venerdì, 10 Aprile 2020

Serie C, lombarde di altra categoria: bilancio positivo fino ad ora

Le più lette

Valerio Doria: il Biondo che non passa mai di moda

Palmares: 5 campionati di Prima Categoria, un campionato di Promozione e una coppa Italia di Promozione. Ecco come presentare...

Nova Montello Under 14, Davide Finardi racconta la storia della Cenerentola bergamasca

La Nova Montello è una delle note liete del calcio giovanile bergamasco di questa stagione. L'Under 15 ha disputato...

Under 15 Élite: a tu per tu con Beniamino Calderoli, tecnico dell’Alcione

Il nuovo format dell’Under 15 Élite. Andiamo a conoscere meglio gli allenatori delle squadre di questa stagione di entrambi...

In Serie C per questa weekend le squadre lombarde potranno prendersi un meritato riposo. Un cammino quello fatto sin qui davvero entusiasmante e, in alcuni casi anche sopra le aspettative. Oramai, entrate nel vivo della stagione, si può tranquillamente affermare come la corsa verso alla Serie B sia un qualcosa di esclusivamente marca comasca. La squadra di Pablo Wergifker, di fatti, comanda saldamente e senza affanni la classifica: 45 punti in 17 giornate, costellati da un cammino pressoché netto con solamente due sconfitte raccolte per strada. Una vera e propria corazzata che ha dimostrato di sentirsi come un pesce fuor d’acqua: la squadra comasca merita, per quello fatto vedere in campo, palcoscenici molto più importanti. Come detto in precedenza, un meritato riposo per le lombarde visto che oltre al Como a disputare un campionato di alto livello è anche il Real Meda che insegue a quota 39. Una distanza che, vista freddamente la classifica, non sembra incolmabile. Ma recuperare sei punti alla squadra comasca sembra essere un’impresa decisamente complicata malgrado i 9 turni che mancano al termine del campionato. Un cammino, però, quello fatto dalle bianconere sin qui convincenti e che testimonia a pieno come il calcio a femminile sia di casa a Meda e che la città Brianzola sia davvero all’avanguardia in questo campionato. Altro fiore all’occhiello del calcio femminile lombardo sono le Azalee di Dolores Prestfilippo che, con i loro 35 punti fin qui conquistati sono a ridosso delle primissime della classe. Un exploit quello della formazione varesina che non si può considerare una sorpresa, visto che sono anni che nel calcio varesino hanno assunto un ruolo di prestigio all’interno del movimento femminile. Ma chi forse in questa stagione ha raggiunto la piena maturazione all’interno del movimento femminile è la Speranza Agrate di Danilo Brambilla. Una matricola che si potrebbe definire “terribile” che al suo primo anno di Serie C se l’è giocata, sin qui, alla pari con praticamente tutti. È stata l’unica assieme al Torino a sconfiggere la corazzata Como, e con i 33 punti conquistati la squadra monzese sta scrivendo una grande pagina nella storia di una società che sono ben 15 anni attiva nel calcio femminile e che solo in questi ultimi anni sta raccogliendo i frutti del proprio lavoro. Chi invece tra le lombarde, forse, sta un po’ deludendo le aspettative è la Voluntas Osio, una storica piazza del calcio femminile lombardo. In questa stagione sta vivendo momenti di difficoltà come testimoniano le sole quattro vittorie raccolte sin qui in campionato. Certo il tempo per invertire un trend non ottimale c’è tutto, però se non si vuole incorrere in qualche pericolo deve essere qualcosa da fare alla svelta.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy