26 Febbraio 2021

Inter – Fiorentina Serie A Femminile: il siluro di Middag risolve una gara emozionante

Le più lette

Nuova Usmate, cambio di guardia: l’ex Fiorentina Paolo Monelli è il nuovo Responsabile dell’Attività di Base

Con un comunicato ufficiale, nelle ultime ore la Nuova Usmate ha dato avvio alla collaborazione con Paolo Monelli, ex...

Don Bosco Cesano Maderno: tra mille iniziative spicca il “Carnevale in campo”

Tornare a calciare il pallone travestiti come il proprio personaggio preferito: si potrebbe riassumere così la bella iniziativa del...

Terza Categoria, la rifondazione del Lagnasco per arrivare in alto

Quando si tocca il fondo si può soltanto risalire, recita il detto. Un modo di dire che è stato...

L’Inter di Attilio Sorbi non riesce a uscire dal tunnel di sconfitte in cui si è infilata, perdendo la terza gara consecutiva contro un’ottima Fiorentina. Per le nerazzurre la partita si mette subito bene, ma alla distanza, la classe e l’esperienza della Sabatino e la perla di Middag risolvono la pratica. Il risultato è una partita bella, in cui, alla fine, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto.

Le ragazze di Sorbi, dopo le sconfitte contro Florentia e Juventus, partono subito fortissimo. Dopo appena 30 secondi le nerazzurre, che in due precedenti con la Fiorentina non avevano mai segnato, passano subito in vantaggio. Sul tracciante di Pandini, Gloria Marinelli sfrutta il clamoroso liscio di Thorgensen e infila sul secondo palo l’ex Schroffenegger. Il 4-3-3 nerazzurro imbriglia inizialmente le ragazze di Cincotta, che non riescono mai a trovare la Sabatino, su cui fanno ottima guardia Kathellen e Auvinen. La partita è viva, i ritmi sono alti, ma le occasioni latitano. Al 17’ la Marinelli sfiora la doppietta, mentre al 26’ la Fiorentina pareggia con Adami. Il tiro della capitana non è irresistibile, ma Marchitelli – miracolosa in avvio su Baldi – sbaglia la presa e la palla va in rete. L’Inter non si scompone e sfiora il vantaggio in più occasioni, ma Tarenzi e ancora Marinelli vengono disinnescate dall’ottima Schroffenegger. Anche Mauro avrebbe un’occasione per segnare, ma, complice una giornata storta, non trova il tempo giusto per calciare in porta. Un bel primo tempo termina 1-1, ma le emozioni vere arriveranno solo nella mezz’ora finale dei secondi 45 minuti.

Nella ripresa le nerazzurre partono meglio, ma, alla lunga Middag e Vigilucci prendono le misure al centrocampo di Sorbi e la Fiorentina cresce. Le occasioni non sono molte, ma verso la metà del secondo tempo la partita si infuoca. Al 18′ la Sabatino, fin lì poco presente, d’esperienza, si guadagna un rigore per fallo di Kathellen. Dal dischetto la numero 9 non perdona e realizza il decimo centro stagionale, completando la rimonta della Fiorentina. L’Inter non molla e, anche se in maniera confusionaria, si mette subito alla ricerca del pareggio. Sorbi inserisce Moller per una spenta Mauro, passando a un 4-4-2 molto offensivo. Al 33’ la spinta delle padrone di casa si trasforma nel 2-2. La Marinelli, con un gran tocco, libera sul filo del fuorigioco Tarenzi, che non perdona. Sembra il momento giusto per affondare e completare la rimonta, ma è della Fiorentina la zampata finale. Ancora la Sabatino, al 39’, lavora un gran pallone e serve Middag che, dai 25 metri, spara un siluro che bacia la traversa e va in gol, lasciando di stucco Marchitelli. Nel finale l’assedio nerazzurro non genera occasioni e anche l’ultimo tiro della Marinelli viene respinto dalla difesa viola. Il 3-2 finale, che mantiene la Fiorentina al quinto posto, mentre l’Inter non si smuove dal fondo della classifica, restando all’ottavo posto. Le tre sconfitte consecutive suonano come un grande campanello d’allarme.

IL TABELLINO

INTER-FIORENTINA 2-3
RETI:
1′ Marinelli (I), 26′ Adami (F), 18′ st Sabatino (R), 33′ st Tarenzi (I), 39′ st Middag (F).

INTER (4-3-3): Marchitelli 5.5; Merlo 5.5, Auvinen 6.5, Kathellen 6, Bartonova 6; Alborghetti 6, Simonetti 6.5 (39′ st Catelli sv), Pandini 6 (34′ st Brustia sv), Tarenzi 6.5, Mauro 5.5 (24′ st Moller 5.5), Marinelli 7. A disp.: Aprile, Baresi, Debever, Pavan, Vergani, Rincón. All.: Sorbi 6.

FIORENTINA (4-3-3): Schroffenegger 6.5; Thorgersen 5.5, Quinn 7, Tortelli 6, Zanoli 6.5 (10′ st Cordia 6); Adami 6.5, Middag 8, Vigilucci 7; Kim 5.5, Sabatino 7.5, Baldi 6.5 (36′ st Monnecchi sv). A disp.: Öhrström, Tinti, Clelland, Pastifieri, Santini, Bartolini, Mani. All.: Cincotta 7.
ARBITRO: Carrione di Castellammare di Stabia 6.

LE PAGELLE

INTER
Marchitelli 5.5: miracolosa su Baldi, ma l’errore su Adami è da matita rossissima.
Merlo 5.5: sbaglia molti, troppi appoggi. Nel primo tempo è spesso libera, ma non azzecca mai la misura del cross. Incappa in una partita poco lucida.
Auvinen 6.5: dietro non soffre mai, comandando la difesa con sicurezza. Non ha colpe sui gol.
Kathellen 6: gioca una buona partita, macchiata dal rigore – generoso – che causa sulla Sabatino. Peccato, perché si era districata bene contro una giocatrice forte.
Bartonova: 6: controlla alla grande Kim, ma è troppo timida in avanti. Potrebbe aiutare di più la Marinelli.
Alborghetti 6: nel primo tempo comanda, proponendosi spesso anche in avanti. Nella ripresa cala, sparendo dal gioco.
Simonetti 6.5: gioca 45 minuti di altissimo livello e anche nella ripresa è tra le ultime ad arrendersi. Fino al cambio. (39’ st Catelli sv).
Pandini 6: stupendo l’assist per Marinelli, ma la sua carica si esaurisce troppo presto. (34’ st Brustia sv).
Tarenzi 6.5: lotta da sola contro la difesa viola. Nel primo tempo di va vicina, nel secondo colpisce, ma purtroppo non basta.
Mauro 5.5: la peggiore in campo. Non vede mai il pallone e lascia Tarenzi troppo sola. (24’ st Moller 5.5).
Marinelli 7: segna subito, sbaglia qualche gol, ma mette lo zampino anche sul 2-2. Più di così era difficile. Finisce senza energie.
Sorbi 6: la terza sconfitta consecutiva non ci voleva, anche perché le sue ragazze lottano fino all’ultimo e raccolgono meno di quanto avrebbero meritato.

FIORENTINA
Schroffenegger 6.5: decisiva su Tarenzi nel primo tempo. Decisa e convinta nelle uscite.
Thorgersen 5.5: pronti, via e liscia il pallone, regalando l’1-0 alle nerazzurre. Migliora, ma non si vede mai.
Quinn 7: la Mauro se la sognerà anche di notte. Non fa vedere palla alla numero 29 nerazzurra.
Tortelli 6: soffre un po’ la Tarenzi e sul pareggio non è impeccabile, sbagliando l’allineamento con le compagne.
Zanoli 6.5: parte in sordina, ma nella crescita della Fiorentina c’è molto di suo. Spinge con costanza nei secondi 45 minuti. (10’ st Cordia sv).
Adami 6.5: sveglia le sue ragazze con il gol del pareggio. Fortunoso, sì, ma poco importa. Capitana vera.
Middag 8: gioca un secondo tempo totale, coronando una grande prestazione con un gol meraviglioso. E decisivo, che bacia la traversa, lasciando di stucco Marchitelli.
Vigilucci 7: nel primo tempo fatica a prendere le misure, ma sale in cattedra nei secondi 45 minuti. Guida la riscossa.
Kim 5.5: non si vede mai. Le compagne, soprattutto la Sabatino, la spronano, ma non è giornata. E non supera mai la Bartonova.
Sabatino 7.5: non gioca una partita appariscente, ma, alla fine conta il tabellino. Un gol – il decimo in campionato – su rigore che si procura e un assist. Determinante.
Baldi 6.5: nel primo tempo è l’unica a provarci, ma una grande Marchitelli le nega il gol. Sempre viva. (36’ st Monnecchi sv).
Cincotta 7: la vince di nervi e di grinta. Un ottimo regalo delle sue ragazze per il rientro in panchina.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli