Brusaporto-Breno Serie D: Ondei e Vitali rispondono a Brancato e Melchiori

0
312

Allo stadio comunale di Brusaporto termina 2-2 un match giocato bene da entrambe le formazioni, che sono scese in campo con la voglia di portare a casa i tre punti, ma che alla fine della gara si accontentano di raccogliere un punto a testa che può far comodo per concludere un campionato in tranquillità. I padroni di casa riescono a recuperare lo svantaggio due volte con Ondei che pareggia il gol di Brancato nel primo tempo e con Vitali che nel secondo tempo riacciuffa la parità dopo il gol del momentaneo 1-2 di Melchiori. Il Brusaporto del tecnico Carobbio sale a quota 43 punti ma scivola all’ottavo posto e molto probabilmente abbandona l’idea playoff che dista 8 punti (con una partita da recuperare contro la Tritium). Per il Breno si tratta del quarto risultato utile consecutivo e guadagna un altro punto importante che vede i granata a +5 sul Ponte San Pietro che occupa il tredicesimo posto che significherebbe affrontare l’inferno dei playout.

 

Botta e risposta. I primi minuti della prima frazione vedono il Breno molto aggressivo voglioso di trovare il gol del vantaggio il prima possibile e crea tre occasioni nei primi cinque minuti: al 1′ sulla primissima offensiva granata Ndiour crossa un pallone al centro che trova Goglino solo in area ma il suo colpo di testa a botta sicura non centra lo specchio della porta, sprecando una ghiotta occasione; al 4′ Sanpietro dal limite dell’area trova la conclusione che Gavezzeni riesce a bloccare a terra; al 5′ arriva il meritato gol del vantaggio con Brancato che di testa sugli sviluppi di calcio d’angolo supera Gavezzeni. Il Brusaporto al 13′ trova il gol del pareggio con il primo tiro in porta del match: calcio di punizione dalla trequarti battuto ottimamente da Galelli che trova in area di rigore la testa di Ondei che trafigge Tota. Il Breno si riversa in attacco in cerca del gol del nuovo vantaggio manovrando bene il gioco con un ottimo giro palla rasoterra e paziente volto a scardinare la difesa gialloblù. Al 18′ arriva una buona occasione per gli ospiti con Triglia che colpisce al volo su cross di Carminati ma Gavezzeni para in sicurezza. Al 21′ su palla inattiva il Breno sfiora il secondo gol con Brancato che in area di rigore colpisce il palo che gli nega la gioia di una clamorosa doppietta. I granata continuano ad attaccare e il Brusaporto aspetta il momento giusto per ripartire ma non ci sono più occasioni da gol con la difesa gialloblù che prende le misure agli attaccanti ospiti e non subisce tiri nell specchio della porta.

 

Tale e quale. La seconda frazione vede il Breno in attacco in cerca del gol del vantaggio che arriva alla prima occasione al 4′ con Triglia che salta secco Suardi e serve Melchiori in area di rigore che deve solo spingere la palla in rete da pochi metri. Gli ospiti, che avevano allentato la pressione dopo aver trovato il gol del vantaggio nel primo tempo, cercano di segnare il gol del doppio vantaggio e al 13′ trovano un’ottimo Triglia, autore di una buona partita, colpisce in rovesciata su cross di Ndiour e manda la palla di pochissimo sopra la traversa mancano per centimetri un gol spettacolare. Gli ospiti dopo questa azione vengono fuori e cercano con convinzione il gol del pareggio. Al 20′ arriva il gol del 2-2 con Valsecchi che vince un contrasto al limite dell’area e con un cross basso a tagliare l’area piccola serve Vitali che da pochi passi segna a porta vuota. Il Brusaporto, sulle ali dell’entusiasmo riesce a creare qualche buona azione e al 23′ Iori crossa un pallone rasoterra sul quale Valsecchi non arriva per una frazione di secondo, mettendo in apprensione la retroguardia ospite. La seconda parte di secondo tempo vede molte sostituzioni che però non alzano i ritmi di un  match che si abbassano vistosamente. Negli ultimi dieci minuti di gara entrambe le formazioni non creano azioni pericolose, bensì si limitano a gestire il possesso del pallone per portare a casa un punto importante che proietta Brusaporto e Breno verso un finale di stagione tranquillo a metà classifica.

