College Life Italia - La storia di Andrea Morelli
College Life Italia - La storia di Andrea Morelli

College Life Italia e SprinteSport Da Anguillara a Miami, passando per Salem: Andrea racconta la sua avventura in America, tra calcio e università. Quello che potrebbe accadere anche a te! Partecipa alle selezioni in programma a Milano il 28 ottobre!

Da sempre il senso dell’avventura è intrinseco nella natura umana. Andare verso l’ignoto e portarsi appresso un bagaglio di conoscenze per riempirlo con nuove sensazioni: questo è ciò che un viaggio o una nuova esperienza può darti. Se poi in questa fantastica valigia ci mettiamo un pallone da calcio, allora il tutto assume ancora più colorito, ovvero quel colorito tipico della gioia. È l’obiettivo di College Life Italia, che ha regalato questo e molto altro ad Andrea Morelli, l’ultimo di una lunga serie di calciatori ad avver vissuto sulla propria pelle un viaggio negli States tra calcio e studio, potendo formarsi anche dal punto di vista professionale in un panorama dinamico e ricco di opportunitù come quello a stelle e strisce.

Calcio e studio negli Usa con College Life Italia e SprinteSport
Calcio e studio negli Usa con College Life Italia e SprinteSport

Andrea, dove parte e come si evolve la tua carriera calcistica?

“Ho iniziato a giocare a calcio quando avevo 5 anni, vestendo la maglia dell’Anguillara, la società calcistica vicina alla mia città natale. Sono poi passato al Ladispoli, dove ho fatto la trafila delle giovanili dai Giovanissimi alla Juniores: 4 anni fantastici, dove ho giocato anche contro squadre professioniste. Con la Rappresentativa poi ho avuto anche la fortuna di partecipare ad un torneo internazionale in Svezia, la Gothia Cup a Goteborg. Conclusa la mia esperienza a Ladispoli ho fatto il mio primo anno da fuori quota in Promozione al Bracciano. A 18 anni mi sono poi trasferito un anno a Dublino, in Irlanda, dove ho giocato per una squadra locale”.

Come entri in contatto con College Life Italia?

“Al mio ritorno avevo l’ambizione di viaggiare con il calcio. Via internet ho dunque conosciuto College Life Italia (www.collegelifeitalia.com). Ho fatto i provini a Roma e a Torino: da lì ho ricevuto alcune offerte e così ho iniziato la mia esperienza all’estero nel 2017 alla Salem University, in West Virginia”.

College Life Italia – La storia di Andrea Morelli

Come è andato l’ambientamento in USA? 

“Quando sono arrivato in America non è stato facile. L’ambiente era completamente diverso dal mio ed ero il primo e unico italiano nella Salem University. Da subito dunque ho dovuto confrontarmi con ragazzi di ogni parte del mondo in inglese, lingua che non conoscevo come la conosco ora. Mi sono cominciato ad ambientare dopo un mese, grazie all’inclusione dei compagni di squadra che sono fantastici. Stare a contatto con altre culture è stato comunque bellissimo”.

Per quanto riguarda il calcio e studio?

“A livello sportivo devo dire che quello americano è un calcio diverso, molto più fisico del nostro. Non ci ho messo molto comunque ad abituarmi: una volta rotto il ghiaccio è tutto in discesa, anche perché vivi le giornate a contatto con ragazzi della tua età. A livello universitario, quella americana è molto più tecnica rispetto a quella italiana, che invece è principalmente teorica. Anche in questo caso mi sono inserito presto, anche perché il college mi ha messo a disposizione un tutor sin dal primo giorno e sono stato aiutato molto dai miei compagni”.

 

College Life Italia – La storia di Andrea Morelli

Cosa studi?

“Studio Business Accounting e la prossima sarà la mia ultima stagione per quanto riguarda sia il calcio che la laurea. La mia università mi ha poi offerto un master in Sport Administration”.

Sul campo invece, dove giochi e che risultati hai ottenuto con la tua squadra?

“Sono un attaccante e nelle ultime due stagioni abbiamo ottenuto sempre un Inning Record nella NCAA Divison II e lo scorso anno abbiamo perso la finale della nostra Conference per 3-0. Tutto ciò a novembre, perché la stagione americana inizia ad agosto e finisce d’inverno. I risultati sono stati quindi positivi, nella prossima stagione proveremo a vincere la Conference”.

College Life Italia - La storia di Andrea Morelli
College Life Italia – La storia di Andrea Morelli

Che obiettivi hai per il futuro? Sia sul piano sportivo che su quello personale

“Per quanto riguarda la mia carriera personale, ora mi sono trasferito a Miami per lavoro come ho fatto la scorsa estate, nella quale mi sono trovato a giocare con il Deportivo Coras a Los Angeles. Sono poi andato in California, ma ora sono qui, con il Miami United e sto vivendo un’esperienza fantastica. Il mio obiettivo è quello di vivere gli States visitando più posti e conoscendo più persone possibile in modo tale da crearmi un futuro qui. Il mio sogno è quello di vivere a San Francisco, in California, che fin’ora è stata la città in cui mi sono trovato meglio. Per quanto riguarda l’ambito sportivo, spero di arrivare il più in alto possibile con il mio college nella Conference. La squadra per cui gioco ha fatto dei grandi passi in avanti sia a livello di risultati, che di roster e di strutture”.

Infine, consiglieresti il percorso College Life Italia? E perché?

“Assolutamente sì, lo consiglio a tutti. Ringrazio College Life Italia: Lucas, Stefano, Giorgio e Paolo per avermi aiutato in quest’esperienza. Siamo una grande famiglia. L’Italia mi manca, per carità, mi mancano i miei amici e la mia famiglia, che ringrazio vivamente per i sacrifici che ha fatto per regalarmi tutto questo. I miei genitori sono felici per me e mi sostengono sempre, anche da lontano. Ringrazio anche zio Vincenzo, che mi ha dato una spinta enorme per partire. In ogni caso stare qui in America è fantastico: ho imparato tre lingue, mi sto laureando in un college. Un’esperienza del genere ti trasforma da ragazzo a uomo in pochissimo tempo”.

Calcio e studio negli Usa con College Life Italia e SprinteSport
Calcio e studio negli Usa con College Life Italia e SprinteSport