7 Marzo 2021

Real Meda – Pro Sesto Serie C Femminile : Pro Sesto straripante, Carlucci stende le ragazze di Reggiani

Le più lette

Desenzano Calvina-Virtus Ciserano Bergamo Serie D: esulta Del Prato grazie a Confalonieri e Del Carro

La Virtus Ciserano Bergamo ci ha preso gusto e, dieci giorni dopo aver espugnato il Ferruccio, si ripete al...

Accademia Milanese Esordienti Misti, Luciano Defronzo racconta la sua vita nella società

Ha iniziato solo da un anno all’interno della stimatissima società Accademia Milanese, ma Luciano Defronzo, allenatore, anzi “istruttore", come...

L’istinto del bomber, episodio 4: la rubrica dedicata ai centravanti del settore giovanile

Ebbene si, siamo ancora qua. Giunge al quarto e ultimo episodio "l'istinto del bomber", la rubrica targata Sprint e...

Vince con un netto 3-0 la Pro Sesto, allenata da mister Ruggeri, al termine di una gara praticamente perfetta sotto tutti i punti di vista. Esce sconfitto il Real Meda, con diverse assenze, ma che non sembra mai essere in grado di giocarsela alla pari con una compagine più organizzata e grintosa. Il match inizia in maniera combattuta, con le due squadre che faticano a trovare la giocata corretta, soprattutto per le buone chiusure offerte da entrambe le difese. Nei primi minuti, però, il Real Meda sembra essere più ispirato e prova continue verticalizzazioni, cercando di affidarsi alle giocate di Zorzetto e Ferrario, senza mai risultare davvero pericolosa. Al minuto 11’, proprio quando la squadra di casa sembra avere il pallino del gioco, Carlucci segna il vantaggio per la Pro Sesto, con un tiro a giro direttamente da corner, che si deposita alle spalle di Pizzi. La rete sembra dare coraggio alla squadra ospite, che inizia a riversarsi in attacco, cercando subito il raddoppio.

real meda pro sesto serie c femminile
Presentazioni squadre

Il Real Meda sembra, invece, subire il colpo e si trova costretta ad arretrare per tenere testa alle avversarie, sempre in anticipo su ogni pallone. Con il passare dei minuti, la Pro Sesto diventa padrona del centrocampo, soprattutto grazie a un’ottima gara di Carducci e Pedrazzani, e inizia a creare vere insidie per la difesa avversaria. Il Real Meda riesce, però, a tenere duro e prova a giocare in contropiede. Sono gli ospiti a risultare di nuovo pericolose, al 46’, con una bella azione personale di Dellacqua, che serve Marasco; il suo tiro viene neutralizzato da Pizzi. Al 47’ la Pro Sesto trova il raddoppio, partendo in contropiede. Possenti riceve palla al limite dell’area, avanza e gonfia la rete con un tiro preciso nell’angolino, dove nessuno può nulla. Il primo tempo si conclude con un doppio vantaggio della squadra ospite, che può ritenersi soddisfatta; il Real Meda deve, invece, provare il tutto per tutto per raddrizzare una partita che rischia di diventare una pesante sconfitta.

Nella ripresa, le ragazze di mister Reggiani partono più grintose, ma la Pro Sesto sembra avere più idee e riesce a sfruttare bene la maggiore velocità delle sue ragazze, riuscendo sempre ad arrivare in area con relativa facilità. Al 15’ la difesa del Real Meda pasticcia su una palla velleitaria in area di rigore; Carlucci sfrutta l’occasione avventandosi sul pallone e segna la doppietta personale e il terzo gol per la sua squadra. Le ragazze di casa provano a cambiare qualcosa e tentano una reazione di orgoglio, che, però, arriva tardi: la Pro Sesto ha preso le giuste misure e il risultato fa giocare le ragazze con tranquillità, senza sbagliare niente. L’azione più pericolosa del Real Meda arriva al 33’, con un’ottima ripartenza di Moroni, che serve la giovanissima Venturi, la quale libera Badiali; la sua conclusione viene deviata e finisce in corner. Il match si conclude con la Pro Sesto in attacco e tre punti assolutamente meritati, per la maggior grinta e le maggiori idee espresse in tutti i 90’. Il Real Meda esce sconfitto e deve sicuramente cercare di metterci maggiore cattiveria, come dice anche Reggiani, perché ha le possibilità di risultare più pericolosa, anche con le difficoltà numeriche.

 

real meda pro sesto serie c femminile

IL TABELLINO

REAL MEDA 0-3 PRO SESTO
RETI: 11’ Carlucci (P), 15’ st Carlucci (P), 47’ Possenti (P).
REAL MEDA (4-4-2): Pizzi, Roma, Beretta, Rovelli (16’ st Gastaldo), Arosio, Campisi (14’ st Venturi), Ragone, Moroni, Molteni (29’ st Mariani), Ferrario (43’ st Lafiosca), Zorzetto (14’ st Badiali), All. Reggiani, Dir. Zaninello. A disp. Ripamonti.
PRO SESTO (4-4-2): Selmi, Nascamani (1’ st Barletta), Melodia, Seveso, Pasquali, Marasco, Carlucci, Pedrazzani (26’ st Ponti), Dell’acqua, Mariani, Possenti (33’ st Sonnessa), All. Ruggeri, Dir. Melodia. A disp. Comizzoli, Polloni, Ettori, Pignata, Spinelli, Castelli.
ARBITRO: Piccoli di Mestre 6 Gestisce la gara con attenzione.
ASSISTENTI: Fantini di Busto Arsizio, Corbetta di Como.

LE PAGELLE

REAL MEDA

Pizzi 6 Imprecisa in alcune occasioni, ma chiude bene la porta in altre.
Roma 5 Sempre in ritardo, non riesce a contenere la velocità delle avversarie.
Beretta 5.5 Fatica a chiudere le avversarie. Perde molti duelli e fatica a livello difensivo.
Arosio 5.5 Imprecisa e in difficoltà nel primo tempo, cresce notevolmente nel secondo, con buone giocate.
Ferrario 6.5 L’unica davvero pericolosa delle sue è però poco accompagnata nelle azioni. Ci prova da tutte le parti del campo. (43’ st Lafiosca sv)
Molteni 5.5 Non si può dire che non ci provi, ma non ci mette abbastanza grinta per riuscire nelle giocate. (29’ st Mariani 6 Entra quando la partita è già andata, ma prova a lasciare la sua impronta)
Rovelli 6 Compie alcune chiusure fondamentali. (16’ st Gastaldo 5.5 Troppe disattenzioni che possono essere fatali, entra in una situazione non facile.)
Campisi 5.5 Non riesce a tenere il pallone incollato ai piedi e questo la porta a far fatica nelle zone calde del campo. (14’ st Venturi 6.5 Sarà anche la più piccola, ma entra con una grinta superiore a tutte: corre, dribbla, insomma, ci crede fino in fondo.)
Moroni 6 Fantasma nel primo tempo, la migliore nel secondo. Ha i numeri per fare molto bene.
Ragone 6 La cattiveria agonistica non le manca, ma a centrocampo può poco contro avversarie indiavolate.
Zorzetto 6.5 Sufficienza piena per la grinta che la contraddistingue in tutti i minuti che gioca: sgomita, apre il gioco, lotta su ogni pallone; ci prova. (14’ st Badiali 5.5 Mai davvero in partita, ma da lei parte l’unico tiro davvero pericoloso.)
All. Reggiani 6.5 La squadra soffre la mancanza di alcune ragazze, ma sicuramente ci vuole più grinta. La base c’è, ora bisogna crederci davvero.

PRO SESTO

Selmi 6 Mai davvero chiamata in causa, ma attenta per tutta la partita.
Nascamani 6.5 Le sue ripartenze fanno male, precisa in chiusura dove sbaglia poco o nulla. (1’ st Barletta 6 Fa il suo compito senza sbavature.)
Dell’acqua 6 Senza infamia e senza lode. Sbaglia poco o nulla.
Melodia 6.5 Chiude sempre in maniera perfetta e pulita e legge bene situazioni non facili.
Seveso 6.5 Come la compagna sopra riportata, mai una sbavatura. Perfetta in fase difensiva dove sa sempre farsi valere.
Pasquali 6.5 Non è la giocatrice che si nota maggiormente, ma gioca con grande personalità, mettendo in difficoltà le avversarie.
Pedrazzani 7.5 Un match in crescendo, pericolosa sotto tutti i punti di vista. Palla al piede, non sanno come fermarla. (26’ st Ponti 6 Precisa e pulita nella gestione del pallone.)
Carlucci 8 Avrà solo 18 anni, ma è il gigante della partita: sempre in anticipo, grintosa, ricca di iniziative e padrona del centrocampo; la doppietta è il coronamento della vera partita perfetta. Solo applausi.
Mariani 7 Lotta su ogni pallone come se fosse quello della vita e non arretra mai di un centimetro.
Marasco 6.5 Un’araba fenice, parte sottotono e risorge poi dalle sue ceneri, giocando un secondo tempo di grande spessore.
Possenti 7 Il gol è la ciliegina sulla torta di una prestazione di carattere, anche se, in alcuni occasioni, è troppo impulsiva. (33’ st Sonnessa sv)
All. Ruggeri 7.5 Le sue ragazze entrano in campo con una marcia in più, senza compiere errori e giocando sempre in anticipo. Ora la sfida è continuare su questi livelli, ma le basi ci sono e sembrano davvero solide.

real meda pro sesto serie c femminile migliore in campo
Carlucci, n.8 della Pro Sesto, migliore in campo con una doppietta

LE INTERVISTE

Mister Reggiani, allenatore Real Meda:
«Sono sicuramente state più brave loro, erano più organizzate e, soprattutto, più cattive. Avremmo dovuto metterci qualcosa in più e quel qualcosa è arrivato tardi. Non abbiamo rimpianti sul primo gol, che può capitare, ma il secondo gol è stato pesante e frutto di un nostro errore. C’è molto da migliorare, soprattutto nella cattiveria, dobbiamo mettercene di più e in tutta la gara, e, in particolare, negli ultimi 20 metri, dove oggi è ampiamente mancata e dove fatichiamo maggiormente. Abbiamo sicuramente avuto delle difficoltà numeriche, ma la cattiveria agonistica va messa a prescindere, anche se si fosse in 11 contate. Sono contento, però, dell’esordio delle due allieve Venturi e Mariani, che al loro ingresso hanno disputato davvero una bella partita; di questo sono soddisfatto».

Mister Ruggeri, allenatore pro Sesto:
«Sono molto contento per come è andata questa partita e come hanno giocato le ragazze. Era una partita molto complessa, contro una squadra che subisce pochissimi gol e oggi siamo riusciti a farne 3. Le ragazze sono state molto brave, siamo riusciti a giocare come volevamo per tutti i minuti di gioco. Sicuramente ci sono cose da migliorare, come l’incisività in area ed è necessario imparare a non correre a vuoto, come facciamo a volte, perché fa solamente stancare. Oggi, però, devo dire che non ho incontrato difetti, abbiamo disputato praticamente la partita perfetta».

 


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli