12 Giugno 2021

Napoli-Juventus Primavera Femminile: Beccari e Pfattner in doppietta, le bianconere blindano le semifinali

Arcangeli ed Errichelli subito in gol appena entrate dalla panchina

Le più lette

Bra-Chieri Serie D: Campagna ribalta, Daqoune trascina e Daidola può esultare

A cambiare le partite basta poco, a volte pochissimo. Lo sa bene Leandro Campagna, eroe di giornata per il...

Dove siamo stati Regionali: le partite che abbiamo seguito direttamente sul campo

Per la quarta settimana consecutiva abbiamo assistito a un weekend ricco di test match. Anche in questi due giorni...

Il campionato Primavera Femminile passa per i play-off: l’andata dei quarti di finale disputata nello Stadio Caduti di Brema di Barra, periferia est di Napoli, se l’aggiudica la squadra bianconera per un risultato finale di 6-1.
Al classico 4-3-3 della squadra casalinga, la Juventus dell’allenatrice Silvia Piccini, di arancione vestita, risponde con un insolito 4-2-3-1.
Le retroguardie di entrambe le squadre non tardano a dare dimostrazione della loro solidità: reti inviolate fino al 43′, Serafino e Merolla sono ben vigili in difesa dei loro pari. Quest’ultima, migliore azzurra in campo nei primi quarantacinque minuti, ha salvato il risultato in più di un’occasione manifestando grande prontezza e reattività.
Inizio in quarta per la Juventus, che con pazienza e classe gestisce un continuato possesso palla e non permette alla squadra del tecnico Pasquale Illiano di sfruttare le ripartenze. La prima occasione da gol arriva al 7′ con un gran tiro di Jenny Requirez che termina però alto sopra la traversa, seguita da un guizzo di Pfattner che divora la rete del vantaggio per pochi metri.
La squadra di casa si affida alla coppia d’attacco Ferrara-Penna ma sono troppi gli errori commessi in fase di costruzione: nessuna chiara occasione nei primi dieci minuti di gara, il portiere bianconero Serafino, mai interpellato, è comodo in area.
È ancora la Juventus a rendersi pericolosa a quindici minuti dal fischio di inizio con uno scatto di Requirez che mira la porta, ad attenderla trova però il capitano azzurro Zavarese che, con una grande chiusura, le toglie il pallone dai piedi.
La partita si gioca a ritmi elevati: il Napoli conduce il match nella propria metà campo attendendo il momento buono per ripartire, la Juventus non ha intenzione di arrestarsi e produce un giro palla vertiginoso.
La Juventus la ribalta in due minuti. Il tifo degli spettatori ai balconi che affacciano sul campo di Via delle Repubbliche Marinare non è sufficiente per tenere a bada la furia juventina. È ancora Merolla a mantenere in piedi la parità sfoggiando due fantastiche parate su Chiara Beccari: al 34′ l’attaccante bianconera tenta la conclusione personale dopo essersi egregiamente smarcata dal difensore napoletano Franchetto, due minuti dopo è sempre la numero 9 a cogliere l’assist di Michela Giordano ma senza riuscire a beffare il portiere.
Beccari, oggi ispiratissima, non sbaglia più: al 43′ sblocca la partita con un gran gol, il diciassettesimo della sua stagione, grazie all’assist fornitole da Requirez. A innescare l’azione è la solita Dalila Ippolito, oggi a secco di reti ma fondamentale per l’ottima prestazione disputata in campo, che con fantasia ha portato a spasso mezza difesa napoletana.
Arriva il raddoppio dopo neanche centoventi secondi: a metterla dentro è Pfattner, che delizia con un sinistro a giro rendendo la traiettoria inarrivabile per Merolla.
Termina così, con un parziale di 2-0, il primo tempo in casa del Napoli dopo un solo minuto di recupero concesso dall’arbitro Ghinelli della Sezione di Roma 2.
Ancora un poker calato dalle bianconere. Riprende senza alcun cambio sulle panchine di entrambe le squadre il secondo tempo di Napoli-Juventus.
Le padroni di casa tentano da subito di rimettere in piedi il match con un tiro dalla distanza di Visco che termina di poco alto sopra la traversa. Le speranze delle azzurre, però, affievoliscono al quinto minuto della ripresa, quando l’arbitro romano Ghinelli, senza esitazione, fischia rigore per il fallo commesso sul numero 9 della Juventus Chiara Beccari. Dagli undici metri si posiziona Michela Giordano: rincorsa e gol per la calciatrice classe 2002; Merolla, tuffatasi a sinistra, aveva intuito l’angolo ma il pallone passa e sancisce il 3-0. Rete speciale per Giordano che, nella apposita giornata, la dedica alla sua mamma prematuramente scomparsa.
Le undici zebre non si arrestano: 11′ sull’orologio e la Juventus vola con un 4-0 firmato Pfattner, che sorprende il portiere avversario infilandola nell’angolino basso. Una doppietta che le consente di raggiungere quota undici reti in campionato.
La formazione del tecnico Illiano, ancora troppo confusionaria, non solo non riesce a mettere in difficoltà la difesa bianconera capitanata da Sara Caiazzo ma, al 22′ del secondo tempo, regala l’occasione a Beccari di siglare una doppietta personale sfruttando la ripartenza mal eseguita dalla squadra di casa.
Il contraccolpo non è indifferente: con un secco 5-0 le speranze di poter superare il turno sono ridotte al minimo; la concentrazione inizia a diminuire, complice anche la stanchezza, e la difesa napoletana regala ancora l’occasione perfetta per mettere a segno la rete del
6-0 con la subentrata Arcangeli.
Il Napoli dell’allenatore Illiano, a due minuti dalla fine, accorcia le distanze: Errichello, bandiera azzurra entrata al minuto 71′, con un potente tiro calciato da fuori area batte il portiere Serafino.
Sono tre i minuti di recupero concessi dall’arbitro Ghineli, al termine dei quali la Juventus vince l’andata dei quarti di finale per 6-1 e può iniziare a scaldare i motori per i match da disputarsi al Mapei Stadium di Sassuolo per quella che sarà la fase finalissima del campionato.

IL TABELLINO

NAPOLI FEMM-JUVENTUS 
RETI: 43′ Beccari (J), 44′ Pfattner (J), 5′ st rig. Giordano (J), 9′ st Pfattner (J), 22′ st Beccari (J), 39′ st Arcangeli (J), 43′ st Errichelli (N).
NAPOLI FEMM (4-3-3): Merolla 6.5, Franchetto 5.5 (26′ st Errichelli 7), Gallo 6, Zavarese 6.5, Girolamo 6, Fantozzi 5.5 (8′ st Maddaluno sv), Catalano 6 (8′ Capolupo sv), De Biase 6.5, Ferrara 6.5 (26′ st Casalino sv), Penna 6.5, Visco 5.5 (26′ st Lupoli 5.5). A disp. Giordano, Cozzolino, Schettino, Verna. All. Illiano 6.
JUVENTUS (4-2-3-1): Serafino 6, Giordano 8, Bertucci 6.5 (23′ st Moretti 6), Giai 6.5, Caiazzo 6.5, D’Auria 6, Requirez 7 (34′ st Sciberras sv), Talle 6 (14′ st Candeloro 6), Beccari 9, Ippolito 7.5 (34′ st Arcangeli 7), Pfattner 9 (24′ st Giachetto sv). A disp. Sargenti, Ruggeri, Verna. All. Piccini 7.
ARBITRO: Ghinelli di Roma 2 .
COLLABORATORI: Celotto di Nocera Inferiore e Vitiello di Torre Annunziata.
AMMONITI: 15′ st Candeloro (J), 32′ st Catalano (N).

LE PAGELLE

NAPOLI
Merolla 6.5 
Nel primo tempo ha salvato il risultato in più di un’occasione, preziose le parate su Beccari. Nonostante le sei reti subite, porta a casa una buona prestazione. Ottimi i tempi di reazione e l’intuizione sul rigore.
Franchetto 5.5 Troppa distrazione in difesa e ripartenze mal sfruttate. Si è vista poco durante le azioni salienti della partita.
26′ st Errichelli 7 È suo l’unico gol azzurro della partita, un missile calciato da fuori area. Si è fatta trovare pronta al momento giusto.
Gallo 6 Spenta durante il primo tempo, ha dato prova delle sue qualità nei secondi quarantacinque minuti. Nel suo ruolo originario è di certo più incisiva.
Zavarese 6.5 Bene nelle marcature, ha saputo ben gestire la gara nonostante la superiorità evidente della Juventus. Ottima la chiusura in scivolata su Requirez nel primo tempo che non ha permesso alla juventina di arrivare in porta.
Girolamo 6 Non particolarmente propositiva né fantasiosa. Nessun errore da evidenziare ma non perfetta nella gestione del pallone. Avrebbe potuto sfruttare meglio le occasioni presentatesi.
Fantozzi 5.5 Nessuna giocata memorabile e quasi mai alla ricerca del pallone. Non ha offerto un prezioso contributo. (8′ Maddaluno sv)
Catalano 6 Bene nel giro palla, porta avanti l’azione seppur in maniera poco precisa e lucida. (8′ Capolupo sv).
De Biase 6.5 Un punto di riferimento per le compagne, brava a smarcarsi per ricevere palla. Peccato per qualche errore di troppo nel calibrare le giocate.
Ferrara 6.5 Molta sintonia con la compagna Penna, sempre alla ricerca del pallone e grintosa nel condurre il gioco. Una maggiore lucidità avrebbe regalato più lode alla sua prestazione. (26′ st Casalino sv).
Penna 6.5 Ci ha provato con tutte le sue forze. Brava ad intercettare palla e favorire l’inserimento delle compagne.
Visco 5.5 Si è vista poco. Non molto coinvolta nelle azioni della partita, non ha deliziato con nessuna giocata degna di menzione. Saprà rifarsi. (26′ st Lupoli 5.5).
All. Illiano 6 Una partita non facile da preparare. Ha saputo ben indirizzare le sue calciatrici e sfruttato bene i cambi a disposizione.

JUVENTUS
Serafino 6
Chiamata in causa poche volte, ha sempre risposto presente. Nulla ha potuto sul gol subito a due minuti dalla fine.
Giordano 8 È sempre una conferma: corre, crea e segna. Un punto di riferimento per l’intera squadra. I suoi inserimenti sono stati fatali per la squadra avversaria. Glaciale sul dischetto: perfetta l’esecuzione del calcio di rigore.
Bertucci 6.5 Una buona prestazione, è disposta a sacrificarsi per le compagne. Ha saputo mantenere bene la linea difensiva chiudendo ogni varco.
23′ st Moretti 6 La sua entrata ha permesso di rifiatare. Ha contribuito all’ottima prestazione di squadra.
Giai 6.5 Molto bene sia in fase difensiva che in fase offensiva, si è proposta più volte in avanti tentando qualche conclusione. Bene sui calci piazzati.
Caiazzo 6.5 È mancata la prontezza che la contraddistingue anche in fase di attacco ma ha saputo reggere egregiamente la tensione di una partita così delicata. Preziosa per le compagne di squadra.
D’Auria 6.5 Sempre presente nelle azioni salienti della partita, più di un’impostazione è partita dai suoi piedi. Ottima la gestione del giro palla.
Requirez 7 Una perla. Le sue giocate sempre eleganti e precise hanno permesso la realizzazione del grande risultato. Esce dal campo senza gol ma la sua è stata una prestazione da incorniciare. (34′ st Sciberras sv).
Talle 6 Non ha eccelso ma è stata di grande aiuto l’intero reparto. Ottimo palleggio e possesso palla. Passaggi puliti e precisi.
14′ st Candeloro 6 Ha saputo mantenere alto il livello della gara. Il suo ingresso ha permesso alla squadra di riacquistare aria nei polmoni.
Beccari 9 Impeccabile! Una doppietta e tanti gol sfiorati. Inventa, corre e trascina la squadra. Un pericolo costante per la difesa napoletana.
Ippolito 7.5 Non segna ma fa segnare. Giocate di classe e fantasiose, è dappertutto. Diventa un pericolo non appena tocca palla.
34′ st Arcangeli 7 Appena rientrata da un infortunio, non perde tempo per dimostrare quanto vale. Ottimi i dieci minuti giocati e brava a sfruttare la distrazione della difesa avversaria.
Pfattner 9 Entrata benissimo in partita, si è da subito mostrata pericolosa. Tanta classe e precisione nelle sue giocate. Ha disputato una partita pressoché perfetta. (24′ st Giachetto sv).
All. Piccini 7. C’era da portare a casa una vittoria ed è stato fatto nel migliore dei modi. Ha compreso bene e nel momento giusto le esigenze della squadra approfittando dei cambi a disposizione.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli