13 Agosto 2020 - 00:15:16

La settimana perfetta della Dottoressa Silvia Napoletano

Le più lette

Sui format il Comitato Regionale Lombardia ha preso la strada giusta. Anche se in ritardo

È servito tempo, tanto tempo, ma alla fine il Comitato Regionale Lombardia ha preso la decisione giusta riguardo i...

Valcalepio, Eccellenza: a tu per tu con il presidente Gianfranco Lochis

Miglior attacco del girone C di Eccellenza insieme al Lumezzane, terza miglior difesa e quarto posto in campionato, oltre...

Superoscar, ecco il calendario. Una formula snella che non toglierà nulla al fascino della manifestazione

Dopo il passaggio di consegne fatto da Roberto Gagna e Pier Giorgio Frassinelli (ne abbiamo parlato in questo articolo)...

Compiere 25 anni, segnare una doppietta al rientro da titolare e laurearsi con un bel 110. Questi gli ultimi 7 giorni di Silvia Napoletano, attaccante e neo dottoressa in Scienze Motorie del Pavia Academy, formazione militante nell’Eccellenza Femminile, attualmente al quarto posto in classifica. «È stato molto bello tornare al gol – racconta Silvia – dopo tanto tempo lontana dal campo». L’ultima rete, infatti, risaliva alla seconda giornata: «L’infortunio muscolare che ho avuto durante la terza partita di campionato mi ha fatto saltare gran parte della stagione. Al rientro da titolare sono arrivate due reti contro il Tabiago molto importanti per la squadra e per continuare a rimanere attaccate al nostro sogno che rimane quello di vincere il campionato, visto che non sono previsti i playoff. Ora il mio obiettivo è tornare al 100% e continuare a essere titolare, visto che comunque ho un’ottima media realizzativa quando gioco dall’inizio (ride, ndr)». Un feeling particolare con il gol e in generale con il calcio che nasce da lontano, dal campo vicino a casa. Fin da piccolissima, Silvia passava interi pomeriggi a giocare con gli altri bambini del quartiere, con i quali, oltre alla passione, condivideva il taglio di capelli «da maschiaccio». E poi a 6 anni il primo club, il San Martino Siccomario. A 13 il grande salto all’Inter Femminile dove arriva fino alla Primavera e poi la Riozzese fino alla Serie B. Gli ultimi due anni con la maglia numero 11 del Pavia. «Al primo anno abbiamo stravinto il campionato di Promozione e la società ha deciso di rinforzare la squadra mantenendo lo zoccolo duro del gruppo e inserendo giocatrici di categoria. Tutto questo però poteva concludersi ancora prima di iniziare visto che fino a inizio agosto, con il cambio di proprietà e tutti i problemi già esistenti, la squadra non era ancora iscritta al campionato. Alla fine, per fortuna, tutto è filato liscio e ora stiamo inseguendo, da neopromosse, un sogno chiamato Serie C, affidandoci anche alla magia dello Stadio Fortunati, che ora potrebbe vedere il ritorno della squadra maschile». E con una Napoletano in formato Settimana da Dio, il sogno chissà che non si possa avverare.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli