12 Giugno 2021

Arconatese-Sestri Levante Serie D: con Selvatico e Marianelli i liguri continuano a sognare, agli oroblù non basta un super Pastore

Le più lette

Monza-Cremonese Under 17: tris brianzolo, Parietti, Castaldo e Cereghini stendono i grigiorossi

La quarta giornata di ritorno tra Monza e Cremonese termina con il risultato finale di 3-0 in favore dei...

Accademia Calcio Bergamo: super terzo posto alle Final Eight per lo scudetto di calcio a 5

La magnifica cavalcata dell'Accademia Calcio Bergamo nel mondo del calcio a 5, consegna alle ragazze del Presidente Luca Gatti...

Sant’Angelo Eccellenza: Balzano e Gaeli guideranno la società anche la prossima stagione

La sconfitta subita mercoledì sul campo dell'Alcione, che ha complicato il cammino verso la promozione della squadra di Domenicali,...

Da una parte chi vuole definitivamente lasciarsi alle spalle lo spettro delle sabbie mobili, dall’altra chi vuole cercare a tutti i costi di mantenere un posto sul treno playoff: ecco gli ingredienti di Arconatese-Sestri Levante. A portare a casa la piena posta in palio è la formazione di Ruvo, che si impone sugli oroblù per 4-2 e mette in saccoccia tre punti pesanti in chiave post season. Se nel primo tempo l’approccio migliore è sembrato quello della formazione di Livieri, nella ripresa il Sestri ha messo in campo tutta la fame, trovando tre dei 4 gol realizzati. Selvatico e Marianelli con due doppiette regalano la piena posta in palio a Ruvo, che ora vede sempre più vicini i playoff e dimostra che il suo Sestri è tutto fuorché un fuoco di paglia, mentre a Livieri non bastano i rigori realizzati da Pastore e Santonocito. Arconatese che dovrà rimboccarsi le maniche, per mettere in cassaforte la definitiva salvezza.

Selvatico gelido dal dischetto. Arconatese che in avvio primo tempo prova a rendersi insidiosa prima con la conclusione di Gobbi, con la sfera che termina in angolo; proprio sugli sviluppi di quest’ultimo c’è l’interessante incornata di Menegazzo, ma è un nulla di fatto per gli oroblù. Sestri che si fa vedere con i lanci precisi di Marianelli in direzione Buso, Bianchi fa sempre buona guardia contenendo al meglio il numero 10 rossoblù. Al 10′ parabola perfetta di Cavalli, Marquez di testa non ci arriva per un nonnulla. Arconatese che a metà prima frazione continua a spingere sull’acceleratore trascinata dalle intuizione di Romeo che prova diverse soluzioni alternative: innesca Menegazzo, Gobbi e anche lo stesso Foglio, ma in fase di concretizzazione gli oroblù peccano un po’ in precisione. Al 25′ si fanno vedere i liguri con Buso che trova la sovrapposizione con Marquez , ma il numero 10 non inquadra lo specchio della porta. Brividi a tinte rossoblù alla mezz’ora quando Selvatico da centrocampo prova la sassata, la sfera non si abbassa a dovere e si spegne di pochissimo sopra la traversa. Al 31′ Buso con astuzia cade, dopo essere stato leggermente toccato da Ientile (presumibilmente fuori area), il fischietto di Molfetta assegna il penalty: sul dischetto si presenta Selvatico che segna il vantaggio, nonostante Alio fosse riuscito a toccare la sfera. A 5′ dal duplice fischio il Sestri va vicino al raddoppio con Buffo e Marianelli, ma è provvidenziale l’intervento di capitan Ientile che salva sulla linea. Pochi istanti dopo Buso innesca Marquez, ma Alio para la sassata da fuori in due tempi. Al 45′ Gobbi non riesce a proseguire e Livieri è costretto al primo cambio, dentro Pastore.

Gol a valanga, Marianelli show. Solo al 2′ di gioco ecco il secondo calcio di rigore, questa volta a favore dell”Arconatese, dopo una mischia in area e un leggero contatto su Pastore: dal dischetto si presenta lo stesso Pastore che è gelido e con un penalty calciato in maniera egregia realizza l’1-1. Arconatese che sembra aver ingranato nuovamente la marcia giusta e continua a pressare alto l’avversario sfruttando la velocità di Pavesi e Coulibaly e l’impostazione di gioco data da Vecchierelli; oroblù che però si perdono ancora solo negli ultimi centimetri. Al quarto d’ora doppia occasionissima per la squadra di Livieri con Pastore che sfiora la doppietta personale, ma non riesce a incornare a dovere, e pochi istanti dopo con Pavesi che però viene anticipato da Salvalaggio. La legge più vecchia del calcio recita gol sbagliato gol subito, e al 18′ Selvatico trova una rete clamorosa da fuori area che riporta il Sestri Levante in vantaggio. Dopo aver subito il gol del 2-1, Livieri si gioca il tutto per tutto e nel giro di 5 minuti effettua tutte e quattro le sostituzioni a disposizione. Sestri Levante che non demorde e con una bellissima giocata di Buso, supportato da Sakaj, innesca Marianelli che cala il tris agli oroblù. Un Sakaj in grandissimo rispolvero va vicino al poker, ma non inquadra alla perfezione lo specchio e la sfera si spegne sul fondo. Al 37′ arriva un altro calcio di rigore in favore della formazione di Livieri: trattenuta su Santonocito che dagli 11 metri è gelido e accorcia le distanze portando i suoi sul 3-2. La “festa” dura poco per l’Arconatese, 4′ di gioco dopo Marianelli trova il 4-2: mischia in area, il numero 11 rossoblù resiste alla chiusura di Bianchi e insacca. Al triplice fischio il Sestri gioisce e resta in scia dei playoff, mentre l’Arconatese dovrà rimboccarsi le maniche.

IL TABELLINO

ARCONATESE-SESTRI LEVANTE 2-4
RETI: 32′ rig. Selvatico (S), 2′ st rig. Pastore (A), 18′ st Selvatico (S), 32′ st Marianelli (S), 37′ st rig. Santonocito (A), 41′ st Marianelli (S).

ARCONATESE (3-5-2): Alio 5.5, Giovane 6, Ientile 6.5, Vecchierelli 6, Bianchi 6.5, Romeo 5.5 (20′ st Santonocito 6.5), Menegazzo 5, Foglio 6 (23′ st Veroni 5.5), Gobbi 6 (46′ Pastore 7), Coulibaly 6 (20′ st Principi 6), Pavesi 5.5 (26′ st Marra 5.5). A disp. Botti, Tumino, Serafini, Gatelli. All. Livieri 5.5.
SESTRI LEVANTE (4-4-2): Salvalaggio 6.5, Cavalli 6.5, Grea 6.5, Pane 7, Chella 6, Selvatico 7.5, Buffo 5.5 (1′ st Sakaj 6.5), Ferretti 6, Marquez 6 (48′ st Parlanti sv), Buso 7 (45′ st Cuneo sv), Marianelli 7 (48′ st Marrale sv). A disp. Distasio, Bianchi, Zanoli, Scarlino, Iurato. All. Ruvo 7.5.
ARBITRO: Di Reda di Molfetta 6.
ASSISTENTI: Di Bartolomeo di Campobasso e Siracusano di Sulmona.
AMMONITI: Romeo (A), Ientile (A), Foglio (A), Sakaj (S), Selvatico (S)

LE PAGELLE

ARCONATESE
Alio 5.5 Sul rigore realizzato da Selvatico ci arriva, ma non riesce a trattenere il tiro potente; è indubbio che sugli altri tre gol subiti poteva e doveva fare qualcosa di più. Certo, compie interventi importanti, ma resta il fatto che 4 gol incassati sono tanti.
Giovane 6 Ha la capacità di riuscire a frenare un giocatore come Buso in più di un’occasione. Prova anche a dare profondità ai suoi, commette qualche sbavatura ma è bravo nel porvi rimedio. Un classe 2001 che sa il fatto suo.
Ientile 6.5 Quel tocco su Buso che vale il rigore pesa come un macigno, vero. Tutto sommato mette in scena la prestazione di un vero leader, trascinando i suoi fino al triplice fischio. Galoppa sulla sinistra e l’intesa con Foglio nella prima frazione è spettacolare.
Vecchierelli 6 Prova assolutamente sufficiente. Da regista basso prova a impostare la manovra e per l’arco di tutto il primo tempo ci riesce in maniera discreta. Nella ripresa parte al meglio, ma in quegli ultimi 20′ di gioco si perde un po’ via, non riuscendo a dare man forte al reparto arretrato.
Bianchi 6.5 Dietro è il faro degli oroblù. In più di un’occasione frena due giocatori rapidi come Marquez e Buso; nella ripresa cerca di dare supporto ai compagni in difficoltà. Prova di grande, grandissimo sacrificio.
Romeo 5.5 Parte a spron battuto e con Vecchierelli prova a impostare la manovra. L’intervallo non è propizio: rientra in campo con poche, pochissime idee, non riuscendo a contenere a dovere la forza propulsiva del centrocampo avversario.
20′ st Santonocito 6.5 Gelido dagli 11 metri, porta quel pizzico di esperienza in più in casa Arconatese.
Menegazzo 5 In completo affanno. Non riesce a trovare la soluzione alternativa e continua a proporre il solito schema che viene intercettato a dovere dalla retroguardia avversaria. Proprio nella sua zona, durante la ripresa, Marianelli trova le imbucate che lo portano al gol.
Foglio 6 Ci mette l’esperienza, e con la sua uscita dal campo l’Arconatese va un po’ in bambola. Corre, corre e ancora corre, offrendo spunti interessanti all’attacco e riuscendo a trovare spesso e volentieri la giocata interessante. Nella ripresa si perde un po’ via, ma comunque la sufficienza c’è tutta.
23′ st Veroni 5.5 Fatica più del dovuto non riuscendo sempre a stoppare l’avversario. Prova a proporsi sulla destra, ma gli spazi a disposizione sono pochissimi.
Gobbi 6 Peccato per l’uscita forzata. Per 45 minuti fa vedere i sorci verdi alla retroguardia ospite con imbucate sorprendenti.
46′ Pastore 7 Entra e cambia la partita con quel calcio di rigore messo a segno che vale l’1-1. Davanti è uno dei pochi che continua a premere sull’acceleratore e prova sempre a trovare lo spunto intelligente.
Coulibaly 6 Se all’inizio è un po’ timido, con il passare dei minuti acquista fiducia e cerca di rendersi insidioso grazie alla rapidità che lo contraddistingue. Nella ripresa non riesce a mordere l’avversario, calando vistosamente. (20′ st Principi 6).
Pavesi 5.5 Due buone occasioni sprecate, che potevano cambiare il risultato finale. Là davanti gli manca quel qualcosa in più in fase di finalizzazione e si perde via proprio negli ultimi centimetri. (26′ st Marra 5.5).
All. Livieri 5.5 Con tre punti si sarebbe lasciato alle spalle lo spettro delle sabbie mobili; la squadra c’è, e il primo tempo lo dimostra. Nella ripresa davanti i suoi sbagliano qualcosa di troppo (e peccano in esperienza) e il centrocampo pecca un po’ nella funzione di filtro.

SESTRI LEVANTE
Salvalaggio 6.5 Risponde sempre presente se chiamato in causa, mentre sui due calci di rigore può poco o nulla. Bravo in quell’anticipo su Pavesi, che avrebbe compromesso il risultato.
Cavalli 6.5 Sulla destra il classe 2002 non sbaglia un colpo e riesce a tenere a bada i diretti rivali. Interventi sempre puliti e precisi, bravo anche nel riuscire ad evitare un fallo laterale in più, mantenendo la sfera in campo. Giovane di grande prospettiva.
Grea 6.5 Regge il reparto difensivo e spesso e volentieri si immola sull’avversario, diventando un muro invalicabile. Nella ripresa disinnesca le sortite avversarie sul nascere.
Pane 7 Eleganza nell’impostazione, giocate intelligenti e marcature perfette. Il capitano dei rossoblù detta i tempi di gioco in maniera egregia
Chella 6 Esegue il suo compito senza troppe sbavature. Buona la sua funzione di filtro nel corso della seconda frazione.
Selvatico 7.5 L’importanza della doppietta realizzata è indiscutibile; il primo gol arriva su rigore, il secondo è una vera e propria magia da fuori area. In mezzo al campo è il valore aggiunto del Sestri: non perde uno scontro di gioco e offre la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Buffo 5.5 Ordinato, ma non brilla. È l’unico giocatore rossoblù che soffre un po’ più del dovuto l’avversario.
1′ st Sakaj 6.5 Entra in campo e regala ai suoi una vera e propria spinta propulsiva. La sua fame è visibile e spinge a dovere, vincendo innumerevoli contrasti. Spina nel fianco per tutta l’Arconatese.
Ferretti 6 Pochi spunti, ma tanto lavoro sporco. Non è al top per quanto concerne l’ingegno, ma ci mette tanto carattere che la sufficienza è assolutamente piena.
Marquez 6 Là davanti è quello che forse dà meno problemi all’avversario, che riesce a contenerlo nel migliore dei modi. Spreca qualche pallone di troppo, calciando in porta centralmente e debolmente. D’altro canto è bravo nel destreggiarsi fra le linee e a dare noia a Bianchi. (48′ st Parlanti sv).
Buso 7 Non entra nel tabellino marcatori, eppure è forse il giocatore più pericoloso dei rossoblù. Furbo nel conquistarsi il penalty che sblocca la gara, mette lo zampino in tutte le azioni offensive, lasciando assolutamente il segno. (45′ st Cuneo sv).
Marianelli 7 Classe 2001 con il fiuto del gol. La doppietta è solo la ciliegina sulla torta in una prestazione pressoché perfetta. Come i compagni parte con il freno a mano tirato, ma nella ripresa mette in campo tanto carattere, quanta precisione. Cecchino. (48′ st Marrale sv).
All. Ruvo 7.5 Nei playoff ci crede, e la prestazione dei suoi ne è dimostrazione. La squadra parte un po’ in sordina con un approccio morbido, ma nella ripresa la sinfonia cambia del tutto. La fame dell’allenatore si riversa tutta nella squadra: tre punti messi in saccoccia in una sfida tutt’altro che semplice. Chapeau!

ARBITRO
Di Reda di Molfetta 6 I dubbi sul primo rigore sono giganteschi, appare un po’ generoso anche sui due penalty assegnati all’Arconatese. Se nella prima frazione le sviste sono evidenti, nella ripresa mette in campo la giusta personalità, mettendo la parola fine a qualsiasi polemica.

LE INTERVISTE

Alberto Ruvo, tecnico del Sestri Levante, commenta così il successo dei suoi: «Tante volte partiamo con un approccio un po’ morbido, ma sono contento di avere visto per tutto l’arco del secondo tempo la voglia di portare a casa il risultato. Da neopromossa stiamo facendo qualcosa di strepitoso e crediamo nei playoff. Marianelli? Ha fatto una grossa crescita, e si è sempre fatto trovare pronto, anche se subentrava. Sono contento per lui, e per tutta la squadra».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli