19 Gennaio 2021

Florentia – Juventus Serie A Femminile: Caruso e Girelli la ribaltano in tre minuti

Le bianconere opache, toscane avanti con la Wagner

Le più lette

Torinese Under 16: Dalla solidità difensiva allo strapotere offensivo, tutti gli assi di Giuseppe Ussia

La Torinese è rinata da poco ma non si può dire che non abbia già le idee chiare. Dalla...

Brescia-Reggiana Primavera 2: Parzajuk e Canciani ribaltano i granata, Rondinelle alla prima vittoria

Al quinto turno di campionato, il primo del 2021 e il terzo per il Brescia, le Rondinelle si sono...

Passirano Under 15, la grinta di Matteo Simonini alla corte di Jacopo Fiore

Dopo l'intervista all'allenatore Jacopo Fiore del Passirano Under 15 (clicca qui per leggerla), ecco la bellissima storia di Matteo...

Grande fatica ma alla fine la Juventus torna a casa con i tre punti dalla trasferta di San Gimignano. La Florentia accarezza l’idea di essere la prima squadra nella storia a fermare per due volte consecutive le bianconere in Serie A che sfuma in tre minuti all’inizio del secondo tempo. Prova comunque non convincente delle ragazze di Rita Guarino dove le Rosansea incappano in un’altra giornata storta e vengono sostituite alla fine del primo tempo. In grande spolvero ancora sia Arianna Caruso, autrice del gol del pareggio, che Valentina Cernoia a cui riesce quasi tutto. Torna al gol Cristiana Girelli ed anche Lisa Boattin risulta tra le migliori in campo.

Dopo tre minuti di gioco la Juventus va subito vicina al vantaggio: Caruso apre per Boattin che dalla sinistra fa partire un gran cross preciso per Martina Rosucci che tutta solo ‘appoggia’ il pallone alla Friedli. Da segnalare anche una bellissima apertura di Cristiana Girelli per Barbara Bonansea che aggancia e controlla perfettamente ma c’è il superlativo intervento difensivo di Elena Pisani. La Juventus continua ad aumentare la pressione in cerca del vantaggio ma sterilmente visti anche i tre calci d’angoli consecutivi che portano ad un nulla di fatto.

Intanto i tifosi della Florentia si fanno sentire da fuori con cori e tamburi, ma la loro squadra in avanti si vede solo con il tiro dalla distanza di Florin Wagner che viene un po’ goffamente parato da Laura Giuliani in due tempi. La Bonansea schiaccia fuori di testa da due passi da calcio d’angolo e sempre che il primo tempo si possa chiudere sullo 0-0 quando avviene il lampo toscano. Luisa Pugnali riesce a servire la Wagner che fa partire un bel desto al limite dell’area che diventa traiettoria imparabile per la Giuliani.

All’inizio della ripresa la Juve appare un po’ nervosa. Entrano Hurtig e Maria Alves al posto di Rosucci e Bonansea e proprio la brasiliana conquista il calcio di punizione da cui parte l’azione del gol. Batte Cernoia, Arianna Caruso stoppa e controlla al volo nell’area piccola ed insacca in rete la rete del pareggio. Tre minuti più tardi l’episodio chiave: sempre la Cernoia serve la Hurtig in area, che girata di spalle viene atterrata dalla Friedli secondo l’arbitro Lovisan di Padova, anche se la svedese era già in caduta. Cristiana Girelli batte forte e centrali e la Friedli è spiazzata.

Mancano ancora 34 minuti più recupero alla fine della partita ma sostanzialmente non succede più nulla. Una sbavatura dell’altrimenti perfetta Cernoia regala la palla all’ex della partita, Sofia Cantore, il cui cross non viene però intercettato da nessuno.

Non sarà stata certamente la partita migliore della Juve, ma la classifica parla chiaro e questa è l’ottava vittoria in otto giornate di campionato. La Serie A ritorna il fine settimana del 5 e 6 dicembre dove le bianconere saranno impegnate in un’altra trasferta, questa volta più agevole, sul campo del Napoli. Grande tenacia per la Florentia che ha sfiorato un’ennesima impresa; le toscane dall’alto del loro nove punti arrivano alla pausa con relativa tranquillità.

IL TABELLINO

Florentia San Gimignano-Juventus 1-2
RETI (1-0, 1-2): 44′ Wagner (F), 9′ st Caruso (J), 12′ st rig. Girelli (J).
FLORENTIA SAN GIMIGNANO (3-5-1-1): Friedli 6, Ceci 6.5, Dongus 6.5 (45′ st Rodella sv), Pisani 6.5, Bursi 6, Cantore 5.5 (32′ st Nilsson sv), Wagner 7, Re 6.5, Bardin 6 (45′ st Imprezzabile sv), Pugnali 6.5 (25′ st Dahlberg 6), Martinovic 6. A disp. Tampieri, Boglioni, Kuenrath, Anghileri, Bolognini. All. Carobbi 6.5.
JUVENTUS (4-3-3): Giuliani 6, Lundorf Skovsen 6, Hyyrynen 6, Sembrant 6.5, Boattin 7, Rosucci 5.5 (1′ st Maria Alves 6.5), Pedersen 6, Caruso 7, Cernoia 6.5 (45′ st Galli sv), Girelli 6 (36′ st Staskova sv), Bonansea 5.5 (1′ st Hurtig 5.5). A disp. Bacic, Tasselli, Zamanian, Caiazzo, Giordano. All. Guarino 5.
ARBITRO: Lovison di Padova 5.5.
AMMONITE: 25′ Pisani (F), 37′ st Caruso (J).

LE PAGELLE

FLORENTIA SAN GIMIGNANO
ALL. CAROBBI 6.5 Ce l’aveva quasi fatta. La sua Florentia San Gimignano era ad un passo dall’impresa.
FRIEDLI 6 Regala sicurezza alle sue compagne, provoca il rigore che però lascia più di un dubbio.
CECI 6.5 Capitana eccezionale, riesce a infondere sicurezza alla squadra
DONGUS 6.5 Perde qualche pallone, ma quando c’è da difendere è sublime, chiusure ed anticipi perfetti
PISANI 6.5 Salva letteralmente la squadra dal primo gol con la chiusura provvidenziale su Bonansea
BURSI 6 Partita di polmoni, si vede poco nelle azioni che contano ma il suo contributo lo dà sempre.
CANTORE 5.5 Ci si aspettava molto da lei nella partita contro la sua ex squadra, delude e non riesce mai ad incidere.
WAGNER 7 Oltre al gol è la migliore in campo della Florentia e la prima a provare a tirare in porta.
RE 6.5 Si ispira a Cambiasso, ma la centrocampista di Busnago è ancora più forte.
BARDIN 6 Spunti interessanti, ma finisce nell’anonimato della partita.
PUGNALI 6.5 Con caparbietà mantiene il pallone e serve l’assist decisivo. Dal 25′ st DAHLBERG 6 Quando entra ci mette il cuore ma la partita è già spenta.
MARTINOVIC 6 In attacco si fa vedere e cerca di fare quello che può contro la difesa più forte d’Italia, anche se con delle assenze.

JUVENTUS
ALL. GUARINO 5 Continuare a fare giocare la Bonansea in questo momento di difficoltà è inspiegabile, soprattutto con una Maria Alves in forma.
GIULIANI 6 Ordinaria amministrazione anche se in un paio di occasioni non sembra così sicura.
LUNDORF 6 Partita sufficiente ma piccolo passo indietro rispetto al match contro il Sassuolo.
HYYRYNEN 6 Le attaccanti della Florentia non le danno troppo da lavorare ma anche lei non sembra al top.
SEMBRANT 6.5 Guida ancora bene la difesa che si tiene sulle spalle, un paio di aperture panoramiche degne di nota.
BOATTIN 7 Illuminante a tratti ed instancabile sulla fascia, se qualche sua sortita avesse portato a qualcosa di concreto sarebbe stata la migliore in campo.
ROSUCCI 5.5 Si manga il gol dopo tre minuti e non entra mai in partita. Dal 1′ st HURTIG 5.5 Si procura in qualche modo il gol, ma per il resto non fa meglio della Rosucci.
PEDERSEN 6 Senza troppe sbavature, ma lì in mezzo l’assenza di Aurora Galli si è fatta sentire eccome.
CARUSO 7 Ancora decisiva, la facilità e la tecnica con cui aggancia il pallone nell’area piccola è straordinaria.
CERNOIA 6.5 Le riesce quasi tutto in questo periodo, qualche errore in più rispetto alle partite precedenti.
GIRELLI 6 Non la si vede molto, ma dal dischetto non sbaglia e decide il match.
BONANSEA 5.5 È nel suo momento peggiore degli ultimi anni, certo se ritrovasse il gol l’inerzia della sua stagione potrebbe cambiare. Dal 1′ st MARIA ALVES 6.5 Rivitalizza la squadra nel secondo tempo, poi insieme alle compagne sparisce un po’.

 

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli