo.”

Facendo un tuo bilancio personale cosa ti senti di dire ai ragazzi di College Life Italia?

“Sono sempre stati pronti, chiari, veloci e disponibilissimi per ogni esigenza. Sia attraverso videochiamate, telefonate con i genitori… anche a livello burocratico, di documentazione, hanno risposto sempre bene a tutte le mie esigenze. E anche qui in America non mi hanno mai lasciato da solo, continuando a curare la mia situazione e tenendo conto delle mie preferenze anche in occasione del trasferimento. Li ringrazio.”

College Life Italia - La storia di Guagliardo
College Life Italia – La storia di Guagliardo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy