21 Giugno 2021

Benvenuti su #Calciocultura, la rubrica sul lato culturale del calcio

Le più lette

Ausonia, è vietato nascondersi: 8 finali regionali per sognare in grande

Marco Berti, 2 finali regionali. Mario Di Benedetto, 2 finali regionali. Michele Cioffi, 1 finale regionale. Tre nomi. Sei...

Pavia-Alcione Eccellenza: nel recupero usa la testa solo Volpini, Orange sempre più vicini alla D

Volpini nel recupero regala all’Alcione una vittoria meritata, che permette agli Orange di far fuori dalla corsa alla serie...

Pro Eureka-Lascaris All Stars Under 15: Super-Edwin e Simonetti regalano la semifinale ai bianconeri

A Grugliasco si conclude 2-3 il quarto di finale del torneo All Stars tra Pro Eureka e Lascaris. I...
Avatar
Umberto Maria Porreca
Nato e cresciuto sulla costa Abruzzese, a Milano da sei anni per trovare me stesso e la mia strada. Milanista da battaglia, amante del buon cibo, venerazione per Federico Buffa e amore sconfinato per Fabrizio De André.

In questa nuovo spazio di Sprint e Sport ci divertiremo a darvi una visione diversa del calcio: non giocato, ma bensì raccontato attraverso voci e storie narrate in libri, film, canzoni e documentari relativi al gioco più bello del mondo. Gli argomenti saranno trattati a rotazione, cioè una volta libri, una volta film, una volta canzoni e una volta documentari. Iniziamo subito prendendo in esame proprio il calcio su carta!

Il primo libro che vi consigliamo oggi è Preferisco la coppa: vita, partite e miracoli di un normale fuoriclasse. La biografia di Carlo Ancelotti scritta a quattro mani col giornalista di Sky Alessandro Alciato è uno spaccato del modo di pensare del tecnico di Reggiolo, dalle sue origini fino ai grandi trionfi nelle notti europee con Milan (sia da giocatore che da allenatore) e Real Madrid. Tanti aneddoti, raccontati sempre con suprema ironia e simpatia da Carletto e anche dai numerosissimi giocatori da lui allenati. Un libro divertente e leggero, utile per rilassarsi sotto l’ombrellone!

La seconda lettura raccomandata è La mia vita, scritto che narra delle gesta di una vera e propria leggenda del pallone: Sir Alex Fergusonstorico e amatissimo allenatore del Manchester United. Dagli inizi nell’aspra Scozia, tra cantieri navali e pallone, raccontando nel dettaglio anche la sua incredibile epopea all’Aberdeen trascinato alla vittoria in coppa delle coppe abbattendo addirittura il Real Madrid! Un testo pieno di sapienza calcistica, narrati da Sir Alex con estrema lucidità!

Vera e propria perla della letteratura sportiva è Una porta nel cielobiografia del più amato calciatore della storia del calcio Italiano: Roberto Baggio. Si tratta senza dubbio di una lettura non semplice, poco aneddotica ma molto riflessiva, che aiuta a comprendere meglio uno dei personaggi più riservati e particolari del pallone nostrano. Le numerose attenzioni che sono rivolte al pensiero buddista, religione praticata dal Divin Codino, possono spaventare a primo impatto, ma sono tutte parte di un quadro che alla fine si compone e regala un libro bellissimo, tra i più meritevoli di attenzione nella letteratura sportiva italiana. Un vero gioiello, meritevolissimo di attenzione.

Personalmente il prossimo di cui voglio parlarvi è uno dei miei libri preferiti in assoluto, non solo sportivi: si tratta di Duellanti, scritto dal giornalista Paolo Condò. Un esperimento del tutto innovativo, perché è basato su un arco temporale di soli 18 giorni: quelli che nel 2011 videro scontrarsi per ben quattro volte il Real Madrid di Mourinho e il Barcellona di Pep Guardiola. Un’epica cavalcata attraverso le menti dei due condottieri, per una vera e propria battaglia durata tre settimane che ha segnato per sempre la vita e la carriera di entrambi, usciti profondamente cambiati dal tour de force. Un vero capolavoro, scritto benissimo e dettagliato in maniera perfetta, tanto che è impossibile a un certo punto non tifare per uno o per l’altro.

Infine, ultimo per ordine ma non per importanza, vi propongo Io, Ibra. Libro conosciutissimo, ma da non perdere perché come avrete intuito tratta di una delle personalità più forti del calcio moderno: Zlatan Ibrahimovic. Il libro, sia chiaro, lo rappresenta in pieno: guascone, egoista, arrogante. Pieno di massime e anedotti fantastici sulla vita anche fuori dal campo del fuoriclasse svedese, che ha fatto del culto della sua persona un vero e proprio marchio di fabbrica. Non è una lettura tecnica o morale, è un flusso di coscienza continuo intervallato da foto bellissime. Impetuoso come Ibra e molto divertente.

Il nostro appuntamento con i libri sul calcio si conclude qui per ora, ma attenzione perché torneremo presto con tante altre proposte per gli amanti del calcio per quanto riguarda altri media e intrattenimenti!


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli