venerdì, 29 Maggio 2020

Andrea Marconi, dal Milan al Como vincendo di qua e di là, fino alla D con la Folgore Caratese

Le più lette

Aldini Under 17: alla scoperta di Ivan Bresciani, tecnico esperto e ambizioso dei biancorossoblù

Torniamo in casa Aldini, questa volta per conoscere meglio il tecnico dell'Under 17. Si tratta di Ivan Bresciani, giovane...

Serie D, 31 club fondano il Gruppo ‘Salviamoci’ e diffidano FIGC e LND

Le linee guida emanate venerdì dalla LND non potevano che creare diversi malumori. La risposta dei club 'condannati' all'Eccellenza...

Centro Schiaffino e Palazzolo, unione di intenti: ecco il comunicato ufficiale congiunto

Centro Schiaffino e Palazzolo uniscono le forze in una nuova collaborazione. Ecco il comunicato ufficiale dei due club che...

Andrea Marconi ha vissuto la sua carriera fra Serie C, divisa fra C1 e C2, e Serie B. Da 3 anni a questa parte è a Carate come terzino e capitano della Folgore di Emilio Longo. Cresciuto nelle giovanili del Milan, con cui ha giocato nella Beretti e nella Primavera. L’esordio in una prima squara arriva al Pergocrema in D, ma ecco subito arrivare la vittoria in campionato, la prima di tante, grazie alla differenza reti e la promozione nei professionisti. A Crema arriva anche la vittoria della C2, ancora una volta grazie alla miglior differenza reti, grazie anche alla guida dalla panchina di Beppe Sannino, che l’anno prima a Lecco aveva centrato lo stesso obiettivo, proprio ai danni del Pergocrema, che ora porta il nome di Pergolettese. Ma come in quasi tutte le storie c’è un momento di difficoltà e per Marconi arriva quando il legamento del ginocchio fa crack. Il classe 1985 non demorde e riparte dalla Pro Vercelli, ed ecco arrivare un altro campionato. E con la maglia dei piemontesi arriva fino alla Serie B, dove però fatica a trovare continuità e quindi opta per andare in prestito a Venezia per un doppio salto all’indietro in C2, che qualche mese dopo i lagunari vincono. Ritorno alla Pro, intanto retrocessa in C1 e altra promozione in B. Ma ancora una volta solo 6 mesi nella seconda categoria italiana e l’approdo al Como. Sulle rive del lago altro titolo di Serie C e promozione in B. Questa volta con i Lariani disputa la B in una stagione maledetta, ma che gli permette di giocare con Scuffet e Bessa, aggiungendoli a Barella Tiribocchi incontrati negli anni precedenti. Retrocessione immediata e primi problemi societari che condizionano pesantemente anche la stagione successiva, portata comunque a termine. Senza contratto, Marconi torna alle origini, cioè in Serie D e sceglie il progetto Folgore Caratese. Alla terza stagione in maglia biancazzurra gli obiettivi sono tutti alla portata, Coronavirus permettendo, visto il quinto posto e un piede in finale di Coppa. Alla soglia dei 35, che compirà il 24 maggio, il momento del ritiro sembra ancora lontano molti chilometri, quelli che Andrea spera ancora di percorrere sulla fascia di competenza, visto l’arretramento a terzino con lo scorrere della carriera, e molto probabilmente con la maglia della Folgore Caratese ancora addosso.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy