12 Maggio 2021

Breno-Caravaggio Serie D: Triglia show, tre punti d’oro in chiave salvezza, ormai a un passo

Le più lette

RC Codogno-Vogherese Eccellenza: Calviello apre, D’Aniello risponde e De Toni salva i rossoneri regalandogli il pareggio

Partita equilibrata e avvincente quella tra Codogno e Vogherese, con le due compagini che al termine di90 minuti molto...

Varesina-Castanese Eccellenza: Urso, Broggi e Chiarion firmano la rimonta, Becchi e Bozzi non bastano

Servivano i tre punti alla Varesina per mantenere la vetta della classifica e continuare a coltivare il sogno Serie...

Juventus-Napoli Serie A Femminile: la fotogallery della festa Scudetto

La Juventus ha conquistato il suo quarto Scudetto consecutivo in altrettanti anni di attività della prima squadra. La festa...

Nell’ottava giornata di ritorno, tutto, troppo facile per il Breno, che supera per 3-1 il fanalino di coda Caravaggio, grazie alla doppietta di Alessandro Triglia e al rigore trasformato da Lorenzo Melchiori. In gol, per gli ospiti, Tommaso Fumagalli. Ma la reazione degli ospiti è tardiva. Il Breno sale a quota trentaquattro punti in classifica e respira aria salvezza. E mercoledì arriva la capolista Seregno.

 

Le scelte. Tacchinardi ripropone l’orami consueto 4-3-1-2, con Serio tra i pali. Nella linea a 4 difensiva Sorteni e Nolaschi sulle fasce, Carminati e Tagliani in coppia centrale. Il terzetto di centrocampo è composto da Lordkipanidze, Sampietro e Melchiori. Goglino ad inventare alle spalle della coppia d’attacco Pelamatti e Triglia. Ospiti che invece si presentano con un 3-4-3 molto difensivo. Davanti a Dominici, Traina, Gritti e Pirola nel trio difensivo. Sulle fasce Viola e Frana, Pirovano e Basanisi in mediana. Nel tridente offensivo, Lamesta e Marchiondelli ai lati di Fumagalli.

 

Primo tempo. Pronti, partenza e via. Il Breno parte benissimo, e al 6′ capitalizza al meglio la prima occasione del match: cross da destra di Nolaschi e incornata di bomber Alessandro Triglia che porta in vantaggio la squadra di casa. Per Triglia si tratta del gol numero dieci, che vale la doppia cifra in stagione. Dodici minuti più tardi, Triglia suona la carica nuovamente, e al 18′, su un sanguinoso errore di Basanisi davanti l’area di rigore, il bomber della squadra di casa s’inserisce sul retropassaggio e ne approfitta, sparando un destro imprendibile per Dominici che vale il 2-0. Doccia fredda per gli avversari e partita praticamente già in cassaforte per il Breno. Al 23′ Sorteni è costretto ad uscire, a causa di un infortunio muscolare: al suo posto Mondini, che si posiziona a destra, nella linea difensiva del Breno, con Nolaschi che trasloca sull’altra fascia. I ritmi sono bassi, e nonostante il doppio svantaggio, il Caravaggio non riesce ad invertire la tendenza, affacciandosi quasi mai dalle parti di Serio. Squadra di casa in pieno controllo della partita, e nei minuti di recupero del primo tempo sfiora anche il tris, con Nolaschi che fa tutto solo e impegna Dominici, costretto alla respinta laterale: è l’ultima azione di un primo tempo con poche emozioni, ma con un Breno che va a riposo con il doppio vantaggio.

 

Secondo tempo. Nella ripresa la musica non cambia, con un Breno in totale gestione. Al 7′ Melchiori potrebbe aggiungersi al tabellino, ma Dominici si salva e devia in calcio d’angolo. Pochi minuti più tardi, su una mischia in area di rigore, Pelamatti è il più lesto, ma il suo destro finisce alto, sopra la traversa dell’estremo difensore avversario. Al 15′ il Caravaggio effettua la prima sostituzione del match, con Prati che prende il posto di Pirovano in mezzo al campo. Un minuto più tardi, sugli sviluppi di una rimessa laterale per il Breno, Pelamatti entra in area di rigore e viene atterrato da Gritti: il direttore di gara non ha dubbi, è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Melchiori che spiazza Dominici e segna la rete del 3-0, che chiude definitivamente la partita. Qualche minuti più tardi, Terletti decide di effettuare altre due sostituzioni: Perrotti e Dalessandro al posto di Basanisi e Marchiondelli. Cambia anche Tacchinardi, con Galati che prende il posto dell’autore del terzo gol Melchiori. Al 28′, un po’ a sorpresa, il Caravaggio prova a rientrare in partita, con Fumagalli bravo a sfruttare la prima e unica occasione vera della partita e a realizzare il gol del momentaneo 1-3. Nei minuti finali Tacchinardi inserisce anche il giovane Trovadini, al posto di uno stanchissimo Goglino. In pieno recupero follia di Pelamatti, che prende la seconda ammonizione della gara e lascia i compagni in dieci. Ma, soprattutto, salterà il prossimo match casalingo in programma mercoledì prossimo contro la capolista Seregno. Dopo ben cinquanta minuti, arriva il triplice fischio di Migliorini: il Breno vince e conquista tre punti d’ora in chiave salvezza, mentre il Caravaggio torna a casa a mani vuote, con una prestazione decisamente negativa.

IL TABELLINO

BRENO-CARAVAGGIO 3-1
RETI:6′ Triglia (B), 18′ Triglia (B), 17′ st rig. Melchiori (B), 28′ st Fumagalli (C)
BRENO (4-3-1-2): Serio 6, Carminati 6.5, Tagliani 6.5, Goglino 7 (39′ st Trovadini sv), Lordkipanidze 6.5, Melchiori 7.5 (26′ st Galati 6), Triglia 8, Pelamatti 6, Nolaschi 7 (33′ st Manzoni sv), Sorteni 6 (23′ Mondini 6), Sampietro 6.5. A disp. Tota, Morandini, Gambaretti, Faye, Libertazzi. All. Tacchinardi 7.
CARAVAGGIO (3-4-3): Dominici 5.5, Traina 5.5, Frana 5, Gritti 5, Pirola 5, Viola 5.5, Marchiondelli 5 (22′ st Dalessandro 5.5), Pirovano 5.5 (15′ st Prati 5.5), Fumagalli 6.5, Basanisi 4.5 (22′ st Perrotti 5.5), Lamesta 5. A disp. Valtorta, Cancelliere, Marku, Cortinovis, Nossa, Ciceri. All. Terletti 5.5.
ARBITRO: Migliorini di Verona 6.
ASSISTENTI: Tuccillo di Pinerolo e Melnychuk di Bologna.
AMMONITI: Tagliani (B), Pelamatti (B), Serio (B),
ESPULSO: 47′ st Pelamatti (B)

LE PAGELLE

BRENO
Serio 6 Praticamente inoperoso per quasi tutta la partita, il Caravaggio non si affaccia mai dalle sue parti, e sul gol di Fumagalli può ben poco.
Carminati 6.5 Partita senza nessun tipo di problema in area, complice la pochezza del reparto offensivo del Caravaggio. Con Tagliani si trovano a meraviglia. E si vede.
Tagliani 6.5 Guida con grande personalità la difesa e in generale la squadra, si prende un’ammonizione evitabile a metà primo tempo, ma per il resto la prestazione vale la sufficienza.
Goglino 7 Bravissimo ad ispirare la manovra offensiva dei suoi con continui movimenti tra le linee, che tagliano in due il Caravaggio tra difesa e centrocampo. Nel finale di partita, esausto, lascia spazio a Trovadini. (39′ st Trovadini sv).
Lordkipanidze 6.5 Pochi gli inserimenti alle spalle della difesa avversaria, ma tanta sostanza e senso della posizione: ottimo impatto sulla gara.
Melchiori 7 Un gol e una prestazione di alto livello: giornata perfetta per lui. Dopo quasi settanta di gioco rifiata, e lascia il posto a Galati (26′ st Galati 6).
Triglia 8 Due gol da vero bomber, che valgono tre punti fondamentali per la squadra in chiave salvezza ma non solo: per lui si tratta del gol numero undici in campionato.
Pelamatti 6 Partita da sei e mezzo in pagella fino a due minuti dalla fine, poi una seconda ammonizione inutile che gli costerà la squalifica in vista del match di mercoledì prossimo contro la capolista Seregno rovina un po’ le cose, ma le prestazione è sufficiente.
Nolaschi 7 Inizia sulla fascia destra per poi dirottare a sinistra dopo l’infortunio di Sorteni: suo l’assist del gol del vantaggio e diversi i tentativi in fase offensiva. Che partita! (33′ st Manzoni sv).
Sorteni 6 Soltanto ventitré minuti di gioco per lui, poi l’infortunio che lo costringe a lasciare il rettangolo di gioco, ma la prestazione è sufficiente.
23′ Mondini 6 Chiamato a sostituire Sorteni, si comporta bene al suo posto, disputando una partita pulita senza errori tecnici.
Sampietro 6.5 Fa girare la squadra con qualità grazie alle sue verticalizzazioni, è lui il vero cervello del centrocampo del Breno.
All. Tacchinardi 7 La squadra interpreta bene la gara, vincendo con tranquillità una gara che andava vinta.

 

CARAVAGGIO
Dominici 5.5 Domenica sicuramente complicata per lui: i tre gol sono pesanti, ma può fare poco o nulla in tutte e tre le circostanze.
Traina 5.5 Triglia stacca troppo facile e indisturbato di testa: l’errore costa la rete dell’1-0.
Frana 5 Sul gol del vantaggio di Triglia è complice anche lui: lascia crossare con troppa facilità Nolaschi, e per tutta la partita fatica sulla sua zona di competenza. Decisamente male.
Gritti 5 La difesa del Caravaggio è poco attenta, e i regali sui primi due gol sono decisamente gravi. Nella ripresa Gritti ci mette del suo quando atterra Pelamatti in occasione del rigore trasformato poi da Melchiori.
Pirola 5 Discorso analogo anche per lui: il Caravaggio lavora male di reparto sul primo gol, e sul secondo il regalo è troppo grande.
Viola 5.5 Qualche timida avanzata nei primi minuti, poi il nulla, complice anche la manovra offensiva della squadra che è pressoché nulla.
Marchiondelli 5 Non si vede praticamente mai, e a metà secondo tempo Terletti decide di sostituirlo con Dalessandro. (22′ st Dalessandro 5.5).
Pirovano 5.5 Partita complicata in mezzo al campo per lui e per il compagno Basanisi, il palleggio e le verticalizzazioni del Breno sono un’arma letale per il centrocampo del Caravaggio. (15′ st Prati 5.5).
Fumagalli 6.5 Assente fino al 27′ del secondo tempo, poi un lampo riaccende la partita e migliora la sua prestazione. Ma il gol è buono soltanto per le statistiche. (22′ st Perrotti 5.5).
Basanisi 4.5 Grossolano l’errore che costa il 2-0 del Breno. Una macchia sulla gara che gli costa, di diritto, una grave insufficienza.
Lamesta 5 Così come Marchiondelli sulla sinistra, anche Lamesta sulla destra non si propone mai, giocando una partita decisamente insufficiente.
All. Terletti 5 Squadra troppo timida fino alla mezz’ora del secondo tempo, poi il gol dà un po’ di verve ai suoi, ma è troppo tardi per provare la rimonta.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli