Semifinale Coppa Italia, una Juventus rabbiosa si aggiudica il primo round

726
Milan-Juventus, semifinale di Coppa Italia
Milan-Juventus, semifinale di Coppa Italia

È una Juventus granitica in difesa e spietata in attacco quella che nel match d’andata della semifinale di Coppa Italia ha battuto il Milan di Carolina Morace, imponendosi col risultato di 1-2, pur dopo un inizio tutt’altro che brillante, che dà alle bianconere un grande vantaggio in vista del ritorno in Piemonte. Entrambi i tecnici puntano sulle proprie punte di diamante che stanno trascinando Milan e Juventus ormai da inizio stagione. Quindi, poche sorprese di formazione, con i due super attacchi (rispettivamente terzo e secondo del campionato dietro alla micidiale Fiorentina) composti da GiacintiSabatino, coppia da 32 gol, da una parte e il tridente GirelliAlukoBonansea, 31 reti in tre. Pronti via, e le rossonere sono subito avanti dopo appena un minuto e mezzo: angolo dalla destra di Giugliano, Pedersen stacca più di Alborghetti, ma insacca nella propria porta per lo sfortunato autogol. La risposta delle ragazze di Rita Guarino è rabbiosa e si riversano subito nella metà campo del Milan a pieno organico, cercando di sfruttare la fantasia di Barbara Bonansea e Cristiana Girelli, la velocità di Eniola Aluko e le incursioni micidiali di Valentina Cernoia. Tanto possesso palla bianconero, dunque, nella prima frazione che porta a svariate occasioni da rete, come, ad esempio, il destro deviato di Aluko che s’infrange sulla traversa, o la spaccata di Caruso a due passi dalla porta neutralizzata da Korenciova e tanti altri traversoni pericolosi in cui si disimpegna bene la difesa di casa, mentre l’unico squillo rossonero oltre alla rete del vantaggio arriva al 14’ con la bellissima azione sull’asse Giugliano-Sabatino e il colpo di testa di Alborghetti alto da buona posizione. Dopo 45 minuti di dominio, però, al primo minuto di recupero del primo tempo, arriva il gol del pareggio della Juventus: incomprensione sulla sinistra tra Tucceri e Zigic, palla recuperata da Aluko che controlla, alza la testa e serve Barbara Bonansea che entra in area e, di punta, trafigge Korenciova. Nella ripresa il copione non cambia e le bianconere continuano a spingere sull’acceleratore alla ricerca del gol del vantaggio, fondamentale in vista del ritorno, ma l’imprecisione dei propri attaccanti e la concentrazione della retroguardia del Milan negano un gol che sarebbe meritatissimo fino al 29’, quando Caruso, su cross perfetto di Hyyrynen, colpisce al volo da appena dentro l’area di rigore piazzando la sfera all’angolino basso alla destra di Korenciova, facendo esplodere di gioia la panchina bianconera. L’assenza di reazione da parte del Milan fa sì che, oltre a due piccole chance nel finale per Sikora e Glionna, la partita termini sull’1-2, dando alle bianconere un grosso vantaggio per la partita di ritorno che stabilirà chi delle due squadre andrà in finale contro Fiorentina o Roma (1-1 nell’altra semifinale).

MILAN          1
JUVENTUS    2
RETI: 2’ aut. Pedersen (J), 46’ Bonansea (J), 29’ st Caruso (J).

MILAN (4-4-2): Korenciova 6.5, Heroum 6, Fusetti 6.5, Mendes 6.5, Tucceri 5.5 (32’ st Carissimi 6), Zigic 5.5 (10’ st Manieri 6), Alborghetti 7, Bergamaschi 6 (10’ st Moreno 5.5), Giugliano 6.5, Giacinti 5, Sabatino 5.5. A disp. Zanzi, Capelli, Longo, Coda. All. Morace 5.5,

JUVENTUS (4-3-3): Giuliani 6, Hyyrynen 7, Gama 7, Salvai 6.5, Boattin 6, Caruso 7.5, Pedersen 5.5, Cernoia 7, Girelli 5.5 (21’ st Glionna 6), Aluko 6.5 (32’ st Sikora 6.5), Bonansea 7.5 (41’ st Cantore sv). A disp. Bacic, Panzeri, Nick, Ekroth. All. Guarino 7.

ARBITRO: Virgilio di Trapani.
AMMONITI: Moreno (M).

PAGELLE MILAN
All. Morace 5.5 Inizia fortissimo il suo Milan per poi annichilirsi sotto le folate bianconere, ora serve un’impresa in terra piemontese.
Korenciova 6.5 Senza colpe sui gol, dirige bene la retroguardia e dà costante sicurezza in uscita.
Heroum 6 Un intervento prodigioso su Bonansea mandata a rete, apporto nullo in fase di spinta.
Fusetti 6.5 Quasi un libero vecchio stampo, alla Baresi, se la cava bene.
Mendes 6.5 Più di un fazzoletto messo sui cross radenti delle juventine.
Tucceri 5.5 Concorso di colpa sul gol del pari, non accende la scintilla sulla sinistra. (32’ st Carissimi 6).
Zigic 5.5 Vedi Tucceri, tanta grinta, ma poca corsa per reggere il confronto col duo Bonansea-Hyyrynen. (10’ st Manieri 6).
Alborghetti 7 Meraviglioso lavoro sporco d’interdizione davanti alla difesa, la migliore delle rossonere.
Bergamaschi 6 Obbligata alla fase difensiva da Boattin. (10’ st Moreno 5.5 Una brutta entrata e poco altro, non dà la svolta alla partita).
Giugliano 6.5 Sempre a testa alta, piede raffinatissimo degno del numero che porta, si vede poco sotto porta però.
Giacinti 5 Una di quelle giornate dove, anche se sei il capocannoniere del campionato, non ti riesce davvero niente.
Sabatino 5.5 Qualche sponda e una genialata per un inserimento di Alborghetti, poi il nulla davanti alla porta.

 

PAGELLE JUVENTUS
All. Guarino 7 Partita dominata dal 2’ al 90’ minuto di gioco, la sua Juventus ora è favorita per essere la prima finalista.
Giuliani 6 Parate non ne deve fare, molto precisa coi piedi in impostazione.
Hyyrynen 7 Stantuffo della fascia destra la finlandese, assist vincente per l’1-2.
Gama 7 Solita prestazione maiuscola per il capitano bianconero che, quando è in giornata, diventa insuperabile.
Salvai 6.5 L’eleganza fatta giocatrice, qualche piccolo errore in fase d’impostazione, ma prestazione più che sufficiente.
Boattin 6 Inizia ad ingranare solo verso la fine del primo tempo dopo aver sonnecchiato sulla sinistra.
Caruso 7.5 Non solo il gol vittoria, ma anche giocate di classe e tanta legna per una centrocampista completa.
Pedersen 5.5 Sfortunata sull’autogol, prova a riprendersi impostando come sa fare, ma non in maniera precisa come al solito.
Cernoia 7 Impressionante quando accelera nel cuore del Milan e apre la difesa rossonera.
Girelli 5.5 Poca fantasia oggi per la fantasista della Juventus, sempre raddoppiata in marcatura. (21’ st Glionna 6).
Aluko 6.5 Un po’ macchinosa, ma l’assist per il pareggio è geniale, prende anche una traversa. (32’ st Sikora 6.5).
Bonansea 7.5 Migliore in campo in assoluto grazie al bellissimo gol del pareggio e alle sue accelerazioni devastanti sia a destra che a sinistra che fanno ammattire la retroguardia rossonera. (41’ st Cantore sv).


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.