10 Aprile 2021

Independiente Ivrea-Torino Women si dovrà recuperare, niente 0-3 a tavolino

La decisione del Giudice Sportivo attraverso il Comunicato n°54

Le più lette

Brusaporto, Massimiliano Radici non ha dubbi: «Ho parlato con la società, la mia intenzione è quella di restare»

«Ho già parlato con Stefano Turchi, il responsabile del nostro settore giovanile, comunicandogli la mia intenzione di restare. Malgrado...

Milan-Juventus Primavera 1: Da Graca e Garofani consegnano i tre punti ai bianconeri

Tornano i titolari e la Juventus trova i tre punti. La rete del rientrante Marco Cosimo Da Graca consegna...

Uesse Sarnico, confermato Matteo Magri: rimane solamente da stabilire la categoria

Il futuro di Matteo Magri sarà ancora a tinte biancazzurre. Dopo vari incontri e colloqui tra il tecnico e...

La partita tra Independiente Ivrea e Torino Women, valida per la decima giornata del Girone A di Serie C Femminile, e che si sarebbe dovuta disputare domenica 28 febbraio dovrà essere recuperata.

Così ha deciso il Giudice Sportivo attraverso il Comunicato n° 53. A seguito della positività di tre giocatrici dell’Independiente, oltre di due dirigenti e la quarantena forzata per altre 9 tesserati, le eporediesi non si erano presentate all’incontro casalingo contro il Torino Women.

Le granata, che tramite un comunicato societario avevano fatto sapere di non essere stati avvertiti, si erano regolarmente presentate al campo di Bollengo.

Un sospiro di sollievo per l’Independiente che, dopo la partita persa a tavolino contro il Caprera e il conseguente punto di penalizzazione, rischiava di incorrere nella seconda squalifica (alla terza mancata presentazione scatta l’esclusione dal campionato).

Nella decisione del Giudice Sportivo si legge che:rilevato che la società INDEPENDIENTE IVREA faceva pervenire in data 1 marzo 2021 comunicazione attestante che a seguito di controlli, mediante tamponi molecolari, numero tre calciatrici, oltre che numero due dirigenti, aggregati al gruppo della squadra, erano risultate positive. La comunicazione allegava documenti provenienti da strutture sanitarie e dall’A.S.L. TO4 che certificava le positività dei soggetti indicati, con conseguente obbligo di quarantena; quest’ultima, peraltro, riguardanti anche altri componenti del gruppo squadra individuati dalle A.S.L. quali “contatti stretti” con soggetti “positivi“.

E pertanto: ‘rimette gli atti al Dipartimento Calcio Femminile per quanto di competenza al fine della ripetizione della gara medesima‘.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0