12 Luglio 2020 - 12:42:29

Consiglio Federale: professionismo nel femminile dal 2022/23 e Juve campione d’Italia

La Serie B passa da 12 a 14 squadre

Le più lette

Forza e Costanza Eccellenza, ecco il nuovo tecnico: squadra affidata a Paolo Foglio

A un mese di distanza dalla separazione dallo storico tecnico Alessandro Bertoncelli, la Forza e Costanza presenta ufficialmente il...

Barcanova: panchina a Stefano Marenco, presentati i responsabili tecnici della prima squadra

Il Barcanova c'è. In attesa di un possibile ripescaggio in Eccellenza, il neo presidente Enea Benedetto ha subito messo...

Muggiò Promozione, altro colpo da novanta: preso Davide Campanella dalla Tritium

Altro grande colpo del Muggiò, che infiamma il mercato e a questo punto si candida a un ruolo da...

Un importante passo in avanti verso il professionismo nel calcio femminile è stato fatto durante il Consiglio Federale del 25 giugno. Il presidente Gravina ha proposto infatti un piano di sviluppo graduale del calcio femminile che prevede il riconoscimento a professionismo a partire dalla stagione 2022/2023. Il Consiglio Federale lo ha condiviso all’unanimità.

Prese poi le decisioni relative alla stagione 2019/2020 con un unico grande cambiamento rispetto a quanto ratificato dal Consiglio in precedenza: la Juventus è campione d’Italia. Per le bianconere di Rita Guarino si tratta del terzo Scudetto consecutivo in tre anni di storia. Confermata la partecipazione alla prossima Uefa Women’s Champions League della Fiorentina e le retrocessioni di Tavagnacco ed Orobica in Serie B. Salgono come già annunciato in Serie A, Napoli e San Marino, mentre la B passa da 12 a 14 squadre con la promozione delle prime di ognuno dei quattro di gironi di Serie C: Acf Como, Vicenza, Pontedera e Pomigliano. Retrocesse in C la Novese ed il Perugia.

Dalla prossima stagione in Serie B saliranno sempre le prime due, ma retrocederanno le ultime quattro. Allargata anche la prossima Coppa Italia che vedrà così la partecipazione di 26 squadre. Il Consiglio ha approvato all’unanimità il Bilancio consuntivo 2019, illustrato nel dettaglio dal Segretario Generale Marco Brunelli, che presenta un risultato positivo di esercizio pari a 1,8 milioni di euro. Il campionato Primavera, dal 2021/2022 passa a due livelli di competizione: Primavera 1 e Primavera 2 con promozioni e retrocessioni tra i due tornei.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

×