25 Giugno 2021

L’Under 15 Femminile dell’Aosta511: le giovanissime calciatrici di Wildo Ghidoni

«Con le tante nuove calciatrici arrivate quest'anno, i nostri piani guardato ad un progetto a lungo termine»

Le più lette

CBS-Vanchiglia Under 14: All Stars, Pietro Dario dà spettacolo, i rossoneri avanzano ai quarti

Spettacolo tra CBS e Vanchiglia, con i rossoneri che avanzano al turno successivo del torneo grazie ad una prestazione...

Cuneo Olmo, confermato Michele Magliano sulla panchina bianco-rossa

Dopo le prime novità, è giunto il tempo delle conferme in casa Cuneo Olmo: con un annuncio sui canali...

NibionnOggiono Serie D, ufficiale: gli associati dicono basta, la storia finisce qui

Era ormai una notizia che era nell'aria da diverse settimane e nel pomeriggio odierno è arrivata l'ufficialità: il NibionnOggiono...

È un ambiente in cui si cresce insieme e non si lascia indietro nessuno quello dell’Aosta511 del Presidente Gianluca Fea, una porta aperta per tutte quelle piccole ragazze che sognano di indossare i tacchetti.
La squadra dell’Under 15, impegnata nel campionato regionale, è affidata alla guida del tecnico Wildo Ghidoni, approdato solo quest’anno nel mondo del calcio femminile: «Questa è la mia primissima esperienza nel femminile. Seguo le squadre principali, quelle più conosciute, e mi sento di dire che si tratta di movimento in crescita, che sta prendendo sempre più piede». L’inizio di una nuova avventura, però, non interessa solo l’allenatore: anche la maggior parte delle calciatrici è alle prese con la prima esperienza con il pallone tra i piedi. L’Aosta511 si è dimostrata una validissima palestra per queste giovani atlete, che hanno iniziato a mettere in gioco le proprie qualità: «Le calciatrici stanno crescendo e alcune di loro, quelle più indietro, lavorano a parte con un secondo allenatore così da fare un percorso graduale». Ecco il punto di forza e unione della squadra del tecnico Ghidoni: prestare le dovute attenzioni ad ogni singola giocatrice, seguirle costantemente e favorire la loro passione per il calcio. Una squadra alle prime armi quella dell’Under15 ma che si caratterizza per la grinta che investe in campo: «Abbiamo disputato solo due partite, entrambe perse, ma c’è da dire che la prima è stata contro la Juventus, un avversario di manifesta superiorità. Siamo stati soddisfatti della prestazione perché era la primissima partita per la maggior parte delle nostre ragazze. Hanno dato l’anima in campo e tentato di replicare quanto fatto durante gli allenamenti».

La rosa a disposizione del tecnico:
Naima Ghinelli, Classe 2006. È l’estremo difensore della squadra, una sicurezza tra i pali e sempre pronta a guidare nel migliore dei modi la retroguardia.
Sara Bordet, Classe 2008. Grande crescita in un solo anno per questo difensore, che si allena costantemente sia sulla sponda destra che sinistra così da non lasciare nulla al caso ed essere in grado di cambiare fascia agilmente. La volontà di lavorare ed essere sempre presente fanno di lei una vera atleta.
Sara Branche, Classe 2007. È la sua prima esperienza nel mondo del calcio ma già dimostra ottimi miglioramenti: impostata nel ruolo di difensore, è cresciuta tanto tecnicamente ed ha sviluppato un sano spirito agonistico.
Aurora D’Asta, Classe 2007. È anche lei una calciatrice alle prime armi, ha iniziato a giocare a calcio solo quest’anno. La determinazione e il desiderio di crescere fanno di lei un difensore centrale con ampissimi margini di miglioramento.
Eleonora De Gattis, Classe 2007. Centrocampista alimentata a pile inesauribili, una volta inserita la marcia difficilmente qualcuno riesce a fermarla.
Giulia De Col, Classe 2007. Centrocampista con tecnica da vendere, manca solo un ultimo piccolo passo per fare di lei una calciatrice a tutto tondo.
Sofia Ferraris, Classe 2006. Il jolly della squadra: dà spettacolo in campo sia in veste di centrocampista che di attaccante.
Letizia Gal, Classe 2006. Un nuovo rinforzo per la squadra, attaccante dalla tanta tecnica e tenacia. Il suo segreto? Ascolta attentamente ogni consiglio e direttiva.
Sharon Giuliano, Classe 2008. Anche lei tra le novellini della rosa, ha tutte le carte in tavola per diventare un ottimo difensore centrale. Corre come un motorino e non risparmia l’impegno.
Morgana Margot, Classe 2006. Il secondo jolly a disposizione del tecnico: una sicurezza sia a centrocampo che in difesa grazie alla precisa tecnica che la contraddistingue. Se a questo si aggiunge corsa e determinazione, la stoffa è quella giusta per percorrere tanta strada.
Giulia Folletto, Classe 2006. È perfetta nel ruolo di centrocampista centrale e possiede un’ottima visione di gioco.
Celeste Mestieri, Classe 2007. Ha iniziato a giocare in quest’anno sfortunato, ciò basterebbe per fare comprendere la sua passione e la sua grinta. Miglioramenti a vista d’occhio per questa centrocampista, complice anche un’invidiabile resistenza fisica. Dinamicità e coordinazione si aggiungono alla lista delle numerose qualità.
Denise Mustacchio, Classe 2007. Un’altra calciatrice alle prime armi, anche lei ha sulle gambe pochi mesi di attività ma si faticherebbe a dirlo: cresce a vista d’occhio. Sarebbe l’ideale nel ruolo di centrocampista.
Valentina Pontiggia, Classe 2007. È un difensore con tanta determinazione e tenacia. Impeccabile nelle chiusure.
Giulia Vittori, Classe 2006. Ancora un jolly, sfruttabile sia in attacco che a centrocampo. Grinta e corsa sono i suoi cavalli di battaglia.
Aurora Vuillermoz, Classe 2007. Ha iniziato a giocare a calcio da pochi mesi, le sue doti la suggeriscono perfetta a centrocampo o in difesa. Nonostante qualche normale difficoltà iniziale, gli allenamenti iniziano a produrre i propri frutti.
Kristel Zorzato, Classe 2007. Attaccante centrale, ha trascorso una vita a giocare con i maschietti. Il calcio lo mastica più che bene.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli