12 Maggio 2021

Juventus – Fiorentina Finale Supercoppa Italiana: Bonansea show e trionfo bianconero

È la seconda Supercoppa di fila per le ragazze di Rita Guarino trascinate anche da una strepitosa Lisa Boattin

Le più lette

Nichelino Hesperia: Nicola Sgueglia dà fiducia ai tecnici, confermati Francesco Bonasera, Luigi Munno e Domenico Giangreco

Quasi tutto pronto in casa Nichelino per quanto riguarda il parco allenatori. Tra le quattro categorie del Settore giovanile...

Pro Eureka: Marco Miele blinda i fedelissimi

«Abbiamo il piacere di confermare, secondo la nostra tradizione, tutti i nostri allenatori delle giovanili; stiamo ancora facendo alcune...

Union Calcio Basso Pavese Promozione: Michael Joderi ringrazia il club e annuncia la sua nuova destinazione

La scorsa settimana il mondo Union Calcio Basso Pavese ha salutato Michael Joderi, attaccante legato da cinque anni alla...

La Juventus mette in bacheca l’ennesimo trofeo facendo sua la Supercoppa Italiana. Nella finale di Chiavari contro la Fiorentina a deciderla è la sensazionale doppietta di Barbara Bonansea, migliore in campo al pari anche di Lisa Boattin, per distacco il terzino più forte d’Italia e che partita dopo partita continua ad impressionare.

Nulla da fare per la Fiorentina che non entra mai in partita e non riesce a dare seguito all’exploit della semifinale vinta contro il Milan. Per la Juve si tratta della seconda Supercoppa Italiana della sua storia, seconda anche di fila, e sempre contro la Fiorentina. Viola con tante defezioni e bianconere che puntano forte ancora sul tridente Bonansea-Girelli-Hurtig.

Dopo una fase iniziale in cui è la Fiorentina a testare la resistenza della Juventus, dal minuto 15 in poi il match diventa a senso unico. La prima occasione è di Lina Hurtig che semina il panico sulla sinistra poi però Arianna Caruso non riesce nel tap-in e Alice Tortelli se la cava in qualche modo. Poi c’è l’angolo di Caruso con Bonansea che di testa la rimette dentro per la Hurtig che in splendida girata trova la risposta di Schroffenegger. Numero 1 viola che si ripete anche sulla conclusione velenosa di Girelli. La Juve cresce d’intensità e crea tante occasioni, con Gama, Bonansea, Hurtig e Pedersen.

Le Rosansea (Rosucci e Bonansea)
Le Rosansea (Rosucci e Bonansea)

La Fiorentina regge fino al minuto 38, quando Barbara Bonansea parte a testa bassa dalla destra, si beve Zanoli e fa partire un diagonale secco che non da scampo a Schroffenegger.

Per il raddoppio non si devono aspettare nemmeno 10 minuti della ripresa, è ancora la Bonansea a trovare il gol stupendo al volo su respinta di testa della difesa viola. BB11 sceglie la precisione e la mette nell’angolino basso, imparabile per Schroffi.

L’unico lampo viola del match è un cross di Tatiana Bonetti per la testa di Vigilucci che trova però attenta e sicura Laura Giuliani.

La Juve va più volte vicina al terzo gol: gran botta da fuori di Lisa Boattin, ma Schroffi e la traversa le dicono di no. Numero 1 ancora attenta su Yaya Galli liberata al tiro dopo una decisa azione della neoentrata Staskova e Girelli che di testa manda di poco a lato su suggerimento di Cernoia.

Lisa Boattin
Lisa Boattin

IL TABELLINO

RETI: 38′ e 9′ st Bonansea (J)
JUVENTUS (4-3-3): Giuliani 6, Hyyrynen 6.5 (44′ st Lundorf sv), Salvai 6, Gama 6.5, Boattin 8, Galli 7, Pedersen 6, Caruso 6.5 (31′ st Rosucci 6), Hurtig (31′ st Staskova 6.5), Girelli 6.5, Bonansea 9 (26′ st Cernoia 6.5). A disp. Bacic, Zamanian, Maria Alves, Sembrant, Giordano. All. Guarino 7.
FIORENTINA (3-4-3): Schroffenegger 7, Quinn 6, Tortelli 6, Zanoli 5, Thogersen 5.5, Neto, 5 Middag 5 (16′ st Adami 6), Vigilucci 5.5 (31′ st Baldi sv), Kim 5 (26′ st Monnecchi sv), Sabatino 5, Bonetti 6 (26′ st Clelland sv) . A disp. Ohrstrom, Cordia, Jensen, Ripamonti, Mani. All.Melani 6.5
ARBITRO: Marotta di Sapri 6.5.
AMMONITA: Thogersen (F).

PAGELLE

JUVENTUS
All. Guarino 7 La Supercoppa è della Juventus e i meriti vanno anche al coach che questa squadra, con Stefano Braghin, l’ha costruita.
Giuliani 6 Mai chiamata in causa, una finale da spettatrice ma è stato bello rivederla in campo.
Hyyrynen 6.5 Un primo tempo sontuoso per la finlandese che sta diventando ormai insostituibile nelle gerarchie bianconere.
Salvai 6 La Juve corre davvero pochi pericoli. Partita molto tranquilla per la Salvai che sta ritrovando minutaggio e fiducia.
Gama 6.5 La capitana ha poco da fare, ma una bella chiusura delle sue all’inizio e un gol sfiorato ne alzano il livello della prestazione.
Boattin 8 Un’altra prestazione perfetta per il polmone della Juve. È ovunque, sensazionale sia in fase difensiva che offensiva. La Kim aveva creato qualche grattacapo al Milan, ma contro Boattin non c’è stata partita.
Galli 7 Sempre attenta in ogni sua giocata, non butta mai via la palla e anche se negli ultimi metri non è stata protagonista, la sua presenza è sempre fondamentale. Sfiora anche il gol nel finale.
Pedersen 6 Qualche sbavatura in questa partita, ma due partite ravvicinate dopo il lungo stop sono servite da rodaggio.
Caruso 6.5 Non la sua prestazione migliore, ma a 22 anni gioca ormai da veterana. Dal 31′ st Rosucci 6 Appena entrata dialoga bene con Cernoia che per poco non manda in porta.
Hurtig 6.5 Cala un po’ con il passare dei minuti, ma nel primo tempo è una costante spina nel fianco sulla sinistra. Dal 31′ st Staskova 6.5 Ha sempre pochi minuti a disposizione, ma non li butta via e per poco non fa segnare Galli.
Girelli 6.5 Questa volta il gol non arriva, ma quando ha il pallone le viola sembrano sempre nel panico.
Bonansea 9 La decide lei con due sue grandi invenzioni. In ogni azione c’è bisogno di almeno 3 o 4 avversarie per fermarla. Vittoria di squadra, ma vittoria anche del suo estro. Dal 26′ st Cernoia 6.5 In 20 minuti si fa vedere dando nuova linfa davanti e serve anche un assist ottimo per Girelli.

FIORENTINA
All. Melani 6.5 Da condividere con Antonio Cincotta, la Fiorentina di quest’anno sta ottenendo poco, ma questa finale ridà fiducia.
Schroffenegger 7 La migliore delle sue, ottime parate nel primo tempo e nel secondo si supera sulla botta di Boattin. Sui gol di responsabilità ne ha poca.
Quinn 6 Riesce a reggere bene e fa quel che può, l’unica a tentare di bloccare la Bonansea.
Tortelli 6 Parte in realtà benissimo, ma poi si spegne con il passare dei minuti fino a chiudere il match decisamente sottotono.
Zanoli 5 Si fa saltare facilmente dalla Bonansea per il gol che porta in vantaggio le bianconere.
Thogersen 5.5 Una sortita offensiva, ma per il resto non si vede mai.
Neto 5 Prestazione opaca che non rende giustizia alle sue possibilità.
Middag 5 Tutto il centrocampo si immobilizza dopo pochi minuti e lei non è esente da queste colpe. Dal 16′ st Adami 6 Sarà anche complice il fatto che al suo ingresso la Juve aveva già la vittoria in tasca, ma almeno da una sveglia alla sua squadra.
Vigliucci 6 Rispetto alle sue compagne di reparto lei si da un po’ più da fare.
Kim 5 Eroica con il Milan, in questa finale trova la Boattin.
Sabatino 5 Impalpabile in attacco e sbaglia anche qualche facile passaggio.
Bonetti 6 Cuore e orgoglio ce li mette sempre, dai suoi piedi partono gli unici sussulti delle viola.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli