Calcio Lecco (foto Calcio Lecco)

Una storia di sofferenza, di motivazione, di voglia di non mollare mai dinanzi alle avversità. Un cammino lungo, tortuoso fino alla cima più alta da cui ammirare il panorama più bello. Adesso è arrivata anche la matematica certezza: il Lecco è tornato in Serie C! Una lunga risalita quella della squadra bluceleste verso il Paradiso. Sotto la sapiente guida, in questa stagione, di Marco Gaburro, il Lecco ha riscritto e marchiato a fuoco la storia. Un ruolino di marcia inarrestabile, impreziosito da 23 vittorie, 5 pareggi e una sconfitta in 29 partite, con la promozione in Serie C conquistata con cinque giornate d’anticipo. È festa grande allo Stadio “Walter Righi” di Borgaro, il cui fortino è stato violato per 2-0 grazie alle reti di Moleri e D’Anna. Successo che, unito al pareggio dell’Unione Sanremo con il Sestri Levante, consegna le chiavi della qualificazione al Lecco. Una partenza arrembante del Borgaro caratterizza i primi minuti. Pagliero imbuca per De Bonis con Safarikas che risponde presente poi, lo stesso numero 12, smanaccia con sicurezza lo spiovente dalla sinistra di Del Buono. Alla prima vera occasione, il Lecco mette la freccia con la firma di Marco Moleri. Una grande verticalizzazione di Fall proietta il numero 28 a tu per tu con De Marino: Moleri non perdona, apre l’interno e battezza l’angolino. I padroni di casa reagiscono con orgoglio qualche giro d’orologio più tardi, quando i guantoni di Safarikas neutralizzano il tocco ravvicinato targato Callegari. L’ultima emozione del primo tempo è di marca bluceleste, con la volée di destro dentro l’area di D’Anna che coglie soltanto l’esterno della rete. La formazione di Marco Gaburro inizia con il piede giusto la ripresa: Lisai incorna in maniera imperiosa dentro l’area, sfiorando di poco il palo. Risponde il Borgaro, con la conclusione di Edalili e la punizione di Del Buono che non inquadrano il bersaglio. Lo scacco matto del Lecco arriva al 29’: percussione a destra di Lisai, cross teso sul secondo palo per D’Anna che si inserisce al momento giusto e infila De Marino sotto misura. Esplode la festa al “Righi”.

TABELLINO
Borgaro-Lecco 0-2
RETI:
22′ Moleri (L), 29′ st D’Anna (L).
BORGARO (4-4-2): De Marino[00] 6, Calloni[99] 6 (27′ st Citterio[00] 6), Edalili[99] 6.5, Del Buono 6.5 (34′ st Alfieri sv), Ignico 7, Callegari Torre 7, Pagliero 6.5, Rosso 6.5, Pinelli 6.5, De Bonis[98] 6 (41′ st De Pierro[00] sv), Sardo 6 (30′ st Montante 6). A disp. Intorre[99], De Simone[00], Antonacci, Specchia, Campagna. All. Russo 6.5.
LECCO (4-2-3-1): Safarikas[99] 6.5, Pedrocchi 7, Segato 7.5, Fall 6.5 (16′ st Capogna 6.5), D’Anna 8, Malgrati 8, Samakè 6.5, Nocerino 6.5, Merli Sala 7.5, Lisai 7.5 (36′ st Draghetti 6.5), Moleri[98] 8.5 (43′ st Poletto[99] sv). A disp. Jusufi[99], Meneghetti[00], Alborghetti[98], Silvestro[99], Ba[98], Dragoni. All. Gaburro 9.
ARBITRO: Pascariello di Lecce  6.5.
AMMONITI: 20′ Sardo (B), 26′ Malgrati (L), 30′ Ignico (B), 37′ st Callegari Torre (B), 38′ st Draghetti (L), 45′ st Merli Sala (L), 45′ st Rosso (B).

Pagelle Borgaro
De Marino 6
Insicuro sul gol di Moleri.
Calloni 6 Diligente in fase difensiva. 27′ st Citterio 6 Entra con personalità.
Edalili 6.5 Deciso nei contrasti. Solido.
Del Buono 6.5 Alza la testa e inventa parabole poetiche per i compagni.
Ignico 7 Un vero mastino in difesa.
Callegari 7 Trascina il reparto arretrato.
Pagliero 6.5 Inserimenti pericolosi.
Rosso 6.5 Che ‘garra’ a centrocampo…
Pinelli 6.5 Difficile spostarlo fisicamente. Difende bene il pallone spalle alla porta.
De Bonis 6 Intelligenti i suoi filtranti.
Sardo 6 La giusta dose di esperienza a sinistra. 30′ st Montante 6 Motivato.
All. Russo 6.5 A testa alta contro la capolista. Una partita di carattere, di grande volontà da parte della squadra.

Pagelle Lecco
Safarikas 6.5
Risponde presente.
Pedrocchi 7 Qualità e quantità in regia.
Segato 7.5 Il vero fulcro delle azioni lecchesi. Si carica sulle spalle la squadra.
Fall 6.5 Poesia pura il tocco morbido per Moleri. 16’ st Capogna 6.5 Ricarica le pile.
D’Anna 8 Gol da vero rapace dentro l’area.
Malgrati 8 Una sicurezza. La sua leadership e la sua autorità alla guida della difesa.
Samake 6.5 Più sicuro nel secondo tempo.
Nocerino 6.5 Poche sbavature a destra.
Merli 7.5 Erige un muro invalicabile.
Lisai 7.5 Da fantascienza l’assist per D’Anna. 36’ st Draghetti 6.5 Vuole incidere.
Moleri 8.5 Gol da cecchino e partita da leader. Freccia letale nella faretra bluceleste.
All. Gaburro 9 Guida la squadra verso la promozione in Serie C. Un vero Maestro.