Vittorio Gilli, fiducia e scommessa Gozzano: Lavoro e recupero

295
CalcioeSalute - Gilli al lavoro all'Isokinetic Torino
CalcioeSalute - Gilli al lavoro all'Isokinetic Torino

La grande voglia di esserci e di riesserci. Questa è la storia di Vittorio Gilli, portierone classe ’97 nato e cresciuto a Pinerolo, da due mesi al lavoro con Isokinetic Torino.

Il Prof. dott. Fabrizio Tencone con Vittorio Gilli
Il Prof. dott. Fabrizio Tencone con Vittorio Gilli

Per giocarsi le proprie carte e le proprie ambizioni fino in fondo ha trovato nel Gozzano, nel Direttore Casella e un ambiente tutto, pronto a credere in lui.

Supportandolo in questi mesi di durissimo lavoro e sacrifici presso l’Isokinetic di Torino, struttura di eccellenza mondiale e riconosciuta dalla Fifa, sotto le cure e le attenzioni del prof. dott. Fabrizio Tencone e dello staff medico-fisioterapico di Isokinetic di via Rosmini.

Un lavoro di squadra, insieme al dott. Cento e la fisioterapista Valeria Cauda, che ha portato Vittorio Gilli a poter partire fin dal primo giorno di raduno dell’ambizioso Gozzano in Serie D, tenutosi in queste ore.

Vittorio Gilli al lavoro con la Fisioterapista Valeria Cauda
Vittorio Gilli al lavoro con la Fisioterapista Valeria Cauda

Ricambiando la fiducia del Direttore Casella e di tutto l’ambiente, che alle sue mani ha deciso di affidare la propria porta dei sogni e non solo. Una voglia di esserci che ha portato Vittorio Gilli ad affrontare due mesi (giugno e luglio) di grandissimo lavoro, dopo l’intervento alla spalla sinistra per sistemare una volta per tutte una lesione al cercine di qualche anno fa, che non ne impediva l’attività ma che il portiere ha voluto definitivamente affrontare e sistemare, proprio per essere al 11% a difesa dei sogni propri e di squadra.

«Da due mesi tutte le mattine ho preso treno e poi autobus da e per Pinerolo, mettendoci tutto me stesso in questo percorso…».

Sì perchè, lui, classe ’97, ha e avrà il prossimo Gozzano tra le mani, dopo aver assaggiato e mostrato le sue qualità nella seconda parte dell’ultima stagione, dopo una parentesi poco fortunata a Borgosesia e un ottimo campionato precedente in D a Lavagna nel 2015/2016.

Percorso nel quale qualche anno fa, Vittorio riporta una lesione al cercine della spalla sinistra che non ne mina le possibilità ma che ‘non mi lasciava assolutamente tranquillo’ dice lo stesso Gilli.

«A maggio ho deciso di operarmi per poter recuperare al 100% mobilità e forza della spalla, e grazie al supporto di persone speciali come il prof. Tencone, Daniela Cauda, la fisioterapista, e il dott. Cento (chiropratico) e grazie alla fiducia e al supporto del Gozzano, sono stato felice di fare due mesi di sacrifici e duro lavoro per poter partire insieme ai compagni, al tecnico e tutta la squadra per una stagione determinante».

Vittorio Gilli e il Prof. dott. Cento, Chiropratico Isokinetic
Vittorio Gilli e il Prof. dott. Cento, Chiropratico Isokinetic

Un lavoro che ha previsto una parte di esercizi riabilitativi graduali: cominciati con un lavoro passivo in piscina e palestra, per poi gradualmente svolgere esercizi di ripresa della mobilità delle articolazioni, fino al lavoro sul recupero della forza e del gesto tecnico sportivo, eseguito sia sul campo che in Green Room Isokinetic, strumento all’avanguardia mondiale e di esclusiva Isokinetic, che consente l’analisi e lo studio dei movimenti attuati nello svolgere il proprio gesto tecnico, individuando e correggendo gestualità e impostazioni rilevate e ritenute non idonee.

Sul prossimo numero di SprinteSport in edicola lunedì 31 luglio l’articolo integrato con l’intervista a Vittorio Gilli.