IL TABELLINO

BRUSAPORTO-BRENO 2-2
RETI:5′ Brancato (Bre), 12′ Ondei (Bru), 4′ st Melchiori (Bre), 20′ st Vitali (Bru).
BRUSAPORTO (4-2-3-1): Gavazzeni 6, Beduschi 6, Seck 6.5, Rodolfi 6 (39′ st Allegrini sv), Suardi 5.5, Ondei 7, Valsecchi 6.5 (34′ st Maspero sv), Consonni 6 (42′ st Iovine), Vitali 7 (26′ st Grandi 6), Galelli 6.5 (34′ st Sokhna sv), Iori 5.5. A disp. Asnaghi, Esposito, Rondi, Franchini. All. Carobbio 6.5.
BRENO (4-3-3): Tota 6, Carminati 6.5, Ndiour 6.5, Tagliani 6, Goglino 6.5 (24′ st Pelamatti 5.5), Lordkipanidze 5.5 (35′ st Galati sv), Melchiori 7 (38′ st Gambaretti sv), Triglia 6.5, Mondini 5.5, Sampietro 6, Brancato 7. A disp. Serio, Morandini, Manzoni, Trovadini, Tanghetti, Nolaschi. All. Tacchinardi 6.5.
ARBITRO: D’Ambrosio Giordani di Collegno 6.5.
ASSISTENTI: Fuccaro di Genova e Accardo di La Spezia.
AMMONITI: Ndiour (Bre), Galelli (Bru), Sampietro (Bre), Triglia (Bre).

LE PAGELLE

BRUSAPORTO
Gavezzeni 6 Effettua due buone parate nei primi minuti su Sampietro e Triglia. Si dimostra sicuro sulle uscite alte. Incolpevole sui due gol subiti, entrambi da distanza ravvicinata.
Beduschi 6 Il terzino sinistro spinge poco in attacco vista la presenza di Triglia, che soffre in alcune occasioni. Non si rende protagonista di errori evidenti e negli ultimi minuti contiene bene le iniziative di Paramatti.
Seck 6.5 Il terzino sinistro offre un’ottima prestazione sulla fascia sia in fase difensiva che in fase offensiva. Nel secondo tempo viene spostato a centrocampo ma sembra non trovarsi a suo agio e cala di rendimento.
Rodolfi 6 Partita sufficiente per il mediano gialloblù che si limita a far partire l’azione, senza sbilanciarsi in attacco. Fa schermo davanti alla difesa alternando buoni anticipi ad interventi a vuoto. (39′ st Allegrini sv).
Suardi 5.5 Il centrale dà sicurezza al reparto difensivo ma si fa dribblare troppo facilmente da Triglia in occasione del gol del 1-2 macchiando una buona prestazione.
Ondei 7 Il centrale difensivo non si fa mai dribblare e non perde mai un pallone in uscita. Ciliegina sulla torta il gol del 1-1 svettando di testa in area di rigore.
Valsecchi 6.5 Caparbio nel recuperare un pallone al limite dell’area e a servire l’assist per il gol del 2-2 a Vitali. (34′ st Maspero sv).
Consonni 6 Il giovane centrocampista classe 2003 si batte su ogni pallone ma spesso perde i contrasti vista la maggiore fisicità degli avversari. (42′ st Iovine sv).
Vitali 7 Svaria lungo tutto il fronte d’attacco e gioca molto bene di sponda con i compagni di reparto. Segna il gol del pareggio sfuggendo alla marcatura di Tagliani sorprendendolo alle spalle.
26′ st Grandi 6 Cerca di entrare subito in partita con una percussione centrale ma viene fermato dai difensori al limite dell’area. Si dà da fare nei venti minuti in cui è in campo ma non ha suoi piedi palloni decisivi.
Galelli 6.5 Partita di qualità per il trequartista gialloblù che effettua dribbling interessanti e contribuisce alla fluidità della manovra dei suoi, ma cala drasticamente nel secondo tempo. Ottimo il suo assist da calcio di punizione per il gol di Ondei. (34′ st Sokhna sv).
Iori 5.5 L’esterno gioca una partita calante. Buon primo tempo dove crea un paio di spunti interessanti. Nel secondo non riesce ad entrare ne vivo del gioco, sprecando qualche pallone di troppo.
All. Carobbio 6.5 L’importante era muovere la classifica la squadra porta a casa un punto importante. La squadra si schiaccia troppo durante le offensive avversarie ma gioca bene di rimessa. Forse interviene troppo tardi con le sostituzioni e non riesce a spostare gli equilibri in campo.

 

BRENO
Tota 6 Prende due gol sugli unici due tiri del Brusaporto ma non ha colpe viste le due conclusioni.
Carminati 6.5 Partita di grande sacrificio per il terzino destro che contiene bene le iniziative di Consonni e Iori. Sale poco in attacco ma i suoi passaggi sono precisi e non perde mai il pallone.
Ndiour 6.5 Domina la fascia sinistra per tutto l’arco della partita ma lascia troppi spazi alle sue spalle durante le sue scorribande in attacco.
Tagliani 6 Il capitano una buona gara ordinata in difesa e non soffre le iniziative avversarie. Il suo unico errore arriva nel secondo tempo quando si fa sorprendere da Vitali in occasione del gol 2-2 perdendo la marcatura in area.
Goglino 6.5 Gara di ottima caratura tecnica per il trequartista granata che con i suoi dribbling mette in difficoltà la difesa del Brusaporto. L’unico neo della sua gara è il colpo di testa sbagliato da pochi metri nei primissimi minuti.
24′ st Pelamatti 5.5 Entra male in partita e sbaglia qualche pallone di troppo. Serve troppo tardi Ndiour in occasione di contropiede e fa perdere alla sua squadra l’opportunità di ritornare in vantaggio.
Lordkipanidze 5.5 Partita di grande corsa per la mezz’ala granata che però commette troppi errori tecnici e regala agli avversari ripartenze potenzialmente pericolose. (35′ st Galati sv).
Melchiori 7 Il centravanti riesce a controllare molti palloni sporchi contro Ondei e Suardi e corona un’ottima prestazione insaccando il gol del 1-2. (37′ st Gambaretti sv).
Triglia 6.5 Buona prestazione sulla fascia sinistra creando buoni cross e saltando Beduschi in più di un’occasione. Il merito del gol 1-2 e suo grazie al dribbling su Suardi e all’assist per Melchiori. Sfiora il gol della Domenica con una rovesciata che termina di poco alta sotto la traversa.
Mondini 5.5 Partita opaca per il centrocampista che è incerto nel controllo della palla in diverse circostanze, rallentando la manovra offensiva della squadra.
Sampietro 6 Il centrocampista centrale trova lo spazio per la conclusione nella prima frazione ma non impensierisce Gavezzeni. Recupera molti palloni a centrocampo, ma commette altrettanti errori tecnici in fase di impostazione.
Brancato 7 Il centrale di difesa trova la gioia personale su colpo di testa da calcio d’angolo ed è sempre puntuale negli interventi al limite dell’area. Non ha responsabilità sui gol subiti.
All. Tacchinardi 6.5 La squadra scende molto bene in campo trovando la via della rete nei primi minuti di entrambe le frazioni. Il gioco palla a terra e ragionato porta a qualche occasione pericolosa. La squadra avrebbe forse meritato i tre punti ma un punto in trasferta è sicuramente un buon bottino per conquistare la salvezza.

 

ARBITRO
D’Ambrosio Giordani di Collegno 6.5
Dirige la gara fischiando poco favorendo la dinamicità della partita. Estrae i cartellini gialli con un po’ troppa severità.