Rappresentative, se non le sappiamo fare lasciamo perdere

Raduno rinviato dopo che i calciatori avevano già raggiunto l'impianto del Barcanova. E tra le società monta la rabbia

67
Rappresentative
Renato Carrain contrariato, ma allora chi decide sulle Rappresentative?

Niente, proprio non ci riusciamo a venirne a capo con queste Rappresentative regionali e oggi, con il raduno annullato quando i giocatori avevano già raggiunto l’impianto di gioco si è toccato, forse, il fondo. Francamente non credo nemmeno sia più il caso di cercare un colpevole, o meglio, le responsabilità ci sono e sono da attribuire al Consiglio direttivo e al presidente Christian Mossino che, ovviamente, non gestiscono i lavori in prima persona, ma se si danno delle deleghe su un argomento così delicato come le Rappresentative bisogna come prima cosa sapere a chi si danno e in secondo luogo vigilare sull’operato. Semmai viene da domandarsi: perché la gestione, come negli anni precedenti, non è stata lasciata nelle mani di Enrico Giacca e Eudo Giachetti? Di Eudo Giachetti, quanto meno, la cui esperienza e la capacità di gestione era rodata e figure da cioccolataio come quella a cui abbiam assistito oggi, giovedì 24 gennaio, con la riunione annullata degli Under 19, dopo che si erano fatti arrivare calciatori e genitori da mezza regione, non facevano parte del repertorio.

I soliti bene informati dicono che siano stati proprio loro, Giacca e Giachetti, a tirarsi fuori per motivi di lavoro il primo, altri non ben definiti il secondo. Ma proprio questa fumosità, questo detto non detto, evidenzia il fatto che forse il progetto non è chiaro e condiviso e qualcuno ha preferito non metterci la faccia. Risultato? La palla è passata nelle mani di Renato Carrain il quale però oggi esprimeva una forte contraddizione e una presa di distanza da quanto era accaduto. E allora? Forse siamo già allo scarica barile? Sarà mica che la responsabilità è da attribuire a chi ha messo in fila i nomi per poi pubblicarli sul comunicato ufficiale? Da tutto questo però una tiratina d’orecchie, almeno per le notizie in nostro possesso, va fatta anche al Barcanova. Se sai che nel pomeriggio ti arrivano giocatori da tutta la regione magari attivarsi in mattinata e chiedere un rinvio non sarebbe stato male. Se poi è stato fatto e nessuno ne ha tenuto conto allora si torna al punto di partenza. E il gioco dell’oca riprende. Ma la nostra regione meriterebbe di più.